Che succede a Siracusa? A distanza di oltre 24 ore dalla chiusura delle urne, non sono ancora state concluse le operazioni di scrutinio. Il candidato sindaco più votato e che dovrebbe accedere al ballottaggio con oltre il 37% dei voti, Paolo Ezechia Reale, ha emanato un comunicato con cui manifesta la sua preoccupazione.

Paolo Ezechia Reale

“Sono allarmato dal mancato completamento dello scrutinio, a quasi 24 ore dalla chiusura delle urne, e dalle notizie che trapelano su gravi carenze e discrepanze esistenti in alcuni dei verbali consegnati alla commissione elettorale». Lo comunica il candidato sindaco di Siracusa, Ezechia Paolo Reale, il quale aggiunge: «È necessario non solo avere certezza del numero esatto dei voti espressi dai cittadini di Siracusa ma anche la serenità di conoscere che quanto contenuto nei documenti ufficiali corrisponda esattamente alla volontà dei siracusani”.