Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

MENU

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

IN EVIDENZA

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Operazione antimafia "Sangue blu": per la DDA è Francesco Napoli il capo della cosca Ercolano-SantapaolaARRESTATO IL "RESPONSABILE PROVINCIALE" DELLA COSCA SANTAPAOLA-ERCOLANOIl programma di Giorgia Meloni "Per l'Italia - Accordo quadro per il governo di centro destra"Elezioni Regionali, tutte le preferenze nel collegio di CataniaIl commiato di Stefania Prestigiacomo, la vittima più illustre del sistema elettorale "roulette russa"Regionali, alle 7 spoglio ancora in corso: affluenza drammatica al 48%, Schifani verso la presidenza, tutte le preferenzeLes jeux sont faits (?): l'Italia va a destra, astensione senza precedenti al 36%I TALK in diretta. Nel centro di Catania nasce un Centro per contrastare la povertà crescente? Si!LA LIBERTÅEnnesimo scandalo catanese: si leggano gli atti. Senza mediazione: L'ORDINANZA INTEGRALE

Operazione "Iddu": arrestati 21 affiliati a Cosa Nostra

17-09-2020 09:51

redazione

Cronaca, Focus,

0

L'importante operazione antimafia "Iddu", portata avanti dal Comando Provinciale di Catania, ha permesso di disarticolare un rilevante gruppo criminale

L'importante operazione antimafia "Iddu", portata avanti dalla legione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Catania, ha permesso di disarticolare un rilevante gruppo criminale della zona di Riposto. 


Dalle prime luci dell'alba di questa mattina oltre 100 Carabinieri nelle province di Catania, Milano e Lecce stanno eseguendo le ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei 21 indagati.

 

Tra questi è stata delineata la posizione "apicale" di Benedetto La Motta, anni 62, referente per la zona di Riposto della famiglia di Cosa Nostra catanese dei Santapaola-Ercolano; nonché quella dei suoi più fedeli collaboratori tra i quali il 76enne Antonino Marano, noto come il killer delle carceri.  

 

Le indagini delle forze dell'ordine hanno consentito di documentare le intimidazioni e i pestaggi commessi dagli indagati nel corso del tempo. 

 

Inoltre alcuni di loro sono stati colti anche in flagrante (con prove audio-video) mentre recuperavano e vendevano sostanze stupefacenti - come si mostra nel contributo allegato all'articolo.

 

Tra i 21 mafiosi posti agli arresti ci sarebbero anche gli autori dell’omicidio del giovane Dario Chiappone, commesso nell’ottobre del 2016 - del quale vi avevamo già parlato all'epoca dei fatti.

 

Le prove che hanno portato a questi arresti sono state ottenute nel corso di una lunga e complessa indagine portata avanti dalla Compagnia Carabinieri di Giarre nel corso di due anni - dal 2017 al 2019. 

 

Le forze dell'ordine sono riuscite a documentare, tramite attività tecniche e dinamiche, la gestione delle piazze di spaccio, che veniva portata avanti "continuativamente" con un’attività svolta 24 ore su 24 da venditori al dettaglio, articolati in turni.

 

L’incasso giornaliero complessivo dell’organizzazione è stato quantificato in diverse migliaia di euro al giorno. Significativo notare che il sodalizio finalizzato al traffico di sostanze stupefacenti sia sempre riuscito in breve tempo a riorganizzarsi per proseguire nelle attività illecite, anche dopo gli arresti di diversi collaboratori.

 

Ai pusher venivano "forniti d'ufficio" telefoni cellulari e motorini grazie ai quali portare avanti la vendita di stupefacenti, e ognuno di loro veniva retribuito in media 250 euro a settimana. 

 

Ma oltre all'attività di vendita, l'organizzazione criminale eseguiva anche intimidazioni ai negozianti della zona; tutto con lo scopo di prelevare "il pizzo". Nessuno degli imprenditori aveva mai denunciato le minacce ricevute.

 

Queste le persone arrestate nell’operazione “IDDU”:

 

1.            BONACCORSO Giovanni, inteso “u ciasco”, nato a Riposto il 17.02.1974;

2.            BOUALLOUCHA Abedelmajid, inteso “macido”, nato a Giarre (CT) il 22.05.1993;

3.            CAMPO Giuseppe, inteso “fantino”, nato a Riposto (CT) il 08.03.1974;

4.            CARTIA Ornella, nata a Castiglione di Sicilia (CT) il 15.04.1952;

5.            CASTORINA Paolo, inteso “spiddo”, nato a nato a Giarre (CT) il 02.09.1983;

6.            CUCE’ Giancarlo Leonardo, inteso “Leo”, nato a Catania il 12.01.1978;

7.            LA MOTTA Benedetto, inteso “Benito”, “IDDU”, “patrozzo” e “zio”, nato a Riposto il 03.04.1958, detenuto;

8.            LA SPINA Andrea, inteso “bassotto” e “turchino”, nato a Giarre (CT) il 15.08.1983;

9.            LEOTTA Graziano, nato a Riposto il 08.08.1968;

10.        MANCUSO Cateno, inteso “Tino ciuffo”, nato a Riposto (CT) il 09.11.1981;

11.        MANCUSO Massimiliano, inteso “Massimo o Massimitto”, nato a Giarre (CT) il 21.08.1995;

12.        MARANO Antonino, inteso “u vecchio” o “zu Nino”, nato a Mascali (CT) il 04.08.1944, già detenuto;

13.        MARLETTA Salvatore, inteso “Turi di Palagonia”, nato a Palagonia (CT) il 30.08.1973, già detenuto

14.        MESSINA Grazia, intesa “IDDA”, “patrozza” e “la zia”, nata a Riposto (CT) il 29.11.1962;

15.        PATANE’ Davide, inteso “zappitta”, nato a Giarre (CT) il 08.08.1992;

16.        PATANE’ Salvatore , inteso “zappa-zappitta”, nato a Mascali (CT) il 15.05.1971;

17.        PREVITI Liborio, inteso “u tignusu”, nato a Catania il 17.07.1981, già detenuto;

18.        RUSSO Giovanni, inteso “u grossu”, nato a Acireale (CT) il 30.12.1989, detenuto agli arresti domiciliari;

19.        SAPIENZA Andrea, inteso “Andrea mito”, nato a Giarre (CT) il 21.09.1974, detenuto;

20.        TUCCIO Agatino, inteso “Tino o Catino”, nato a Giarre (CT)  il 19.09.1966, detenuto;

21.        ZAMMATARO Gaetano, inteso “fasola”, nato a Catania il 25.09.1987.

 

 

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio