Lunedì 30 luglio, nello spazio marino antistante Catania, l’Aeronautica militare – con l’ausilio della Guardia Costiera – ha effettuato un’esercitazione di ricerca e soccorso (SAR) per il recupero di  naufraghi in mare aperto. Scopo quello di addestrare gli equipaggi del velivolo P-72A in dotazione al41° Stormo di stanza a Sigonella: un lavoro molto duro.

L’equipaggio del P-72A è stato è stato condotto in una zona di mare dove, a seguito di un incidente di volo simulato, ha consolidato tecniche di sopravvivenza in ambiente marino ostile.

Nella fase successiva (documentata dalle foto in nostro possesso) è avvenuto l’intervento dell’elicottero HH 139A del 82°Centro Combat Search and Rescuedi Trapani: grazie a un verricello calato in acqua è stato simulato il recuperato dei naufraghi.

L’esercitazione ha permesso di perfezionare il servizio SAR previsto in caso di pubbliche calamità, 24 ore al giorno con qualsiasi condizione meteo.

Al termine della giornata, il Comandante del 41° Stormo e dell’Aeroporto di Sigonella, Colonnello Pilota Francesco Frare, nel ringraziare per l’eccellente condotta dell’esercitazione i protagonisti e in particolare il personale proveniente da Trapani, ha detto che: “Ci addestriamo per essere pronti a impiegare i mezzi tecnologici che siamo chiamati a gestire: solo così possiamo fronteggiare ogni situazioni anomala che possa presentarsi garantendo un adeguato servizio alle Istituzioni e alla Collettività”

Il 41° Stormo Antisom dell’Areonautica militare garantisce la sorveglianza marittima, il contrasto ai traffici illeciti e al terrorismo internazionale e la salvaguardia della vita umana in mare nonché protezione delle principali vie di traffico marittimo nei quadranti meridionali del mediterraneo.


Aldo Premoli, milanese di nascita, vive tra Catania, Cenobbio, New York e Washington, dove lavorano i suoi figli. Tra il 1980 e il 1982 collabora con le riviste “Belfagor” di Luigi Russo e “Alfabeta” di Nanni Balestrini. Giornalista professionista, tra il 1989 e il 2000 dirige il periodico specializzato nel settore tessile abbigliamento come “L’Uomo Vogue”. Nel 2013 e 2014 dirige “Tar magazine”, rivista di arte scienza ed etica. Blogger di “Huffington Post Italia”, “Artribune”, collabora con “East-West” Ha pubblicato libri di saggistica e ha fondato, con Maurizio Caserta ed Emma Averna, l’Associazione Mediterraneo Sicilia Europa e il Centro Studi sulle migrazioni che porta lo stesso nome. Dirige il tendermagazine Sudstyle.