Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

MENU

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

progetto senza titolo (1)
progetto senza titolo (1)
progetto senza titolo (1)
progetto senza titolo (1)

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

ODA, Vescovo e Commissario respingono strumentalizzazioni: "La Fondazione è stata salvata, e non è stato facile né è scontato"L'assessore regionale all'Economia Marco Falcone confessa in diretta la lottizzazione della Sanità e inguaia il governo MusumeciPubbliservizi: il Consiglio di amministrazione tenta l'ultima cartaIl TALK delle 10: Lirica, conosciamola perché è una meravigliaIl caso Juventus, la nuova calciopoli: "Può scindersi il divertimento dalla morale?"Sanità, CODACONS denuncia parentopoli al Garibaldi di Catania e ASP Ragusa, Catania e PalermoIM-BA-RAZ-ZAN-TEFallimento PUBBLISERVIZI: il commissario Portoghese risponde picche, silenzio assoluto della politica, cominciano le proteste dei dipendentiPUBBLISERVIZI, ULTIMORA delle 12: lavoratori in presidio attendono il commissario Portoghese, già insediati i Curatori che ricevono il CdAPUBBLISERVIZI FALLITA, parla il presidente Giuseppe Molino: “Il CDA spettatore impotente, si poteva evitare ma qualcuno ha remato contro”

UNICT, lo stanno rifacendo: a Giurisprudenza assumono due nuovi docenti di...Economia. Ce ne sono 13 già stip

24-04-2020 04:02

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Università,

Lo ricordate il "Caso Licandro"?

Uno dei più incredibili affronti all'intelligenza di chiunque sia anche solo passato dalle parti dell'Università di Catania. Questo pomeriggio, in videoconferenza, il Consiglio del Dipartimento di Giurisprudenza procederà alla chiamata di due nuovi docenti. Il costo per le notoriamente disastrate casse accademiche si aggirerà intorno ai 200 mila euro. Ma non è questa la maggiore perplessità...


Quello che desta maggiore curiosità è cosa frulli in testa a chi gestisce istituzioni così importanti, per di più in momenti così drammatici, che mettono in discussione persino la sopravvivenza di intere fasce della popolazione e rendono disperata la ricerca ed il rispetto di ogni risorsa, facendo ingenuamente sperare in una presa di coscienza circa il fatto che certe cose devono finire.


Ma quale, neanche a parlarne: anzi.


In questa circostanza non è tanto che a Giurisprudenza si decida di inserire non uno ma due insegnamenti di natura economica-finanziaria: ci starebbe anche.


Il fatto è che l'Università di Catania, combinata per come sappiamo e con una bella fetta di "baroni" sotto indagine proprio per vicende di concorsi e "chiamate", di docenti che insegnano le stesse materie di questi "chiamandi" ne ha già una bella pletora a stipendio.


Per il settore concorsuale


"Economia Aziendale 13/B1"

per il quale hanno deciso di chiamare dall'esterno addirittura un Professore Ordinario (120 mila euro l'anno),


l'ateneo catanese ha già a libro paga ben 7 docenti

: hanno tutti esaurito il loro monte ore d'insegnamento?


Per l'altro settore,


"Scienza delle Finanze 13/A3"

, ne hanno


altri 6

, di cui 4 addirittura Ordinari; stessa domanda anche per loro: hanno tutti esaurito il loro monte ore d'insegnamento?


È stato fatto un atto d'interpello?Neanche perdiamo tempo a fare istanza di accesso agli atti, tanto non rispondono o prendono tempo.

E in ogni caso, anche fossero saturi (e ne dubitiamo fortemente), il costo orario non avrebbe superato i 25 euro a fronte dei circa 120 mila annui che costa un ordinario.


schermata-2020-04-24-alle-05-.png

Pare proprio un deja vu

, come quando inventarono di sana pianta l'improbabile cattedra di papirologia per


affidarne qualche ora all'esimio prof. Orazio Licandro

, che era un romanista chiamato da Catanzaro mentre di romanisti già a stipendio ce n'era un mezzo battaglione: sono finiti


tutti indagati, compreso l'ex sindaco di Catania Enzo Bianco

, anche se di questa indagine non si è saputo più nulla.


Per inciso,


alle prime lezioni di studenti ne abbiamo contati 13

: 10 mila euro il costo per studente.


E del resto, come


"reagiscono" alle indagini della Procura catanese da quelle parti lo abbiamo già visto.

Anche questa seduta del Consiglio di Dipartimento di Giurisprudenza finirà probabilmente nel


"Grande Libro della gestione della Cosa Pubblica catanese ai tempi del coronavirus"

.


Qualche capitolo lo abbiamo già in bozza...


AVVERTENZA PER PM, GIP E GIUDICI (nel caso di denuncia per diffamazione questo inciso fa parte integrante dell’articolo): questo, come tutti gli altri dedicati a vicende dell’Università di Catania, è indispensabile, a fini di giustizia, valutarlo in relazione a tutti gli altri pubblicati, (alcuni elencati in via non esaustiva in calce e compresi quelli che saranno pubblicati prossimamente), in quanto fa parte di un’unica organica attività d’inchiesta giornalistica orientata alla funzione di pubblica utilità di raccontare le dinamiche del potere locale, i metodi di gestione di enti pubblici e l’utilizzo di pubbliche risorse. Di conseguenza toni e contenuti sono direttamente correlati alla successione narrativa.


 


image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder