Il Comune di Catania avrebbe bloccato, rendendole inaccessibili ai motori di ricerca mondiali, come Google, le pagine dedicate all’“Amministrazione trasparente” del proprio sito web. L’accusa pesantissima viene da Striscia la Notizia, la popolarissima trasmissione televisiva guidata da Antonio Ricci della fascia preserale di Canale 5, seguita da milioni di telespettatori. In pratica la sezione contenente gare d’appalto, consulenze e incarichi e tutti gli atti posti in essere dagli enti pubblici, che per legge ogni istituzione deve mettere in rete attraverso il proprio sito internet istituzionale allo scopo di rendere visibile ogni propria attività e prevenire eventuali fenomeni di corruzione, sarebbe stata “oscurata” ai motori di ricerca, commettendo un grave atto illegittimo GUARDA IL VIDEO AGGIORNAMENTO: LA REPLICA DEL COMUNE DI CATANIA

Un’ennesima figuraccia nazionale dopo quelle già collezionate dall’Amministrazione comunale del sindaco Bianco, non ultima quella mandata in onda dall’inviata della stessa trasmissione in Sicilia, Stefania Petix, che appena un anno fa aveva denunciato il pessimo stato in cui si trovano numerosi impianti sportivi catanesi, con tanto di riprese impietose sui disastri nei palazzetti dello sport etnei.

Antonina Liotta Responsabile Anticorruzione

Stavolta la denuncia è di un altro popolare inviato, il famoso “capitan Ventosa” che in un servizio televisivo bolla il fatto come una “magagna” illegittima, da lasciare senza parole. Ogni commento infatti, sarebbe superfluo da parte nostra. Vi mostriamo quindi il video del servizio della trasmissione satirica senza aggiungere altro…


Riceviamo e pubblichiamo la replica che la direzione Servizi Informatici del Comune di Catania ha inoltrato alla rete Mediaset:

 

Oggetto: servizio Striscia la notizia del 4 maggio 2018 su Amministrazione Trasparente – richiesta rettifica

Con riferimento al servizio della trasmissione “Striscia la notizia” di giorno 4 maggio 2018,

http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/siti-della-pubblica-amministrazione-poco-trasparenti_35859.shtml

 
 in cui è stato rappresentato che sul sito internet istituzionale del Comune di Catania “www.comune.catania.it” è stato attivato, come anche in altre PP.AA., un accorgimento tecnico per impedire l’indicizzazione da parte dei motori di ricerca delle pagine di “Amministrazione Trasparente”, indicando nel servizio quale prova della predetta affermazione il percorso bloccato nel file “robots.txt”:
Disallow: /amministrazione-trasparente/
 
si chiede l’immediata rettifica, di quanto erroneamente affermato nel servizio, circa la sottrazione ai motori di ricerca della Sezione “Amministrazione Trasparente” del sito del Comune di Catania, atteso che le pagine della Sezione Amministrazione Trasparente del Comune di Catania si trovano all’indirizzo “http://www.comune.catania.it/trasparenza/default.aspx” su cui non vi è alcun blocco o filtro per i motori di ricerca.
.
 
Tutto ciò fatte salve ulteriori azioni che l’A.C. vorrà intraprendere a propria tutela.

Distinti saluti.

dott. ing. Maurizio Consoli
Direttore
Direzione Sistemi Informativi
E-Government – Smart-City
Comune di Catania