381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Vaticano: il prof. Battaglia ricevuto in udienza da Papa Francesco. Presentato progetto umanitario in AfricaSu Sudsport Calcio: il Catania vola alto, vittoria epica nel primo round dei Playoff!ASP Catania: dopo il terremoto giudiziario, ancora senza commissario e con i direttori sanitario e amministrativo (probabilmente) illegittimi?Villa Bellini: «il salotto di Catania»? Forse lo sgabuzzino.Su Sudsport A Ortigia studenti da 30 Paesi per celebrare lo sport con la 16° edizione della Regatta ESCPSu Sudsport Calcio a 5, lacrime e soddisfazione al Palawagner: il Mascalucia è in finale playoffGiù le mani dalla Magistratura. E dalla Procura di CataniaL'Associazione La Prima organizza l'evento Libertà in CorsoSu Sudsport Pallanuoto, buona la prima gara dei play off per Giorgini Muri AntichiPovertà a Catania: il dossier della Caritas atto d'accusa implacabile contro la casta dei politicanti senza arte né parte

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

Nuova "PUBBLISERVIZI", lavoratore si licenzia e denuncia: "nessuna organizzazione, stipendi da sussidio e cont

13-03-2024 05:30

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus, Pubbliservizi, Laterale,

Nuova "PUBBLISERVIZI", lavoratore si licenzia e denuncia: "nessuna organizzazione, stipendi da sussidio e contributi in ritardo"

Certo che se si arriva a certe decisioni, la situazione è più grave di quanto provano a far credere.

progetto-senza-titolo---2024-03-12t222440.069.png

È durissima la lettera di dimissioni volontarie protocollata alle 17.25 del 12 marzo da uno dei tanti dipendenti della ex Pubbliservizi che ormai da troppo tempo vivono in una situazione di assoluta precarietà, che in diversi casi risulta insostenibile.

 

Ad assumere la grave decisione di rinunciare ad un posto para-pubblico, che un tempo era considerato pressoché sicuro e garantito, è Massimiliano Rapisarda, 48 anni, un padre di famiglia come tanti, che non ce la fa più, che non può farcela e piuttosto che esaurirsi nell'agonia tenterà qualcosa per uscirne.

 

Nel motivare le sue dimissioni elenca una serie di ragioni che rappresentano una vera e propria denuncia, che chiama a responsabilità non solo chi amministra la Servizi Città Metropolitana di Catania, ma ancor di più chi ne detiene la proprietà ed il relativo dovere di controllo su una gestione che, se sono vere le cose denunciate da tempo da sindacati e lavoratori, fa troppa acqua da tutti i lati.

 

Basta leggere le decine di articoli in calce per rendersi conto di quanto sia incredibile la storia di questa partecipata.

 

Il dipendente Rapisarda denuncia che dall'avvio della nuova partecipata erede della fallita Pubbliservizi, “è privo di un incarico confacente alle mansioni in precedenza svolte”, tradotto si dovrebbe intendere che professionalità formate ed acquisite sono state svilite e perdute.

 

Lamenta la precarietà per l'assenza di figure apicali capaci di dirigere e persino la mancanza di una basilare organizzazione aziendale.

 

Ancora, denuncia l'assenza di direzione tecnica ed amministrativa.

 

Carenze nella direzione generale, assenza di organigramma.

 

Addirittura buste paga ferme a dicembre, con “versamento di contributi mai regolare” ed "uno stipendio che è un sussidio, con acconti che non consentono il mantenimento della famiglia".

 

Sono contestazioni pesantissime, che dovrebbero portare a ben altri interventi istituzionali, piuttosto che lasciar soli i lavoratori di fronte alla necessità di scelte estreme.

 

In tutto questo non è ancora chiaro se in effetti sussiste la sostenibilità aziendale ed a tutt'oggi non si hanno notizie del bilancio aziendale, che forse rischia di risultare insostenibile persino con il contributo straordinario erogato dalla regione di 1 milione di euro ed il pagamento da parte della Città Metropolitana di lavori che in realtà vengono affidati all'esterno.

 

Chissa dove pensano di arrivare. 

6245-camscanner-12-03-2024-12.00.png

In bocca al lupo.


Leggi anche:








schermata-2023-12-11-alle-06.10.47.png

 

“Nuova” PUBBLISERVIZI: altra puntata surreale, e la “politica” resta alla finestra

 

 

 

 

 

 

 

 









































image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder