381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

ASP Catania e Regione Siciliana, "Questi sono pazzi": caos totale con la sospensione di Laganga che fanno finta di non sapereSu Sudsport Petizione per intitolare il Palasport alla Signora del Volley Lilyana Pizzo: ma è così difficile fare una cosa intelligente?Comune di Catania: "Fuffa elettorale" i bandi assunzioni, denuncia 5Stelle-PDCamera di Commercio del Sud Est: clamoroso colpo di mano del commissario (nominato da Schifani e Tamajo) che annulla le elezioniBufera su Fratelli d'Italia per il condannato per mafia di Paternò nello staff dell'eurodeputato MilazzoSu Sudsport Automobilismo: gare in tutta Italia per i team siciliani"Metamorfosi Materiche": presso la galleria Arionte una mostra personale di Raimondo Ferlito visitabile fino al 22 giugno 2024"Il Bene deve essere fatto Bene": il Progetto Stramondo dei frati francescani di Santa Maria di GesùSu Sudsport: a luglio Catania diventa teatro dei campionati nazionali di pattinaggio freestyleTensioni all'AMTS di Catania: raccolta firme del sindacato CUB Trasporti per un referendum aziendale

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

Pubbliservizi: il commissario Perazzoli a caccia della talpa...barricata

13-07-2021 07:05

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus, Pubbliservizi, pubbliservizi, Maria Virginia Perazzoli,

Pubbliservizi: il commissario Perazzoli a caccia della talpa...barricata

Il surreale "invito a confessare": I Monthy Python non sarebbero riusciti ad essere più comici

schermata2021-07-13alle06-10-57-1626149575.png

Qualche giorno fa abbiamo raccontato di una lunga serie di rimborsi spese che interessavano la società partecipata dalla Città Metropolitana di Catania Pubbliservizi.

 

Argomento di indiscutibile pubblico interesse e rilevanza, considerato che si tratta di soldi pubblici e metodi di gestione da parte di incaricati di pubbliche funzioni.

 

Migliaia di euro in pranzi, cene, soggiorni e voli caricati sul bilancio di un'azienda da anni sull'orlo del fallimento.

 

Che un Commissario ministeriale, nominato dal ministero per lo Sviluppo Economico, e quindi un pubblico funzionario, decida di farsi rimborsare grappe barricate, gamberi rossi e altre prelibatezze, vasche idromassaggio, e spesso pranzi o cene a più coperti, non è solo una questione di buon gusto, ma diventa di pubblica rilevanza quando il denaro utilizzato è pubblico e per di più di una società con enormi difficoltà.

 

E pone senza ombra di dubbio l'opportunità ed i criteri in base ai quali il ministero competente effettua la scelta di certe nomine così delicate.

La reazione all'articolo da parte del commissario Perazzoli è stata quanto mai scomposta e decisamente inopportuna, arrivando a formalizare una vera e propria "caccia alla talpa", con tanto di intimazione alla "confessione".

 

A quanto pare problematiche che riguardano non solo quanto accade a Catania, considerato che ci sono arrivate segnalazioni anche da Velletri ed altre città del Lazio che tiamo verificando e che rendono quanto mai necessari i più opportuni approfondimenti, e non da parte nostra che ci limitiamo a raccontare.

 

La reazione, si diceva, è davvero ultra interessante e consiste in una lettera che il commissario ministeriale Maria Virginia Perazzoli ha inviato su carta intestata della Publbiservizi in data 12 luglio a diversi dipendenti della stessa società, il contenuto è inaudito ed incredibile:

pubblije-1626154191.jpg
8c2d5452-c960-4292-84fc-7b428cdac5d5-1626151054.jpg

I Monthy Python non sarebbero riusciti ad essere più comici: peccato che si tratti di funzioni pubbliche, se no ci sarebbe da ridere a crepapelle.

A parte gli insulti al nostro giornale, (definirlo "sedicente" induce tenerezza e comprendiamo il nervosismo considerato che si tratta di un quotidiano registrato da oltre un decennio presso il Tribunale di Catania e con decine di migliaia di lettori al giorno) e l'accenno patetico alle querele subìte, che sono medaglie per quanto ci riguarda e per le quali stiamo già ottenendo cospicui risarcimenti, le affermazioni contenute nella missiva sono davvero surreali.

 

Incomprensibile e persino aggravante il tentativo di giustificare l'acquisto al Decò con il fatto che la società era chiusa per ferie: per emettere una fattura in un supermercato bisogna espressamente chiederlo alla cassa ed allora il problema è chi lo ha fatto e come si è permesso?

Il fatto poi che gli addetti al controllo della Pubbliservizi abbiano respinto il pagamento conferma che il tentativo di rimborso era del tutto irregolare.

 

"L'offerta della possibilità di confessare" è poi quanto di più patetico ci sia capitato di leggere in un atto firmato da un incaricato di pubbliche funzioni e si commenta da sé, ma rende urgente che gli organi competenti si esprimano su quanto accaduto.

 

Confessi lei, piuttosto: "Chi erano gli altri commensali ai quali ha pagato pranzi e cene con i soldi pubblici della Pubbliservizi?"

 

A chi è stata pagata la camera presso Etna Suite il 28 settembre 2020 in contemporanea alla sua?

 

Il richiamo poi alla "dignità" da parte di chi se ne va a bere grappe barricate e quant'altro, magari con amici e parenti, a spese di una società pubblica sull'orlo del fallimento...bhe.

 

"Avvocato Perazzoli, attendiamo con ansia la sua querela e sappia sin d'ora che non accetteremo remissione".

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder