giovedì - 13 dicembre 2018

array(1) { [0]=> string(7) "Cronaca" }

Elezioni ordine: trionfa Francesca Catalano, successo di Giorgio Giannone…ma i medici se ne fregano e non votano

Ragionamenti più approfonditi si potranno fare nelle prossime ore, quando si cominceranno a delineare gli equilibri interni. Intanto diamo i risultati di questa tormentata elezione dei vertici dell'ordine dei medici catanesi che qualche riflessione consente di farla anche subito. Francesca Catalano, direttrice del reparto di senologia del Cannizzaro e leader dell'ANDOS, è la più votata in assoluto con 1556 voti, successo personale del chirurgo Giorgio Giannone che entra in consiglio direttivo con 1403 voti. TUTTI I RISULTATI

Pubbliservizi, nominato nuovo commissario straordinario, è l’Avvocato Maria Virginia Perazzoli

La nomina dell'avvocatessa come commissario straordinario della partecipata della Città Metropolitana è diffusa direttamente dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico. Un profilo di spessore per una vicenda a dir poco incredibile, che va avanti ormai da anni, con danni ingenti per lavoratori in primis ma anche per il territorio

Un incubo ad occhi aperti

Un incubo per quelli come noi che provano a fare qualcosa per non restare indifferenti o solamente rabbiosi di fronte al mare di necessità che sta investendo minori migranti o siciliani senza distinzione. Quello che l’azione del Procuratore Zuccaro ha rivelato ieri con l'operazione dei carabinieri "Blonds"  è un incubo che stiamo tutti vivendo ad occhi aperti. Ci sono centinaia di volontari laici o religiosi e decine tra di Associazioni, Ong e Onlus che operano in Sicilia con grande generosità sostituendosi a Istituzioni statali che non danno risposte sufficienti ai bisogni dei più deboli. Ed ecco che un’altra inevitabile palata di fango arriva addosso a tutti loro per colpa di individui spregevoli che – se le accuse sanno dimostrate – non meritano alcuna clemenza. Sgombriamo il campo da ogni possibile fraintendimento. Chi scrive stima senza se e senza ma il Procuratore Capo Carmelo Zuccaro. Tempo fa SudPress ha riportato parola per parola un suo lungo e illuminato intervento sulla questione del contrasto alla tratta dei migranti. Parole limpide, senza ombra di luoghi comuni: una vero lectio magistralis che mi aveva molto impressionato: come mi ha poi sempre impressionato la sua azione di salvaguardia delle Istituzioni contro la criminalità organizzata. E anche questa volta di qualcosa del genere da quel che si apprende si tratterebbe. Quindi quando la Procura di Catania si muove noi non possiamo che applaudire. Ma il fatto in sé che resta un incubo. Come è possibile speculare sulle miserie altrui e come è possibile farlo per di più a detrimento dei più deboli dei deboli? Si fa una fatica bestiale ad aiutare un minore in difficoltà: occorre avvicinarlo; capire quali sono i bisogni profondi che spesso e volentieri non sono solo di carattere pratico; occorre reperire il denaro necessario; bisogna lottare con  la burocrazia (leggi, leggine, decreti, norme e contro-norme) e  non basta ancora. Occorre attivare una vera e propria catena di solidarietà per fare in modo di inserire il singolo o il gruppo di singoli in strutture utili e virtuose: innanzitutto la scuola… che porta con sé nel 99 % dei casi la necessità un doposcuola er sopperire a posizioni di partenza svantaggiate,  occuparsi spesso e volentieri di accertamenti sanitari, del vestiario adeguato e a condizioni di ricovero decenti… E poi si scopre - come accade in questo caso - che c’è gente che specula, affama e lucra… Ora il Procuratore Zuccaro ha posto sotto sequestro 8 associazioni di volontariato ed eseguito 12 arresti. Con terribili motivazioni come frode nelle pubbliche forniture, delitti di estorsione e di maltrattamenti, somministrazione di cibo di scarto, nessuna garanzia di condizioni igienico sanitarie adeguate nessuna dovuta assistenza tramite personale qualificato: nessun medico o infermiere né psicologo o mediatore culturale…Sistema adottato non solo nei confronti dei minori ma persino con   persone diversamente abili ed anziani. Come appartenenti e fondatori di una Onlus, Mediterraneo Sicilia Europa, leggere notizie come queste che indirettamente screditano il lavoro di tutti noi è davvero disarmante.  Siamo tuttavia perfettamente coscienti che l’azione svolta è pure necessaria proprio per tutelare il lavoro che portiamo avanti insieme a molti altri,  tra mille difficoltà. Non c’è un lavoro o un ruolo all’interno di una comunità di una società che tuteli per definizione la reputazione di un individuo. Essere medico, prete, volontario, docente o giudice non significa necessariamente essere al riparo da comportamenti riprovevoli. È giusto e doveroso dunque smascherare i disonesti di qualsiasi tipo e a qualsiasi categoria appartengano. Compresa quella dei giornalisti. Attenzione dunque all’uso strumentale delle informazioni piegate a questa o quell’interesse politico… Gli operatori della giustizia oggi hanno un problema in più con cui confrontarsi: essere attenti - anche – alle ricadute comunicative della loro azione. Viviamo purtroppo in un periodo di grandi tensioni sociali… Ciò non toglie che i colpevoli di qualsiasi tipo di malversazione debbano essere puniti: si tratti di volontari o meno!    

Discorso tra sordi: “la concertazione stonata” tra sindacati e primo cittadino non è altro che un grottesco e inutile teatrino in politichese

Ci ha tentato il sindaco Pogliese a coinvolgere la città con un'inedita "assemblea pubblica", ma il risultato è stato più che deludente con unici partecipanti gli stessi rappresentanti delle cosiddette "categorie sociali" che ormai conosciamo troppo bene e che sono i primi che dovrebbero lasciare spazio ad altri meno compromessi con quanto sta accadendo. Come immaginavamo, infatti, la “concertazione” che si è tenuta ieri pomeriggio tra il sindaco Salvo Pogliese e i Rappresentanti Sindacali non è stata altro che un dialogo tra sordi. Affluenza bassissima, zero spunti interessanti, esponenti di ambo le parti disinteressati e svogliati, e sullo sfondo, come se niente fosse, il dramma di un’intera città.

Capinera al Teatro Massimo: “Prima mondiale” con qualche perplessità e troppe poltrone vuote

Abbiamo chiesto a Fabio Perna, appassionato melomane che gira il mondo in cerca dei timbri più emozionanti, di andare a vedere per noi la "prima mondiale" de La Capinera prodotta dal Teatro Massimo Bellini di Catania con grande battage pubblicitario e notevole enfasi per la presenza di firme prestigiose: Gianni Bella, Mogol, Dante Ferretti. Ma neanche queste presenze stellari sono riuscite a scaldare un Teatro ormai troppo stanco e che ha bisogno di un deciso cambio di passo. Per conto nostro abbiamo ricevuto più di una segnalazione su una sala con troppe poltrone vuote e parecchie lamentele. Pare sia stato un flop la prova generale con biglietti a 20 euro. Aspettiamo che vengano pubblicati i borderò per valutare meglio. Ma intanto, a Fabio Perna è piaciuta?

Sequestrate 8 associazioni di “volontariato” con affari per 20 milioni, 12 arrestati

Nuova maxi operazione coordinata dalla Procura di Catania, insieme a quella di Gela e svolta da Carabinieri e Polizia, volta a disarticolare una associazione per delinquere finalizzata alla realizzazione di vari delitti contro la pubblica amministrazione, come quelli di corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio e di frode nelle pubbliche forniture, nonché i delitti di estorsione e di maltrattamenti. Gli arrestati facevano dunque parte di una organizzazione che gestiva diverse cooperative e associazioni attive nell’opera socio-assistenziale di minori extracomunitari non accompagnati, persone diversamente abili ed anziani, allo scopo di accumulare, massimizzandoli, i profitti economici che, poi, venivano reinvestiti in altre lucrose attività imprenditoriali

“La responsabilità medica”: l’importante convegno a Catania il 13 dicembre prossimo

Giovedì 13 dicembre, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, all’Excelsior Mercure Hotel (Piazza Verga 35) si terrà il convegno dal titolo “LA RESPONSABILITÀ MEDICA”, in merito alla Legge “Gelli”, ad un anno dalla sua entrata in vigore

Dissesto e sindacati: si sono fatti la foto e proclamato lo sciopero. Bravi, ma tutte le”cabine di regia” cui hanno preso parte negli ultimi 5 anni?

Lo avevano annunciato con una mail dell'Immacolata e confermato in tarda mattinata: hanno fatto l'uovo. I sindacalisti catanesi, tra cui mariti di ex deputati PD, consiglieri comunali PD ed ex assessori della giunta Bianco, più qualcun altro che gli va dietro non si capisce perché, si sono riuniti in via Crociferi 40 e hanno emanato un comunicato con il quale pretenderebbero di certificare la loro esistenza in vita. Addirittura niente meno che uno "SCIOPERO GENERALE", mentre hanno dormito per tutti e cinque anni, anzi, hanno fatto anche da assessori e candidati a chi distruggeva la città. Sui social si scatena l'indignazione dopo aver assistito al loro ruolo con responsabilità pienamente condivise in questi anni con chi ha devastato tutto il devastabile senza lasciare un minimo di speranza e neanche un centesimo in cassa.

I commissari IPI-Oikos devono restituire i soldi. E ci avevano anche querelati

Ma ve la ricordate quest'altra storia pazzesca di una città pazzesca? Comincia nel 2014 quando l'allora prefetta Maria Guia Federico (che ci ha querelato anche lei perché abbiamo semplicemente rivelato la storia della figlia appena laureata a 31 anni (!) assunta senza selezione dalla Croce Rossa gestita da Stefano Principato (ci ha querelato anche lui e ce la vedremo a breve in aula mentre ha già cambiato avvocato) che aveva l'appalto del Cara Mineo che la stessa prefetta controllava, ma questa poi la ricorderemo meglio). Nel 2015 esplose lo scandalo dei compensi assegnati dalla signora Federico ai commissari da lei stessa nominati per gestire appalto spazzatura e relativa discarica. Adesso la sentenza definitiva del Consiglio di Stato: i soldi in più percepiti devono restituirli e sin dall'inizio. Noi intanto aspettiamo che il giudice si pronunci sulla querela fatta per i nostri articoli che a quanto pare ci avevano visto giusto...

Etna, dopo gli scandali “guide parentali” e arresto Russo Morosoli: come ci vede una “guida seria”

L'Etna dovrebbe essere Patrimonio dell'Umanità, quanto meno patrimonio della sua gente ed invece, a quanto pare, è da troppo tempo patrimonio praticamente esclusivo di quattro arraffoni. Cominciamo ad occuparcene dando voce ad uno dei decani delle guide alpine italiane, Mario "il friulano", chiamato per formare le guide nostrane ed esprime in maniera semplice e cristallina alcune "perplessità": PRIMA PUNTATA

Elezione medici: il Dott. Ippocrate e la politica nella Sanità

Volgono al termine le tormentate elezioni per l'ordine dei medici di Catania e comincia (forse) un'altra storia, al netto di probabili ricorsi già annunciati per il "macello" accaduto nella gestione del seggio elettorale. Intanto il Prof. Beppe Condorelli interviene come sempre a modo suo, stavolta scrivendo direttamente al povero Ippocrate che qualche giro nel suo sepolcro se lo starà facendo...

Decreto “insicurezza”: l’invasione che non c’è e l’emergenza creata

“A Catania si vedono persone costrette a vivere in strada perché cacciate dai centri d’accoglienza”. È questa una delle conseguenze che il Decreto Salvini, divenuto legge pochi giorni fa, ha prodotto nell’immediato e che il Presidente della Comunità di Sant’Egidio Sicilia, Emiliano Abramo ha osservato per noi. È UNA delle conseguenze, ma non è l’unica.

Il ruolo delle ONG. In Sicilia e nel mondo

Sul banco degli imputati lo scorso venerdì pomeriggio è finito  l’utilizzo malevolo che un certo tipo di giornalismo ha fatto negli ultimi mesi delle notizie riguardanti il ruolo e l’azione delle ONG. A organizzare il convegno tenutosi l nell’Aula magna dell’ Università di Catania è stata del resto proprio la ONG che fa riferimento alla Caritas Carmelitana italiana.

Con il Mago Dimis “È Natale per tutti”, dieci gli spettacoli donati al Comune

Catania c'è e ha voglia di andare avanti. E questo Natale continua a darne testimonianza. Dopo la festa di "Xmas in WonderLAD" organizzata da KidsTrip ecco un'altra risposta all'appello del Sindaco Salvo Pogliese a non “spegnere” Catania per Natale

Prende il via la 7^ edizione del Premio Letterario Luigi Pirandello: al centro la Libertà di Stampa

Prende il via la 7^ edizione del Premio Letterario Luigi Pirandello, a presentare il bando di concorso sono intervenuti il Direttore dell’ERSU dott.Valerio Caltagirone, la presidente della giuria prof.ssa Sarah Zappulla Muscarà e il responsabile dell’ufficio stampa dott.Giampiero Panvini.

Il tennis torna in Sicilia: a Solarino la 5^ edizione dei tornei internazionali femminili

Baciata dal sole e in un clima primaverile, Solarino ospita la 5^ edizione dei tornei internazionali di tennis organizzati dal direttore della manifestazione Renato Morabito

Si apre il 7 dicembre con KidsTrip da WonderLad il natale per i bimbi catanesi

Una partnership fantastica ed ormai consolidata, testata anche con WonderTime, quella tra i mecenati del mega progetto WonderLad Cinzia Favara ed Emilio Randazzo con le iper attive cultural manager di KidsTrip Bianca Caccamese e Giusy Mazzola, ormai punto di riferimento delle famiglie catanesi con bambini che non vogliono annoiarsi: giorno 7 dicembre (solo su prenotazione) a partire dalle 16.30 laboratori e giochi per bambini nella splendida sede di via Filippo Paladino che presto sarà consegnata alla città.

Elezioni medici, da domani si rivota: l’appello di Giorgio Giannone

Dal 7 al 10 i medici catanesi sono chiamati al secondo turno di votazioni e stavolta è scontato il raggiungimento del quorum. Riceviamo e pubblichiamo la nota diffusa dal candidato presidente della "Lista Giannone":  "Le idee prima dei finanziamenti, i medici prima dei voti, pazienti e non interessi."

Il decreto sicurezza e l‘emergenza minori a Catania

Emma Averna, presidente della onlus Mediterraneo Sicilia Europa, nella giornata mondiale del volontariato, attraverso un rapido viaggio nella realtà catanese, ci racconta la storia molto concreta di Sandij, un giovane fuggito dalla violenza che dopo un difficile percorso di integrazione e speranza rischia con le nuove norme di essere espulso: così, come nulla fosse.

Albero in Piazza Palestro, atmosfera natalizia per sconfiggere il dissesto

Il Consiglio della Prima Municipalità di Catania si 'autotassa' e finanzia a proprie spese l'illuminazione dell'Albero di Natale di Piazza Palestro. Lo scopo è quello di diffondere un pò di spirito Natalizio, che in un periodo così delicato per la Città sta venendo a mancare

Oggi udienza per l’incredibile querela di Enzo Bianco contro Marco Benanti e Matteo Iannitti

Quella che raccontiamo, e ricordiamo, è una grottesca vicenda politico-giudiziaria che, come diciamo spesso, neanche nella Colombia ai tempi di Escobar. Il 4 novembre 2016  scrivevamo: "Che un sindaco, metropolitano o intergalattico che sia o si creda di essere, pensi di reagire a critiche ed opposizioni con l’arma intimidatoria della querela, arrivando persino ad opporsi alla richiesta di archiviazione della procura, è una cosa brutta. Bruttissima." Sono passati oltre due anni e due cittadini per bene, il leader politico di opposizione Matteo Iannitti ed il giornalista Marco Benanti, sono ancora sotto processo per una cosa assurda, mentre chi ha causato il dissesto della città e, come ormai acclarato dalla Corte dei Conti, falsificato per anni i bilanci pubblici, risulta ancora a piede libero e neanche indagato. Almeno che si sappia..

I comitati elettorali di Enzo Bianco? Da Russo Morosoli!

Già, proprio così. E non uno, ma addirittura due le sedi dei comitati elettorali dell'ex sindaco (metropolitano, si badi) Enzo Bianco avevano per sede immobili in zone prestigiose di proprietà dell'imprenditore/editore Francesco Russo Morosoli attualmente agli arresti, insieme al sindaco di Bronte, accusato di più di una spregiudicatezza. Coincidenze catanesi.

Santonocito e incarico da 40mila euro alla Scialfa: Procura chiede il rinvio a giudizio

E già, era il 3 maggio 2015 quando Sudpress pubblicò l'articolo che segnalava lo strano incarico ad un assessore in carica della giunta Bianco. Manco a dirlo minacce di querela, diffide, musi lunghi. A conferire l'incarico era l'allora direttore generale del Garibaldi Giorgio Santonocito, appena confermato dal governo Musumeci manager ad Agrigento. L'assessore beneficiario era Valentina Scialfa. Come sempre a quell'articolo allegavamo tutti i documenti. Passato un anno l'incarico venne addirittura prorogato senza alcun avviso pubblico. Adesso la decisione della Procura di Catania che per questi fatti chiede il rinvio a giudizio. Perché pian pianino i nodi vengono al pettine...e nei prossimi giorni ne racconteremo altre di storie su cui avevamo ragione e ora cominciamo a chiedere i danni per il tempo che ci hanno fatto perdere negli uffici della polizia giudiziaria (dove peraltro, vogliamo dirlo, abbiamo sempre trovato bravissimi e serissimi professionisti)! (pdr)

Asse dei “disservizi”, Cantarella: “Intervento in corso, ma la competenza è della Regione

L’Asse dei disservizi, così si potrebbe apostrofare il tratto di strada a scorrimento veloce che collega Corso Indipendenza con l’A19. Inaugurata nel 2010, da quando è stata aperta non ha mai davvero visto un processo di pulizia approfondito, e le conseguenze purtroppo si sono rese evidenti nel corso del tempo.

Dissesto, approvato rendiconto 2017 col risultato monstre e sinora nascosto alla città: -642 milioni

Manco a dirlo, l'ex sindaco Bianco che ancora ciancia con i suoi supporter che il dissesto si sarebbe potuto evitare, ieri era di nuovo assente dal consiglio comunale che ha preso atto del disastro totale in cui hanno condotto la città di Catania. Tra l'altro, per legge, il rendiconto 2017 doveva essere approvato entro il 30 arile 2018 proprio dall'amministrazione Bianco, (si comincia a capire perché lo ha omesso) e se fosse stata rispettata la legge, almeno in questo, si sarebbero potuti già incassare i 29 milioni del  fondo di solidarietà nazionale ed oggi i dipendenti comunali e delle partecipate avrebbero già avuto i loro stipendi! O forse meglio così, probabilmente li avrebbero fatti sparire prima delle elezioni come hanno prosciugato tutte le altre risorse, anticipazioni comprese, non lasciando il becco di un quattrino. In attesa di analizzare i dati contabili giunti in tarda serata e che meritano un approfondimento, pubblichiamo integralmente il comunicato di fine seduta allegando per gli appassionati della materia i documenti approvati. (PDR)

Che succede al MAAS di Catania? Intanto arrivano gli ispettori…

Già, qualcosa non quadra con i suoi 35 milioni di debiti e perdite costanti. Si fermano al 2016 gli ultimi dati pubblicati dalla società consortile gestita dal 2012 da Emanuele Zappia, fedelissimo di Raffaele Lombardo. Si, ancora lui, che controlla anche la SIDRA, la presidenza del consiglio comunale di Catania, assessorati e dirigenti regionali e comunali oltre a manager sanitari appena nominati, vedi il cognato Iudica ad Enna, e chissà cos'altro: ma questa è un'altra storia, ci torneremo. Intanto pensiamo al MAAS, dove domani, martedì, alle 9.30, arrivano due ispettori regionali che hanno già richiesto verbali ed estratti conto bancari. E gli esposti arrivano in Procura.

Blitz della Finanza: arrestati sindaco di Bronte e editore UltimaTV Francesco Russo Morosoli

Comunicato della Guardia di Finanza su una maxi operazione che coinvolge affari, turbative e corruzione intorno alle Funivie dell'Etna. Problemi anche nella gestione dell'emittente televisiva UltimaTV con l'accusa di estorsione ai danni dei dipendenti.Decine gli indagati prr vari reati. IN AGGIORNAMENTO

In evidenza

Vitamina C: in che modo assimilarla, proprietà e breve storia

La Vitamina Cè una sostanza indispensabile per il nostro organismo, utile a rafforzare il sistema immunitarioe a svolgere un’ottima azione antiossidante. Attraverso la lettura di quest’articolo sarà possibile scoprire questa vitamina in tutte le sue sfaccettature, dagli alimenti da cui è possibile ricavarla, a come agisce e in che modo comportarsi dinanzi a delle carenze.

Albero in Piazza Palestro, atmosfera natalizia per sconfiggere il dissesto

Il Consiglio della Prima Municipalità di Catania si 'autotassa' e finanzia a proprie spese l'illuminazione dell'Albero di Natale di Piazza Palestro. Lo scopo è quello di diffondere un pò di spirito Natalizio, che in un periodo così delicato per la Città sta venendo a mancare

Domiciliari per persecutore violento: vessazioni e violenze continue sulla compagna

Reiterate violenze e minacce costanti per una donna catanese, da parte dell'ormai ex compagno, denunciato, e finalmente obbligato ai domiciliari per i reati di maltrattamenti contro familiari, atti persecutori e lesioni personali aggravate, commessi proprio a danno della convivente. Ancora un caso di vessazioni in famiglia, fortunatamente non conclusosi tragicamente

Gestore non riattiva l’automatico: in 40 rubano carburante

Un banale errore di distrazione è costato carissimo al gestore di un distributore di benzina di Giarre, in viale Jonio. A cavallo di ferragosto, dopo aver riaperto dalle ferie per aiutare un cliente che necessitava di rifornire il proprio mezzo pesante, aveva dimenticato di bloccare l'erogazione automatica, alla chiusura dell'auto pompa. Tutti avevano potuto quindi rifornirsi liberamente per essere poi denunciati singolarmente per furto aggravato

Operazione “Cupola 2.0”, reazioni e commenti dal mondo politico

L’imponente Operazione “Cupola 2.0”, portata avanti questa notte dai Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo, ha comportato l'arresto di 46 persone, riconosciute come i "nuovi vertici della commissione" di cosa nostra. Dopo aver delineato i fatti cerchiamo adesso di mettere ordine tra la miriade di commenti politici che si sono susseguiti in queste ultime ore, allo scopo anche di puntare l'attenzione su ulteriori ragionamenti, ripercussioni e conseguenze che l'azione di questa notte porterà con sè in futuro.

1 e 2 Dicembre, I Portali si trasformano nella Piazza della Prossimità e apre il Centro Respiro  

Ideata da Fondazione Ebbene e realizzata con il contributo di associazioni e imprese a vocazione sociale, l’1 e 2 dicembre dalle 10.30 la Piazza della Prossimità animerà il cuore del Centro Commerciale i Portali con cultura, spettacolo e divertimento, tutto a “Impatto Sociale”.

I profumi e gli aromi più amati dagli italiani

L’importanza del profumo: Il  nostro senso dell'olfatto è una molla che attiva le sensazioni più piacevoli. Quando mangiamo, per esempio, il senso del gusto è combinato con l'olfatto. Questo è il motivo per cui spesso associamo il cibo a ricordi d'infanzia o eventi felici, perché gli odori che si registrano mantengono presenti i ricordi di nella memoria per molto tempo.

Secondo modulo dei corsi di Comunicazione YMCA-SUD

Prosegue l'impegno congiunto del nostro gruppo editoriale che con la Fondazione YMCA Italia Onlus  sta organizzando corsi di Comunicazione e Social Media Marketing, con lo scopo di dotare i propri assistiti e collaboratori degli strumenti necessari per comunicare al meglio la propria attività e le rispettive mission.

Copertina

Speciale

Cronaca

Eventi

Sport

Al voto

Login Digitrend s.r.l