Al tavolo dei relatori personalità di grande spessore ed esperienza nello specifico settore. Dal sostituto procuratore Fabio Regolo a Giovanni Chinnici passando per il Prefetto Bruno Frattasi, Direttore Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata

Materia altamente complessa quella legata alle misure di prevenzione patrimoniale ma di grande interesse anche per i non addetti ai lavori avendo ricadute importantissime sull’intera comunitá.

“Strumento di aggressione della ricchezza mafiosa o attività punitiva sui generis quando ormai nessun altro strumento può essere più adottato come vera prevenzione antimafia?”

È a partire da questo quesito che muoveranno le loro riflessioni i relatori del seminario “I nuovi trend nelle misure di prevenzione patrimoniale”, organizzato dalla Fondazione YMCA Italia Ets di Catania a conclusione del master universitario dedicato all’argomento.
L’appuntamento è per sabato 16 novembre alle ore 9.30 presso la sala convegni roof A del Le Dune Sicily Hotel.

La tavola rotonda sarà coordinata da Daniela Mainenti, docente universitaria di Diritto e Procedura penale e a dare il saluto iniziale sarà l’avv. Vito Branca, componente e delegato del Comitato Scientifico della Fondazione Ymca Italia Ets.

Al tavolo dei relatori personalità di grande spessore ed esperienza nello specifico settore.
Tra i più attesi, in rappresentanza della Procura della Repubblica di Catania, il Sostituto Procuratore Fabio Regolo, che dallo scorso settembre è coordinatore proprio del pool delle Misure di Prevenzione. Regolo ha condotto alcune delle più delicate inchieste sui reati contro la Pubblica Amministrazione degli ultimi anni: indagini su appalti, corruzione e mazzette che hanno visto protagonisti numerosi colletti bianchi.
Accanto a lui il Prefetto Bruno Frattasi, Direttore Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, Giovanni Chinnici, figlio del giudice Rocco Chinnici, avvocato, Amministratore giudiziario e Coordinatore della Fondazione Rocco Chinnici e il senatore Mario Giarrusso, membro della Commissione nazionale Antimafia e della Commissione Giustizia presso il Senato della Repubblica.
Ma anche gli amministratori giudiziari Rosario Di Legami e Francesco Carpinato; Angelo Caliendo, della Fondazione Eurispes; il responsabile nazionale misure di prevenzione patrimoniali Unicredit Fabio Pantaleo; Francesco Calciano, membro della Commissione Amministrazione Beni Sequestrati dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili di Roma; Domenico Sapia, della Commissione Amministrazione Beni Sequestrati dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili di Roma e Carla Pansini, Direttore del Master di II livello in “Prevenzione dai rischi di infiltrazioni criminali nelle attività economiche, gestione, amministrazione e riutilizzo dei beni sequestrati e confiscati” per Università Parthenope di Napoli.
Chiuderà i lavori Roberto Cunsolo, componente del C.d.A. della Fondazione Ymca Italia Ets.