Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

MENU

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

progetto senza titolo (1)
progetto senza titolo (1)
progetto senza titolo (1)
progetto senza titolo (1)

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Fallimento PUBBLISERVIZI: il commissario Portoghese risponde picche, silenzio assoluto della politica, cominciano le proteste dei dipendentiPUBBLISERVIZI, ULTIMORA delle 12: lavoratori in presidio attendono il commissario Portoghese, già insediati i Curatori che ricevono il CdAPUBBLISERVIZI FALLITA, parla il presidente Giuseppe Molino: “Il CDA spettatore impotente, si poteva evitare ma qualcuno ha remato contro”E come ogni Natale torna la buca di via Torino: sempre la stessaEdizione straordinaria del TALK di Sudpress: in diretta alle 11 dal liceo Majorana per un “Anima Mundi” che cambia il mondoIl Talk in diretta alle 10 con "quelli di COMICS" che compie XXIX anniMondiali di calcio in Qatar: perchè?Ottima cosa via di Sangiuliano pedonale il sabato sera e la chiusura dei locali alle 2. E anche piazza Manganelli senza auto parcheggiate"Democrazia Partecipata", solo in 1.876 catanesi hanno votato. Ed è un peccatoDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), per i rifiuti l'avv. Dario Riccioli lancia la proposta delle "Isole Ecologiche Mobili"

Rapina sventata dai carabinieri: arrestati quattro ladri "pre-covid"

11-09-2020 14:05

redazione

Cronaca, Focus, carabinieri, furti in villa, San Cristoforo, furti, carabinieri piazza dante, furto catania,

0

I Carabinieri della Compagnia di Piazza Dante arrestano, nella mattinata di oggi, quattro persone accusate di furto e resistenza a pubblico ufficiale.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Piazza Dante arrestano, nella nottata di ieri, quattro persone accusate a vario titolo di essere artefici di reati commessi durante la prima metà di marzo 2020. Grazie alle indagini è stato possibile anche evitare il nuovo furto che i quattro criminali stavano pianificando. Vediamo insieme tutti i dettagli.


Gaetano Natale Musumeci (classe '82), Gaetano Angelo Pocoroba (classe '94), Emanuele Intravaia (classe '78) e Salvatore Di Grazia (classe '87) da oggi sono al carcere di Piazza Lanza. 

 

I reati contestati nei loro confronti sono di rapina impropria aggravata in concorso, tentata rapina aggravata in concorso, nonché violenza a pubblico ufficiale. Ma qual'è la loro storia, cosa hanno commesso esattamente? 

 

Tutto inizia nella notte tra il 3 e il 4 marzo del 2020, quando i quattro indagati si introducevano con lo scopo di rubare in un appartamento sito nella zona di San Cristoforo.

 

I vicini di casa si sono quasi immediatamente accorti dei rumori sospetti provenienti dall'appartamento del loro conoscente - che sapevano vuoto, in quanto il proprietario era ricoverato in una struttura sanitaria; e sono andati a verificare.

 

Tutto ciò ha messo in allarme i ladri, che sono scappati; ma non prima però che il coraggioso vicino di casa riuscisse a strappare il passamontagna ad uno dei malviventi.

 

Le successiva indagini hanno portato anche all'individuazione dell'auto usata quella sera (Lancia Y presa a noleggio), e da lì alla definizione completa del "quartetto", che è stato posto immediatamente sotto osservazione da parte dei Carabinieri.

 

Nei giorni seguenti la routine del consolidato gruppo si è poi dedicata a prendere di mira un commerciante, proprietario di un supermercato nel quartiere di San Cristoforo.

 

I quattro si erano appostati di "ronda" nei pressi della sua abitazione, plausibilmente aspettandone il rientro. I carabinieri, non appena ritenuto opportuno, sono intervenuti per fermare il reato.

 

I quattro accusati si sono dati alla fuga a bordo dei loro motorini, con cui erano soliti anche fare le ronde di perlustrazione, ma durante l'inseguimento le forze dell'ordine sono riuscite a fermare uno dei ragazzi, il quale, pur di resistere si è lanciato in una violenta colluttazione.

 

I successivi approfondimenti investigativi, eseguiti in perfetta osmosi con il magistrato titolare dell’indagine, hanno posto i quattro indagati in stretta correlazione con i fatti reato in esame.

 

pocoroba-1599822035.jpgdigraziasalvatore-1599822042.jpgintravaiaemanuele-1599822091.jpgmusumecinatale-1599822112.jpg
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio