Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

MENU

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

IN EVIDENZA

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Pubbliservizi: stipendi ancora in ritardo e i commissari aizzano i lavoratori. Ma che gestione è?Bello: ERSU Catania accoglie e assiste 170 studenti stranieri ErasmusAlberi pericolosi in Zona Industriale: facciamo qualcosa prima che sia tragedia?Oggi alle 17.30 al Metropolitan di Catania Nicola Gratteri, Antonino Raspanti, Antonio Nicaso e Daniela MainentiMiracolo a Catania: il centro di ascolto "Caffè Quotidiano" della Locanda del Samaritano ha aperto davvero"Non serve nessun generale golpista, la democrazia la stanno suicidando"Libera l'ex assessore Barbara MirabellaCatania, una città che non ha cura di niente: perde anche l'Amatori RugbyIl Talk di Sudpress in diretta alle 18: "Il nostro mare, da gioia a pena"Operazione antimafia "Sangue blu": per la DDA è Francesco Napoli il capo della cosca Ercolano-Santapaola

"Lo Stato Sociale" a Scienze Politiche: vince il dibattito allegro e costruttivo

17-02-2019 06:00

Sara Obici

Università, Sud Life, università, lo stato sociale, scienze politiche catania,

0

"Io non voto, e tu?" è stato un successo. Il dibattito promosso da Gianluca Sequenzia (Rappresentante del dipartimento di Scienze Politiche)

"Io non voto, e tu?" è stato un successo. Il dibattito promosso da Gianluca Sequenzia (Rappresentante del dipartimento di Scienze Politiche), Alessandra Leonardi (Consigliere di dipartimento di Scienze Politiche) e Francesco Aletta (esponente di EQuality) è stato interessante e costruttivo.

 

Al centro dell'incontro, avvenuto grazie alla collaborazione delle associazioni politiche studentesche We Love Unict e EQuality e tenutosi nell'aula conferenze del Polo didattico "Gravina", vi erano argomenti sulla carta molto pesanti, come ad esempio il rapporto tra i giovani e la politica, e la disaffezione verso i partiti e le istituzioni.

 

Nonostante l'importanza di queste tematiche, il tutto si è svolto in maniera leggera, coinvolgente e divertente, ma non per questo meno "seria". Il segreto per la riuscita di questo evento è stato, oltre all'impeccabile organizzazione, anche l'intervento degli ospiti di eccezione: Alberto Cazzola, Enrico Roberto e Alberto Guidetti. I membri de "Lo Stato Sociale" hanno saputo coinvolgere gli studenti con le canzoni più belle, e soprattutto sono stati in grado di portare avanti una discussione interessante e ragionata.

 

"Sui social purtroppo non vi è una vera e propria discussione nel merito degli argomenti. Le tematiche più importanti vengono semplificate e banalizzate, rinconducendo il tutto a questioni puramente di 'pancia'. È compito degli artisti cancellare questa banalizzazione e riuscire a creare interesse per l'approfondimento. Nei nostri testi tentiamo di fare questo, e di far scaturire un ragionamento anche grazie all'ironia". Questo uno degli interventi di Alberto Cazzola.

 

"Noi de 'Lo Stato Sociale' siamo stati davvero 'artisti della precarietà'. Ci siamo inventati un mestiere in un momento storico nel quale c'è un 'orizzonte depressivo' senza precedenti. Difatti molti ragazzi si vedono rubare il futuro per mancanza di concrete possibilità di lavoro, pur avendo completato gli studi anche a livello universitario".  Alberto Guidetti dipinge un quadro lucido e realista della situazione attuale.

 

Nel corso del pomeriggio si sono susseguiti numerosissimi interventi dei ragazzi, che si sono distinti per la loro voglia di contribuire al dibattito. Rapidi botta e risposta, divertenti siparietti, canzoni e tanto altro hanno reso l'evento divertente e dinamico, quasi in stile "Propaganda Live".

 

Ciliegina sulla torta è stato sicuramente l'innovativo "sondaggio vivente" proposto dai ragazzi dello stato sociale: un campione statistico di circa dodici studenti si è prestato volentieri a questo esperimento: all'apparire di ogni domanda ciuscuno di loro si doveva fisicamente spostare sotto la risposta che riteneva più giusta.

 

A concludere il tutto il brano "Niente di Speciale", che ha visto gli studenti emozionati cantare insieme alla band. Dopo "il sipario" abbiamo raccolto un pò di testimonianze ed impressioni, e oltre all'entusiasmo e alla soddisfazione per il pomeriggio appena trascorso, sono emerse delle opionioni anche molto forti riguardo alla disaffezione politica.

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio