sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo

MENU

CONTATTI

MENU

CONTATTI

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

photo-2022-10-19-13-38-47 2.jpeg
photo-2022-10-19-13-38-47 2.jpeg

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Vergogna San Berillo, nel 2015 ordinanza sindacale incaricava il geom. Salvatore Fiscella "responsabile del procedimento": "Cos'ha fatto?"√ą guerra all'Orchestra Sinfonica FOSS. I sindacati denunciano "pressioni" della direzione sui precari per impedire lo scioperoCominciati gli omaggi alla Patrona: nella chiesa S. Nicol√≤ l'Arena "Agata, la Santa fanciulla" sino al 2 febbraioFinalmente dal 2 febbraio una bella mostra davvero originale a Palazzo della Cultura: Tiziana La Piana "No Way"Il giorno della Memoria e delle ipocrisie"Catania un giorno nuovo" Sabato 28 gennaio ore 10 Istituto Ardizzone Gioeni sala M. Gaetano ZitoRegione, "non solo Cannes": lo strano caso del consulente dell'ex presidente Musumeci alla cui societ√† va un affidamento diretto da 70 mila euro"Gli artigiani, energia pura sul territorio", l'assemblea CNA di Catania tra allarme e impegnoRegione, "non solo Cannes", Schifani partorisce l'incredibile "soluzione": TRE ORO VINCE TRE ORO VINCE. E la Sicilia perde sempre!Regione, "non solo Cannes": adesso i fari passano sul Jazz...tra festival e Fondazione

ETNA AIR: UNA NUOVA COMPAGNIA AEREA?

10-08-2013 19:31

Autore

ETNA AIR: UNA NUOVA COMPAGNIA AEREA?

Iniziativa di imprenditori locali

Il crack di Windjet è stato drammatico, innanzitutto per i lavoratori che hanno perso il loro impiego e quindi per i siciliani che d'improvviso sono tornati sotto il giogo di Alitalia e degli altri vettori che trattano la Sicilia come una meta estera, con prezzi dei biglietti esosamente ingiustificati.

 

 

La Windjet intanto è in pieno concordato, ma possiede ancora alcuni preziosissimi slot che l'ENAC ha sospeso e che intende rimettere in vendita una volta conclusosi il periodo della sospensione.

 

 

Nei giorni scorsi ha tenuto banco l'idea, per la verità un po' estemporanea, del Presidente Crocetta di costituire una nuova compagnia aerea low cost con l'Ast e forse neppure il Governatore però sapeva che nella vivace Catania qualcosa già si muoveva.

 

 

Catania, si sa, i suoi segreti li mantiene nella pancia abituata com'è al monito dello iunco.

 

 

E così mentre Crocetta voleva mettere le ali agli autobus dell'AST e Bianco chiedeva all'Amministratore delegato di Alitalia un regime tariffario agevolato per e dalla Sicilia, ecco che altri lavoravano all'affare.

 

 

Mettere su una Compagnia aerea non è cosa di tutti; ci vogliono i soldi, molti soldi, il management specializzato, gli aiuti che contano a Roma. Certo, pur avendo tutti quei requisiti che ricordavano, resta il fatto che Alitalia per centinaia di milioni di euro e tutte le compagnie aere del mondo, lamentano un crescente deficit.

 

 

Ma i catanesi sono unici e quindi perché non tentare laddove altri hanno fallito, o anzi perché non ripartire proprio grazie al fallimento degli altri.

 

 

Ecco, quindi, che un gruppetto di imprenditori e di professionisti decidono di mettersi insieme. E cosa fanno?

 

 

Innanzitutto, avrebbero redatto una scrittura privata, così da mettere nero su bianco alcuni punti fermi.

 

 

E veniamo ai nomi. Alcuni ricorrenti, altri meno noti al grande pubblico.

 

 

La scrittura privata sarebbe stata sottoscritta dal dott. Renzo Bissoli, l'imprenditore legale rappresentante di Stella Polare, il notaio Carlo Saggio, Presidente della Compagnia delle Opere per la Sicilia orientale, l'avv. Stefano Arcifa, penalista e presidente dell'Aereoclub di Catania, l'avv. Mario Balsamo, civilista.

 

 

I signori citati, ma non solo loro, avrebbero deciso di costituire  una Compagnia aerea dal suggestivo nome di Etna Air, con il dott. Saggio Presidente del Consiglio di Amministrazione.

 

 

Tutto deciso, dunque, e tutto in gran segreto, per un'operazione del valore di qualche centinaio di milioni di euro. 

 

 

Ancora una volta, l'inventivo imprenditore sarebbe Renzo Bissoli, guidato dalle competenze tecniche e dalle relazioni del Presidente Carlo Saggio, il primo orgoglioso iscritto alla Compagnia delle Opere ed il secondo leader storico della Compagnia.


Ma i soldi chi li metterà?

 

Sembrerebbe, che l'Etna Air sarà partecipata formalmente quasi interamente da Stella Polare.

 

Tutti sappiamo cos'è Stella Polare, la società che intende realizzare con il PUA  il mega insediamento turistico-ricettivo alla Plaja, ma non sapevamo volesse occuparsi anche di linee aeree.

 

 

Sembrerebbe anche, e la notizia ha del clamoroso, che Stella Polare nelle settimane scorse abbia formalizzato un'offerta alla Windjet in concordato una dichiarazione di intenti per l'acquisto di alcuni rami d'azienda, e cioè degli importantissimi slot.

 

 

√ą proprio sulla base di questa offerta che l'ENAC avrebbe prorogato al 13 di agosto, ed ancora potrebbe prorogare fino al prossimo ottobre, la sospensione della rimessa sul mercato degli slot appartenuti a Windjet.¬†


Ma rimane la domanda: i soldi chi li mette?

 

Stella Polare, che già dovrebbe affrontare un investimento di circa 500 milioni di euro per realizzare il complesso della Plaja, dove racimolerebbe le risorse per costituire, far partire e mantenere una Compagnia aerea?

 

Ed ecco allora che da indiscrezioni si apprenderebbe che sarebbero interessati all'operazione alcuni fondi sovrani e c'è chi mormora di fondi libanesi.

 

 

Una strana coincidenza, quindi, la presenza a Catania, nella suite presidenziale della Baia Verde, di Jean Abou Rached, Presidente di una banca d'affari libanese?

 

 

Di certo l'influenza uomo d'affari libanese, ha visto in questi giorni, ricevendoli nel 4 stelle affacciato sulla scogliera jonica, diversi imprenditori in cerca di denari visto che le banche italiane faticano a finanziare l'acquisto anche di un monovano.

 

 

Fondi stranieri a parte, rimane da capire chi a Catania in questo momento storico può disporre di così ingenti capitali o comunque offrire garanzie per approvvigionamenti così importanti.

 

 

Vorremmo chiederlo a Bissoli ma immaginiamo che non glielo permetterebbe il suo riserbo imprenditoriale.

 

 

Lo chiederemmo a Saggio, ma comprendiamo che ci opporrebbe il segreto professionale del notaio.

 

 

Ed allora, ad un giornale come il nostro che fa inchieste rimangono le domande, talvolta inquietanti ma crediamo del tutto legittime.

 

 

Soprattutto, pensiamo che compito di un organo di stampa ,autenticamente libero, sia quello di accendere i riflettori sulle iniziative importanti che sul territorio si svolgono, e non già perché ci debba essere necessariamente qualcosa di torbido sotto, ma per contribuire a rendere possibile la conoscenza e la partecipazione dei cittadini ai fatti, anche questa è trasparenza.

 

 

√ą bene anche aggiungere che cerchiamo sempre di avere la parola delle persone di cui parliamo e dobbiamo dire di aver avuto un incontro molto cortese ed approfondito con il dottor Bissoli. Di quest'incontro, delle opinioni espresse da¬†Bissoli

 

, dei documenti mostratici, daremo fedele e puntuale conto domani. 

 

 

 

saggiobisso-.jpg
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio