sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo

MENU

CONTATTI

MENU

CONTATTI

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

photo-2022-10-19-13-38-47 2.jpeg
photo-2022-10-19-13-38-47 2.jpeg

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Vergogna San Berillo, nel 2015 ordinanza sindacale incaricava il geom. Salvatore Fiscella "responsabile del procedimento": "Cos'ha fatto?"Nel solenne pontificale agatino il vescovo Renna sferza i "politici imputati"...che sono in prima filaIl discorso del Vescovo Renna alla Città di Catania, "Costruire con Sant’ Agata: non Babele, ma una città per l’uomo"La Chiesa di Palermo "sospende" padrini e madrine...La scomparsa del cavaliere Pippo Benanti: un grande catanese che "guardava avanti per vedere oltre"Pubbliservizi, il sindacato CONFALI bacchetta i curatori e denuncia: "Persiste una gestione discutibile"Playa di Catania al buio: adesso occorre individuare il responsabile e fargli pagare i danniÈ guerra all'Orchestra Sinfonica FOSS. I sindacati denunciano "pressioni" della direzione sui precari per impedire lo scioperoCominciati gli omaggi alla Patrona: nella chiesa S. Nicolò l'Arena "Agata, la Santa fanciulla" sino al 2 febbraioFinalmente dal 2 febbraio una bella mostra davvero originale a Palazzo della Cultura: Tiziana La Piana "No Way"

SudTALK in diretta alle 10: MUSICA, l'affascinante mondo dei "Giovani Classici"

23-12-2022 06:30

SudTalk

Cronaca, Cultura&Spettacolo, SudTalk, Focus,

SudTALK in diretta alle 10: MUSICA, l'affascinante mondo dei "Giovani Classici"

Proveremo a raccontare come nasce una composizione sinfonica

Proveremo a raccontare come nasce una composizione sinfonica

Un'edizione straordinaria alle 10 di questo venerdì 23 dicembre pre-natalizio del Talk in diretta che torna ad occuparsi di Musica, un'Arte che diventa Cultura quando si fa portatrice di visioni del mondo che mirano a costruire Armonia, Pace.

 

Nella puntata, condotta dal direttore editoriale del Gruppo Sudpress Pierluigi Di Rosa con il M° Carmen Failla, direttore d'orchestra e compositrice anch'ella, se ne converserà con il M° Giovanni Ferrauto, da anni impegnato, oltre che come compositore ed animatore di importanti eventi, nella scoperta e formazione di giovani talenti musicali ed in particolare della composizione neo-classica.

 

E finché nel mondo ci saranno più strumenti musicali a suonare che armi a sparare, ci sarà una speranza.

 

Saranno ospiti anche due compositori, Andrea Passanisi e Simone Zappalà che, come i loro colleghi che si sono succeduti nella storia, si danno la missione di raccontare in note i tanti travagli dell'era contemporanea: e non è cosa facile.

 

Proveremo a capire cosa li anima e come si svolge la loro ricerca della melodia perfetta.

 

Alle 10 in diretta, oltre che su questa testata, sulle pagine Facebook di SudPress e Music Opera Festival oltre che sul canale webtv di Youtube


I protagonisti della puntata:

1c601a19-11c7-490c-8afc-d7fce75b094c.jpeg

M° GIOVANNI FERRAUTO

compositore
 

Nato a Catania nel 1962, si è diplomato in Pianoforte e in Composizione presso il Conservatorio di Musica V. Bellini di Palermo studiando con Antonio Trombone, Angela Giuffrida e Teresa Procaccini.


Nel 1988 ha anche conseguito il diploma di Musica Corale e Direzione di Coro presso il Conservatorio di Musica Santa Cecilia di Roma.


Dal 1990 al 1992 ha partecipato al Laboratorio di Composizione tenuto presso la Repubblica di S. Marino da Giacomo Manzoni.

 

In quella occasione una sua composizione è stata prescelta per l'esecuzione dell'orchestra C.A.R.M.E. a conclusione del laboratorio.


Nello stesso anno la Repubblica di San Marino gli commissiona una trascrizione schubertiana per tre pianoforti.


Nell’estate 1992 è risultato vincitore del concorso internazionale di composizione FIUMARA D’ARTE.


Nel 1994 è invitato dal CIMS (Centro per le iniziative musicali in Sicilia) e dal Goethe Institute a partecipare assieme ad Federico Incardona, Giovanni Sollima e Detlev Müller Siemens alla rassegna Incontri con i compositori '94 che si conclude con uno stage e con l'esecuzione di un pezzo in prima assoluta da parte della EAOSS (Orchestra Sinfonica Siciliana).


Nel 1996 è invitato a prendere parte alla registrazione di un CD prodotto, assieme alla pubblicazione delle musiche sulla rivista Archivio, dalla Regione Siciliana.


Ferrauto è oggi annoverato fra i compositori italiani maggiormente significativi e le sue opere sono state commissionate ed eseguite presso importanti Enti musicali nazionali ed internazionali fra i quali si citano: Teatro Massimo Bellini di Catania, Teatro Massimo di Palermo, Orchestra Sinfonica Siciliana, Associazione musicale Etnea, Soloist Academia of Kazakistan, Orchestra Classica di Madeira, Wiener Symphoniker Kammer Verein, Orchestra di Stato del Messico.


Un suo pezzo (NY Elegy 0911) è stato commissionato ed eseguito a New York nell’ambito delle manifestazioni dedicate alla ricorrenza dell’attentato dell’11 settembre.


Sue opere e musiche sono edite ed incise dalla Casa discografica SAM di Parma, Suvini-Zerboni, Casa editrice Olschki.
Alla attività compositiva Ferrauto accosta quella direttoriale.


fd1fe5b3-4dad-4208-92bd-ddb66c78e72d.jpeg

ANDREA PASSANISI

 

Compositore e docente siracusano, laureato al conservatorio Bellini di Catania sotto la guida del Maestro Giovanni Ferrauto.

 

Inizia la carriera da compositore all'Ares film festival con la composizione della colonna sonora di un cortometraggio nell'anno 2009, e con l'esecuzione pubblica di brani originali e colonne sonore nell'anno 2010 presso il medesimo festival. 


Dal 2014 avvia una carriera come arrangiatore su commissione che prosegue fino ad oggi.

 

Nell’ottobre 2015 si esibisce ad EXPO-Milano con una delle formazioni musicali con cui collabora insieme al chitarrista di Luciano Ligabue, Max Cottafavi.

 

Nello stesso ottobre autore delle musiche, eseguite poi al pianoforte dal vivo, commissionate per la presentazione al pubblico del libro “Schegge” dell’autrice pluripremiata ed ormai conosciuta al pubblico Siciliano Lucia Testaferrata.
Replicando nell’ottobre 2016 con proprie musiche eseguite poi al pianoforte durante la presentazione al pubblico del libro “Ciao Amore” della stessa Lucia Testaferrata. 

 

Nell’agosto 2018 partecipa ad una esclusiva masterclass in composizione col Maestro Alexander Ciaikovsky nella sede dell’accademia Rachmaninov di Catania.

 

Nel 2019 concerto insieme all’attuale chitarrista solista di Ligabue, Federico Poggipollini.

 

Nel 2020 autore delle musiche del Body-valzer “zagara” prodotto e promosso dal conservatorio V.Bellini di Catania.

Nel 2021 è stato premiato vincitore del primo premio al concorso musicale “Mandanici” con il brano audio-visivo “En Espera” nella categoria composizione musicale elettroacustica.

Nell’agosto del 2021 è stato inoltre autore delle musiche dello spettacolo teatrale “non è amore” eseguito al teatro comunale di Siracusa.

 

Nel 2022 vincitore del primo premio del concorso nazionale Giuseppina Turrisi Colonna con il brano “tre rintocchi nella casa del basilisco” per la categoria strumento solista.

Nel giugno 2022 autore delle musiche per lo spettacolo teatrale “ In guerra anche i bambini muoiono” con la regia di Giuseppe Messina eseguito al castello Maniace di Siracusa.

Nell’agosto 2022 trascrittore della messa il La maggiore di G.Pacini in onore dei funerali di V.Bellini per conto dell’Istituto musicale Vincenzo Bellini di Catania.

 

Nel autunno/inverno del 2022 è tra i compositori della rassegna di musica contemporanea “Intersezioni” diretta dal M° Giovanni Ferrauto con la direzione artistica del M° Giovanni Sollima.

 

Attualmente impegnato nell’attività compositiva e nella direzione artistica dell’associazione culturale Opera.


14d9203d-5b56-4397-839f-36740bf66147.jpeg

SIMONE ZAPPALÁ

 

NATO a Catania nel 1995, intraprende gli studi di pianoforte presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali "Vincenzo Bellini" di Catania sotto la guida di Corrado Ratto; conseguendo i Diplomi accademici di I e II livello con il massimo dei voti e la lode.


Nel 2017 intraprende gli studi di composizione sotto la guida di Massimo Leonardi, e nel 2019 viene ammesso nella classe di composizione di Giovanni Ferrauto. 

Nel 2021 ottiene il primo premio, in veste di compositore, al Concorso Musicale nazionale “Città di Barcellona P.G”; e nell’estate dello stesso anno, il suo brano Modal Suite viene pubblicato dalla casa editrice “Studiomusicalicata”.


L’anno successivo ottiene il primo premio alla prima edizione del Concorso Letterario e di Composizione Musicale – Giuseppina Turrisi Colonna, con la composizione

 

Due studi per pianoforte.


Nell’ottobre del 2022 consegue il Diploma accademico di I livello in composizione con il massimo dei voti e la lode, e poche settimane dopo, la sua composizione Via Crucis viene eseguita in prima assoluta nell’ambito del primo Festival di musica contemporanea “Intersezioni”.


Il 2022 si conclude con la realizzazione delle musiche originali de L’opera del Mendicante, composte assieme ad alcuni allievi della scuola di Giovanni Ferrauto e allo stesso Maestro.

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio