381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px) (1)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Su Sudsport Pallavolo SuperLega: Saturnia chiude il campionato con una vittoria, l’applauso dei 1500 supporterPare funzionare la cura del nuovo Questore di Catania Bellassai: aumentano presìdi, operazioni e agenti in stradaSu Sudsport Giorgini Muri Antichi vince anche con UNIME e resta saldamente in testaGestire la maternità nel contesto lavorativo: l'approccio di una madre moderna..di 5 figliSabato 2 marzo andremo in diretta dal teatro Nelson Mandela di Misterbianco: ma è più divertente se veniteSu Sudsport Pallanuoto, Giorgini Ottica Muri Antichi pronta a tornare in vasca: alle 15 in casa di UnimeRegione, la comunicazione istituzionale è da quarto mondo e ferma al '900: altro bando da 9 milioni di euroIl caso del video/manganello contro l'ex candidato sindaco di Catania Lanfranco ZappalàSu Sudsport la settimana di successi e delusioni per il Cus Catania: ecco tutti i risultati!Furti d'auto sempre più frequenti. Ecco cos'è accaduto a Scordia: rubata in 15 secondi

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

"Nuova" PUBBLISERVIZI: se i sindacalisti non sanno neanche proclamare uno sciopero...

15-11-2023 06:37

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus, Pubbliservizi, Laterale,

"Nuova" PUBBLISERVIZI: se i sindacalisti non sanno neanche proclamare uno sciopero...

E se poi, dopo tanti anni, i risultati sono quelli di Pubbliservizi-SCMC, tanto per fare due esempi, qualche domanda non sarebbe il caso di porsela?

progetto-senza-titolo---2023-11-14t232548.885.png

Capita che le inadeguatezze siano speculari.

Da un lato amministratori spesso nella migliore delle ipotesi pasticcioni, dall'altro rappresentanti sindacali che non si capisce quali interessi rappresentino e come.

 

Con la differenza che i primi, gli amministratori pubblici, capita che in qualche modo decadano o vengano sostituiti, mentre nei ruoli sindacali troviamo gli stessi dirigenti da decenni, capaci di sopravvivere miracolosamente ad ogni cambio di gestione, magari nel frattempo piazzando o garantendo qualche parente stretto. Tutto il mondo è paese, ma a Catania di più.

 

Nella vecchia Pubbliservizi, quella fallita, ne sono capitate di ogni tipo: girano ancora lettere di “sostegno” ad amministratori poi finiti in galera e persino “raccolte di firme” di giubilo in favore di quelli che l'hanno fatta fallire.

 

Ora, nella nuova azienda speciale, la SCMC, i cui problemi sono già troppi e già denunciati, sono in corso posizionamenti e ri-posizionamenti.

 

L'ultimo caso è di questi giorni.

Quello che sta accadendo nella nuova società provinciale che ha sostituito la fallita Pubbliservizi lo abbiamo più volte raccontato, con una situazione talmente caotica da indurre i revisori dei conti a posizioni molto dure nei confronti dell'amministratore unico Mario Balsamo e di una tale gravità da indurre due sigle sindacali confederali, CGIL e CISL, a proclamare lo stato di agitazione e addirittura uno sciopero programmato per il 17 novembre.

 

Ne abbiamo scritto la scorsa settimana e le firme sulla proclamazione dello sciopero erano di Davide Foti per la CGIL e Rita Ponzo per la CISL.

 

Peccato che le due sigle sindacali non hanno tenuto conto che ci sono regole precise stabilite dalla legge e che dovrebbero ben conoscere, e invece hanno dovuto subire la pesante bacchettata della Commissione di Garanzia che li ha costretti a revocare lo sciopero.

commissione-garanzia-sciopero-1.png
commissione-garanzia-sciopero-2.png

Ai due sindacalisti, Foti della CGIL e Ponzo della CISL non è rimasto che mettere le pive nel sacco e revocare l'azione di protesta:

revoca-sciopero-del-17.11.2023.jpeg

Uno scivolone che indebolisce l'azione sindacale e mette in discussione la capacità di rappresentare gli interessi dei lavoratori in modo adeguato: se non conoscono o non applicano le leggi più elementari che ne regolano l'attività, come dovrebbero tutelare i dipendenti?

 

E se poi, dopo tanti anni, i risultati sono quelli di Pubbliservizi-SCMC, tanto per fare due esempi, qualche domanda non sarebbe il caso di porsela?


Leggi anche:







































image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder