sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo

MENU

CONTATTI

MENU

CONTATTI

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

photo-2022-10-19-13-38-47 2.jpeg
photo-2022-10-19-13-38-47 2.jpeg

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Vergogna San Berillo, nel 2015 ordinanza sindacale incaricava il geom. Salvatore Fiscella "responsabile del procedimento": "Cos'ha fatto?"È guerra all'Orchestra Sinfonica FOSS. I sindacati denunciano "pressioni" della direzione sui precari per impedire lo scioperoCominciati gli omaggi alla Patrona: nella chiesa S. Nicolò l'Arena "Agata, la Santa fanciulla" sino al 2 febbraioFinalmente dal 2 febbraio una bella mostra davvero originale a Palazzo della Cultura: Tiziana La Piana "No Way"Il giorno della Memoria e delle ipocrisie"Catania un giorno nuovo" Sabato 28 gennaio ore 10 Istituto Ardizzone Gioeni sala M. Gaetano ZitoRegione, "non solo Cannes": lo strano caso del consulente dell'ex presidente Musumeci alla cui società va un affidamento diretto da 70 mila euro"Gli artigiani, energia pura sul territorio", l'assemblea CNA di Catania tra allarme e impegnoRegione, "non solo Cannes", Schifani partorisce l'incredibile "soluzione": TRE ORO VINCE TRE ORO VINCE. E la Sicilia perde sempre!Regione, "non solo Cannes": adesso i fari passano sul Jazz...tra festival e Fondazione

Pubbliservizi.... IM-BA-RAZ-ZAN-TIS-SI-MO

13-12-2022 06:56

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus, Pubbliservizi,

Pubbliservizi.... IM-BA-RAZ-ZAN-TIS-SI-MO

Continua l'incredibile saga della partecipata: seconda puntata in consiglio comunale con la nuova "relazione" del commissario Portoghese...

E abbiamo detto tutto...purtroppo no

Il consiglio comunale di Catania, finalmente anche se a frittata praticamente già fatta, ha deciso di dedicare una sua seduta all'incresciosa vicenda della Pubbliservizi, società partecipata di proprietà della ex Provincia di Catania (che forse ritorna).

 

Ne abbiamo scritto a fiumi e da anni, in calce una selezione degli articoli.

 

Stavolta neanche commentiamo, piuttosto diamo spazio ad una selezione di interventi più significativi ed alla fine mettiamo a disposizione il video integrale di questi lavori del Senato cittadino: i cittadini, almeno quelli non ancora del tutto arresi all'ineluttabile, dovrebbero stare più attenti a quello che vi accade e di come sono rappresnetati e gestiti gli interessi comuni!

 

Interessanti le proposte avanzate, alcune davvero fantasmagoriche, tipo: "Non possiamo lasciare che fallisca e farne un'altra?", "Possiamo fare assumere i lavoratori di Pubbliservizi dalla Città Metropolitana?", e ancora "Perchè non fondiamo Pubbliservizi con Miultiservizi?" roba da sbattersi la testa al muro!

 

Ma andiamo agli interventi.

 

Il primo che proponiamo è quello della consigliera avv. Paola Parisi, che ci è parso tra i più lucidi ed efficaci e chiede con forza di accertare quanto ha fatto la gestione dei commissari ministeriali che, dal 2018, avrebbe dovuto risanare la società ed invece , nonostante i lauti compensi, ne ha aggravato la situazione:

Poi la "relazione" del dr. Federico Portoghese che, bene ricordarlo, sta gestendo e gestirà sino alle prossime elezioni con i poteri di Commissario Straordinario, sia il comune che la Città Metropolitana di Catania: e abbiamo detto tutto!

 

Il commissario, tra le tante amenità dei suoi due interventi che se qualcuno ce li spiega ci fa una gentilezza, sostiene che con il fallimento i lavoratori della Pubbliservizi sarebbero tutelati da una fantomatica "legge sociale": e abbiamo ridetto tutto!

Segue l'intervento del consigliere Salvo Di Salvo molto duro nei confronti della gestione commissariale:

Arriva la replica del commissario Portoghese che perde le staffe e viene richiamato dal presidente del consiglio comunale Seby Anastasio:

Infine il presidente del CdA di Pubbliservizi Giuseppe Molino, al quale il presidente del consiglio Anastasi riconosce di aver svolto in solitudine il tentativo di salvare la società, deve intervenire per alcune precisazioni sul ruolo svolto dal consiglio che, pur privo di poteri operativi ha fatto anche più di quanto doveva per portare a buon fine una procedura alla fine compromessa dagli altri attori della vicenda:

Per chi volesse ascoltare, e non sarebbe male, l'intera seduta del consiglio comunale ecco il video integrale:

Adesso, mentre restano sullo sfono le responsabilità dei commissari ministeriali che hanno gestito la Pubbliservizi sino all'arrivo dei Curatori, entro un paio di giorni e sempre se il commissario straordinario di Città Metropolitana Portoghese riuscirà ad emanare i promessi atti amministrativi necessari, il presidente del CdA Molino assistito dall'avv. Roberto Li Mura potrà presentare quel reclamo conto il fallimento che rappresenta l'ultima possibilità di rimettere in carreggiata questa importante e martoriata società pubblica con i suoi 330 lavoratori.

 

Alla prossima...


Leggi anche:















image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio