Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

MENU

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

IN EVIDENZA

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Operazione antimafia "Sangue blu": per la DDA è Francesco Napoli il capo della cosca Ercolano-SantapaolaARRESTATO IL "RESPONSABILE PROVINCIALE" DELLA COSCA SANTAPAOLA-ERCOLANOIl programma di Giorgia Meloni "Per l'Italia - Accordo quadro per il governo di centro destra"Elezioni Regionali, tutte le preferenze nel collegio di CataniaIl commiato di Stefania Prestigiacomo, la vittima più illustre del sistema elettorale "roulette russa"Regionali, alle 7 spoglio ancora in corso: affluenza drammatica al 48%, Schifani verso la presidenza, tutte le preferenzeLes jeux sont faits (?): l'Italia va a destra, astensione senza precedenti al 36%I TALK in diretta. Nel centro di Catania nasce un Centro per contrastare la povertà crescente? Si!LA LIBERTÅEnnesimo scandalo catanese: si leggano gli atti. Senza mediazione: L'ORDINANZA INTEGRALE

In piena emergenza mondiale la Camera di Commercio di Agen & C. compra...libri

26-03-2020 04:49

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, SAC&CamCom, Potere&Poteri,

In piena emergenza mondiale la Camera di Commercio di Agen & C. compra...libri

Càpita, ormai sempre meno a dire il vero, che qualcuno ci chieda perché mai ce l'abbiamo con tizio o caio. Una delle risposte è il pezzo di oggi, oltr

progetto-senza-titolo-6-.png


Càpita, ormai sempre meno a dire il vero, che qualcuno ci chieda perché mai ce l'abbiamo con tizio o caio. Una delle risposte è il pezzo di oggi, oltre alle decine che abbiamo pubblicato. Per quanto ci riguarda, in un sistema legale, corretto, ragionevole, sarebbe bastata la vicenda dei soldi ai figli o le consulenze ad amici, parenti e persino propri controllori per cacciarli senza perdite di tempo.



Quello che combinano, il modo in cui gestiscono risorse pubbliche, persino in momenti così gravi, è assolutamente intollerabile, un insulto gradasso e tracotante ad un'intera comunità che combatte per la vita dei propri componenti, un'aggressione continua ed imperterrita all'Interesse Generale.



Subire questa inadeguatezza è inconcepibile e sta contribuendo enormemente ad una disaffezione pericolosa nei confronti delle Istituzioni.



Noi continuiamo a non starci perché non vogliamo esserne complici come chi non interviene.



Vediamo quest'ultima, fresca fresca, proprio di ieri, pubblicata all'albo della Camera di Commercio del Sud Est il 25 marzo, quando in Italia venivano registrati 74.386 contagiati di cui 23.112 ricoverati con 3.489 in terapia intensiva e 7.503 deceduti.


schermata-2020-03-26-alle-06-.png

La delibera di cui ci occupiamo è del 4 marzo.


A quella data è già tragedia mondiale da almeno due mesi, inizi di gennaio, con migliaia di morti e l'Organizzazione Mondiale della Sanità che il 30 gennaio proclama lo stato di emergenza internazionale.


Il governo centrale italiano


in data 31 gennaio delibera lo stato di emergenza per sei mesi.

Il 20 febbraio scoppia in tutta la sua drammaticità il focolaio di Codogno e l'Italia precipita ufficialmente nell'incubo.


E che combinano alla Camera di Commercio del Sud Est?


schermata-2020-03-25-alle-14-.png

Della gravità della situazione sono tutti perfettamente informati, tanto che


il 25 febbraio

il Segretario Generale Rosario Condorelli informa tutti i consiglieri camerali di aver ricevuto da Unioncamere nazionale la disposizione di annullare tutti gli eventi in programmazione.


In realtà anche di questo se ne fregano bellamente tenendo, come nulla fosse, sabato 29 febbraio nella sede della Camera di Commercio di Catania, un surreale convegno a cura di un'organizzazione guarda caso facente parte del "Sistema ConfCommercio", la FIMAA, alla presenza del noto presidente della Camera di Commercio e ConfCommercio Pietro Agen: per loro la disposizione non vale!


img-20200229-wa0008-300x169-.jpg

Ma è quello che accade il 4 marzo

, quando già i morti per coronavirus in Italia si contano in maniera drammatica ed esponenziale, a risultare davvero esagerato.


Proprio il 4 marzo questa testata decide di lanciare un appello, a doppia firma editore-direttore

, cosa che abbiamo fatto molto raramente, a segnalare la gravità del momento, e questi tizi lo stesso giorno si mettono a spendere soldi pubblici in questo modo...


Mentre questa testata, esprimendo il sentimento di tutto il paese, sentiva il dovere di ringraziare quanti stavano rischiando la vita per curare la nostra gente, questi signori si riunivano per comprare con soldi pubblici...libri.


nzo-193x300-.jpeg

Il 14 febbraio infatti, un editore di libri catanese, Giuseppe Maimone, (già assessore in una delle giunte Scapagnini ed editore di una pubblicazione dell'attuale segretario generale della Camera di Commercio Rosario Condorelli) aveva presentato alla Camera di Commercio del Sud Est una "offerta" per l'acquisto di libri sul vino: 18 euro cadauno. Un affare.


Il 14 febbraio è un venerdì, neanche fosse la cosa più urgente del momento, in appena 12 giorni lavorativi


l'imperdibile "offerta" il 4 marzo viene portata in giunta camerale e subito deliberata.

All'unanimità!


Ne vengono acquistati, con soldi pubblici, in questo momento, 300 di questi indispensabili volumi in "offerta".


5.400 euro.


CINQUEMILAQUATTROCENTO EURO.


DI SOLDI PUBBLICI.


IN QUESTO MOMENTO.


Un casco respiratore costa 200 euro.


casco-per-ossigenoterapia-1289450-150x150-.jpg

Chiedetecelo ancora perché ce l'abbiamo con questa gente...

 


AVVERTENZA PER PM, GIP E GIUDICI (nel caso di denuncia per diffamazione questo inciso fa parte integrante dell’articolo): questo, come tutti gli altri dedicati a SAC e Camera di Commercio di Catania, (tra loro collegate per gestione, direzione e controllo), è indispensabile, a fini di giustizia, valutarlo in relazione a tutti gli altri pubblicati, (alcuni elencati in via non esaustiva in calce e compresi quelli che saranno pubblicati prossimamente), in quanto fa parte di un’unica organica attività d’inchiesta giornalisticaorientata alla funzione di pubblica utilità di raccontare le dinamiche del potere locale, i metodi di gestione di enti pubblici e l’utilizzo di pubbliche risorse. Di conseguenza toni e contenuti sono direttamente correlati alla successione narrativa.

 


Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder