Il direttivo presieduto da Massimo Buscema ha deciso di acquistare una prestigiosa sede per l’Ordine e per farlo occorre un mutuo milionario che indebiterà i medici per qualche decennio. Deve approvarlo l’assemblea di tutti gli iscritti che è stata convocata con una mail alquanto strana

La mail arriva alle 13.40 del 18 agosto.

Ad inviarla la segreteria dell’Ordine dei medici di Catania.

Destinatari, tutti gli iscritti.

Si tratta in realtà di una “newsletter massiva”, di quelle che in genere chi le riceve neanche le apre.

Il contenuto principale riguarda l’avviso circa la prossima apertura a settembre del Private Hospital Argento, di cui siamo tutti contenti, e un convegno, sempre per settembre, dal tema affascinante “Come Crescere Insieme attorno a una molecola che si chiama GH”.

E fin qui ci siamo.

Ma bisogna spostare l’attenzione sulla colonna di servizio della newsletter, quella all’estrema destra, per notare l’avviso davvero più interessante.

Stampa messaggio di Outlook.com_Pagina_1

 

La collocazione nella mail e, soprattuto il 15 di agosto come data di emanazione della news ci incuriosiscono (le evidenziazioni in rosso sono ovviamente le nostre). 

Scopriamo quindi che il 28 luglio è stata protocollata la convocazione dell’assemblea dei soci poi diffusa come news il 15 agosto sul sito istituzionale dell’Ordine dei Medici ed il 18 nella newsletter cole modalità citate.

La data scelta per riunire le migliaia di medici aventi diritto al voto è singolare, considerata anche la corposità dei 3 punti all’ordine del giorno: approvazione consuntivo 2014, variazioni bilancio 2015 e, soprattutto “autorizzazione a richiedere mutuo  per l’acquisto della sede”

La convocazione è fissata per le ore 8 del 28 agosto in prima convocazione (presumibilmente deserta) e le ore 9 di domenica 30 agosto per la seconda convocazione. All’Hotel Nettuno.  

La convocazione dell'Assemblea dell'Ordine dei Medici

La vicenda dell’acquisto milionario di una nuova sede per l’Ordine dei Medici nasce con l’elezione del nuovo direttivo che vide eletti esclusivamente tutti i candidati della lista “Garantiamo l’Ordine” capitanata dal presidente Massimo Buscema, senza che venisse rappresentato alcun componente delle altre liste in competizione.

VICEPRESIDENTE è il Prof. Antonio Biondi, CONSIGLIERE SEGRETARIO il Dott. Pasquale Albanese, TESORIERE il Dott. Lucio Di Mauro e CONSIGLIERI i dottori Nunziata CassibaRiccardo CastorinaEmanuele CosentinoSebastiano FerlitoRoberto FiaccaventoRaffaele GibiliscoAntonio GrassoAlfio PennisiSebastiano RaneriAntonino RizzoSalvatore Giovanni, VitaleNunzio Ezio Campagna (Consigliere Odontoiatra) Gianpaolo Marcone (Consigliere Odontoiatra).

Questo consiglio direttivo, il 13 febbraio 2015, con la delibera 26, decide che “nel quadro delle operazioni di razionalizzazione degli spazi ed utilizzo degli stessi per l’attività di formazione verso le quali si intende mirare in maniera più importante, intende procedere ad una ricerca di mercato per l’acquisto di un immobile, dotato di adeguata sala convegni, da adibire a propria sede istituzionale.”

Scarica la delibera 26/2015 del Direttivo dell’Ordine dei Medici

Il Direttivo decide quindi di pubblicare il 22 marzo 2015 sul quotidiano La Sicilia un “’Avviso Pubblico di Indagini di Mercato per la ricerca di tale immobile”, come si legge nella nella delibera n.50 del 17 aprile 2015.

Nella stessa delibera veniva nominata una commissione di valutazione delle proposte di acquisto formata dal Prof. Agatino Cariola (Presidente) e dai componenti Ing. Renata Miranda e Rag. Costantino Caramagno, con la signora Agata Carla Basile per i compiti di segreteria.

Con la delibera 83 del 7 luglio 2015 il consiglio direttivo ha preso atto delle risultanze del lavoro della commissione di valutazione  “che in esito alla valutazione comparativa effettuata in base ai criteri stabiliti nel richiamato avviso pubblico, ha individuato le seguenti n. 2 offerte per le successive determinazioni del Consiglio Direttivo:

– Immobile Via Antonello da Messina n. 1 Aci Castello (Ct) (ditta SPES INVEST srl)

– Immobile Piazza Mancini Battaglia n. 5 Catania (ditta GRUPPO IMMOBILIARE ITALIANO).

Nello stesso giorno, il 7 luglio, il consiglio direttivo sceglie l’immobile da acquistare, quello di Piazza Mancini Battaglia (Ognina) proposto dal Gruppo Immobiliare Italiano dei fratelli Alarcon, noti imprenditori di Paternò.

Si legge nella delibera 84 sempre del 7 luglio“RILEVATO che l’analisi e l’approfondimento operato, nella presente seduta, ha portato a ritenere, delle due proposte selezionate dalla Commissione Tecnica, più adeguata e funzionale l’offerta pervenuta dal Gruppo Immobiliare Italiano per le motivazioni richiamate nella scheda tecnica elaborata dalla medesima Commissione a condizione, comunque, che l’offerta economica venga sottoposta a trattativa in quanto l’incidenza a metro quadrato, secondo quanto rilevato dalla Commissione medesima, risulta elevata in rapporto all’attuale tendenza del mercato immobiliare prescrivendo, quindi, come necessaria che la pretesa economica sia adeguatamente allineata ai prezzi di mercato.” 

Insomma, sarebbe un’affare.

Infatti, con la stessa delibera si “delega” il presidente Buscema a trattare con la proprietà il prezzo richiesto sino ad ottenere “un prezzo massimo di 3,5 milioni di euro.”

Bazzecole.

Per poter compiere l’acquisto definitivo, i soci medici dovranno autorizzare la stipula di un mutuo di pari importo che sarà richiesto all’ENPAM, l’ente di previdenza dei medici stessi, i cui vertici di acquisti immobiliari si intendono parecchio, come dimostrato dalle recenti indagini della Guardia di Finanza ed i corrispondenti arresti.

Per indebitarsi, i soci medici dell’Ordine di Catania dovranno attendere le ore 9 di domenica 30 agosto.

All’Hotel Nettuno.

Sala climatizzata.

Si spera.