martedì - 22 ottobre 2019

Catania in marcia per l’ambiente. Ma il Comune?

Mentre spopolano le immagini di migliaia di giovani (e non solo) in marcia per il clima a Catania come nel resto del mondo, fulminati sulla via di Greta Thunberg e dei Fridays for Future, cosa fanno le amministrazione per aiutare l’ambiente?

Acicastello e Belpasso eccellenze nella raccolta differenziata

Nelle scorse settimane sul nostro young magazine SUDlife abbiamo parlato di imprese che stanno portando un’innovazione nel modo di vedere i rifiuti, tanto dal punto di vista imprenditoriale quanto dal punto di vista delle abitudini di ognuno. Alcune di queste traggono dagli scarti tessuti e bio-plastiche, mentre altre lavorano per evitare che i rifiuti diventino

DIFFERENZIATA-ACI-CATENA-BARTOLOMEO-TAGLIAVIA

Differenziata ad Aci Catena, Tagliavia: “Al peggio non c’è mai fine”

Titola così l’ennesimo appello relativo alla questione rifiuti che Bartolomeo Tagliavia, noto attivista M5S del Comune di Aci Catena, si trova ancora una volta a dover indirizzare al Sindaco Sebastiano Oliveri e all’Assessore all’Ecologia Giovanni Pulvirenti

Isola ecologica di Nesima: mai attivata e vandalizzata.Ma l’amministrazione Bianco che fa?

Elementi di ferro portati via, struttura sempre più fatiscente e spazzatura gettata a a caso ovunque. E meno male che nel 2014 il Comune aveva messo a disposizione 400 mila euro da destinare a tutte le isole ecologiche della città e questo poteva costituire una speranza per recuperare l’impianto. Da allora sono passati più di

Rifiuti, la vergogna di Catania per le strade

Sacchetti di organico, pannolini, vecchi indumenti, stracci, legna, e addirittura divani in bella mostra proprio sul marciapiede: è ancora caos rifiuti per le strade del centro storico, specialmente in alcuni punti dove da mesi si sono formate delle micro discariche e si tratta delle centralissime via Grotte Bianche e via Sisto, la parallela di via

Rifiuti attorno ai “carrozzoni”, viaggio tra la inciviltà nelle zone dei paninari

Sporcizia, rifiuti e liquidi versati dove capita e senza alcuna sorveglianza. Questa è la situazione che da tempo riguarda i camion dei panini e che ormai governano il capoluogo etneo destando malumore da parte di molti cittadini che abitano in zona e dei quali Sudpress ha raccolto le segnalazioni: “Dovrebbero aumentare i controlli! Non se

Boschetto della Plaia tra spazzatura, pericoli e poca avventura

Un parco avventura aperto a singhiozzi e senza controlli, rifiuti di plastica un po’ ovunque, fontane che perdono, mucchi di rami accatastati non rimossi. Questa è la situazione che c’è al boschetto della Playa a circa due mesi di distanza dalla tanto attesa inaugurazione del Liotru Adventure Park finalizzata alla rinascita dell’area VIDEO E FOTOGALLERY

Scandalo Rifiuti: un’estate senza scampo!

In questi giorni Sudpress ha portato alla luce l’ennesima vergogna: dal 30 giugno non esistono più centri di raccolta per l’organico che finisce nelle discariche indifferenziate costando il 40% in più. Fatto ancora più allarmante è che con una delibera di aprile il Comune di Catania ha impegnato inizialmente 10 mila euro, aggiungendone poi altri 20

Via Grotte Bianche e via Caronda, le discariche a Catania sbucano come funghi

Ormai a Catania le discariche nascono come funghi, complice la quasi totale inefficienza della raccolta differenziata. L’ultimo caso, dopo quello segnalato in via Firenze appena ieri, è agli angoli di due centralissime strade di Catania: via Grotte Bianche e via Caronda. L’inciviltà che dilaga impunita segna la sconfitta delle istituzioni. La rabbia dei residenti è incontenibile:

Caos rifiuti, 1300 tonnellate di spazzatura in nave verso il Piemonte. Crocetta: “Ma la situazione migliora”

La soluzione spiega il governatore siciliano serve a “fronteggiare la situazione che si è verificata nella discarica di Bellolampo, a Palermo, a causa del sovraccarico di arretrato, che tra l’altro impedisce ai comuni del Palermitano di conferire lo straordinario”

Welcome to Catania…città della spazzatura

E’ la conseguenza del sequestro dei mezzi alla Catania Multiservizi, ma è assurdo che non si sia ancora trovata una soluzione

Dopo proto ora tocca ai Leonardi. [[Revoche in arrivo per la discarica

Pare che ci siano state delle irregolarità in alcun autorizzazioni rilasciate e soprattutto pare che sia stato  rilasciato un numero anomalo di AIA. La pratica è nelle mani del dirigente Lupo 

Login Digitrend s.r.l