sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

introduce i lavori dario riccioli modera umberto teghi
introduce i lavori dario riccioli modera umberto teghi

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Vergogna San Berillo, nel 2015 ordinanza sindacale incaricava il geom. Salvatore Fiscella "responsabile del procedimento": "Cos'ha fatto?""Catania un giorno nuovo" Sabato 28 gennaio ore 10 Istituto Ardizzone Gioeni sala M. Gaetano ZitoRegione, "non solo Cannes": lo strano caso del consulente dell'ex presidente Musumeci alla cui società va un affidamento diretto da 70 mila euro"Gli artigiani, energia pura sul territorio", l'assemblea CNA di Catania tra allarme e impegnoRegione, "non solo Cannes", Schifani partorisce l'incredibile "soluzione": TRE ORO VINCE TRE ORO VINCE. E la Sicilia perde sempre!Regione, "non solo Cannes": adesso i fari passano sul Jazz...tra festival e FondazioneI lavori del convegno "Cosa salverà il mondo?" dell'associazione CENACUM: perché qualcuno deve cominciare a chiederselo...ERSU Catania: insediato e già al lavoro il nuovo presidente Salvo Sorbello"Alla fine lo Stato vince sempre"Regione, "non solo Cannes" DOCUMENTO ESPLOSIVO: nel catalogo ufficiale del festival 2022 sulla Sicilia neanche un rigo

Il TALK delle 10: Lirica, conosciamola perché è una meraviglia

04-12-2022 07:00

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, SudStyle, SudTalk, Focus,

Il TALK delle 10: Lirica, conosciamola perché è una meraviglia

Pierluigi Di Rosa conduce con Priscilla Baglioni. Ospiti il M° Luigi Piovano ed i cantanti d'opera Ekaterina Sannikova, Dario Di Vietri ed Alberto Mastromarino

Torniamo a parlare di Lirica, lo spettacolo dal vivo più incredibile e completo che l'uomo sia riuscito ad inventare.

 

Proviamo a raccontarla con l'obiettivo di farla conoscere e frequentare il più possibile: perché è un mondo fantastico.

 

Paradossalmente, nonostante sia un'eccellenza tutta italiana che tutto il mondo ci invidia e ci richiede, non sono in molti a conoscerla davvero: e non conoscendola non si riesce ad apprezzarla, a goderne delle mille sfumature.

 

Basti pensare, e lo ripeteremo sempre, che ogni messa in scena coinvolge centinaia di persone che devono lavorarci all'unisono, senza potersi consentire la minima defaillance che ne comprometterebbe irrimediabilmente il risultato.

 

Esperienze, aneddoti, visioni: un modo di intendere la Musica che poi è anche un modo di vivere, con la convinzione che "La Bellezza salverà il mondo".

 

Ne parleremo questa domenica con ospiti d'eccezione, reduci da una Tosca di grande successo al Teatro Massimo Bellini di Catania.

 

A condurre la puntata Pierluigi Di Rosa che si avvarrà dell'esperienza di Priscilla Baglioni, avvocato ed agente teatrale, per una chiacchierata con il Maestro Luigi Piovano, direttore d'orchestra ed i cantanti Ekaterina Sannikova, soprano, Dario Di Vietri, tenore e Alberto Mastromarino, baritono.

 

In diretta a partire dalle 10, oltre che su questa pagina, su quelle Facebook di Sudpress, Sudstyle, del Music Opera Festival e sul canale webtv della testata su Youtube.


I protagonisti della puntata:

schermata-2022-12-03-alle-18.20.17.png

L'Agente

PRISCILLA BAGLIONI

 

 

Figlia d'arte, nasce a Roma e trascorre la sua vita sin dalla prima infanzia in giro per il mondo, scoprendo e conoscendo da subito il mondo teatrale grazie alla carriera internazionale della madre, il mezzosoprano Bruna Baglioni.


Studia danza classica per 9 anni e pianoforte sin dall'età di 5 anni.


Si diploma in lingue presso il Liceo Linguistico Europeo Maestre Pie Filippini di Frascati (Roma) e si laurea in Giurisprudenza presso l'Università di Roma “Tor Vergata”. Contemporaneamente inizia lo studio del canto lirico dal 1996.


Dal 2000, ancora durante gli studi universitari collabora con importanti manager teatrali nella gestione di tour ed eventi internazionali oltreché per la promozione degli artisti tra i quali il tenore Salvatore Licitra.
 

 

 

Da giugno 2009 è Artist Manager alla ricerca di giovani talenti con l'agenzia Operalive in stretta collaborazione con il regista Lev Pugliese. Dal 2011, all'interno di Atelier Musicale crea YAP (Young Artists Programm) in collaborazione con la Fondazione del tenore Marcello Giordani con l'intento di scoprire e avviare alla carriera giovani artisti.
Dal 2009 al 2012 si occupa di pratica forense presso lo studio dell'Avv. Michele Raffaele e dell'Avv. Aldo De Caria ( Roma), dal 2009 è iscritta all'Ordine Forense di Velletri (Rm).


Da settembre 2012 inizia la propria attività di manager indipendente, puntando sul valore soprattutto di giovani talenti, tra essi attualmente molti si stanno affermando nel panorama operistico internazionale. Collabora con le principali Fondazioni Lirico Sinfoniche in Italia e nel mondo per la promozione di artisti lirici e di grandi eventi.
 
Nel 2013 forte dell'esperienza acquisita in ambito internazionale viene scelta dal Sovrintendente Giuseppe De Leo come Direttore Artistico del Teatro della Fortuna di Fano (Italia), periodo durante il quale ha l'occasione d'invitare ospiti di fama mondiale e artisti emergenti.


Si occupa non solo della gestione artistica del Teatro ma anche delle coproduzioni e delle relazioni internazionali.
Grazie alla sua formazione giuridica si occupa anche delle relazioni internazionali con Teatri ed istituzioni non solo in Italia ma anche in Egitto, Paesi Balcani, Est Europa, Sud America, Cina, Federazione Russa ed in Corea del Sud.
Come Ambasciatrice del Teatro è stata ospite della giuria del Concorso Internazionale di canto “Maria Callas” a San Paolo e Jacarei in Brasile.


Parallelamente all'attività di operatore e manager culturale nel 2014 consegue la laurea di secondo livello come Dottore di ricerca in diritto pubblico e diritto internazionale presso l'Università di Roma “Tor Vergata”.
Si specializza in Diritto internazionale, nel Diritto pubblico e dell'Unione Europea seguita dai Professori Maria Clelia Ciciriello, Umberto Leanza, Luigi Daniele ( Università di Roma “Tor Vergata”) e si specializza in Diritto Internazionale dell'Economia presso lo Studio Alessandro Costa Consulting di Roma e Parigi.


Organizza “Masterclass” in tutto il mondo per il mezzosoprano Bruna Baglioni ma anche per altre illustri personalità del settore quali Giovanna Lomazzi (Vice Presidente e casting Manager del Teatro Sociale di Como - AsLiCo), Giandomenico Vaccari ( già Direttore Artistico della Fondazione Opera di Roma, Teatro Verdi di Salerno, Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro Politeama Greco di Lecce), del tenore Marcello Giordani e del tenore Salvatore Licitra.
Fondatrice della PBMUSIC, si occupa della gestione di artisti di calibro internazionale come personal manager e dell'avviamento alla carriera di giovani talenti.
 
 Dal 2012 è General e Personal Manager del tenore Dario Di Vietri, del quale cura la promozione artistica e pubbliche relazioni, gestione impegni e varie attività artistiche.
CoFondatore dell'ACCADEMIA BRUNA BAGLIONI COSTANTINI, si occupa dell'organizzazione di eventi artistici e didattici, formazione e scoperta di giovani artisti e musicisti, organizzazione di spettacoli, masterclass, corsi di canto lirico, convegni e diffusione del Bel Canto italiano nel mondo.


Negli Stati Uniti è partner con la Blankenship and Robertson Management di New York e con la Royal International Artists Management, in Polonia con la Fundacja Avangart, in Germania e in Serbia collabora con l'agenzia artistica Sandra Milankov, in Sud America e Spagna è partner di AIM - AmericalberMusica e Cia Opera - Brasile, a Roma collabora con l'Accademia Ariadimusica.
Viene spesso chiamata in giurie nazionali ed internazionali in concorsi di Canto Lirico.
Dal 2020 è membro attivo di Ariacs - Associazione dei Rappresentanti italiani di Artisti di Concerti e Spettacoli.


luigi-piovano-1-(alta)-foto-di-musacchio-ianniello-e-pasqualini.jpeg

Il Direttore d'Orchestra

LUIGI PIOVANO

 

Si è diplomato in violoncello a 17 anni col massimo dei voti e la lode sotto la guida di Radu Aldulescu, con cui in seguito si è diplomato in violoncello e musica da camera anche a Parigi.


Per anni è stato primo violoncello del gruppo Concerto Italiano, diretto da Rinaldo Alessandrini.

 

Nel 1999 è stato scelto da Maurizio Pollini per partecipare al “Progetto Pollini” al Festival di Salisburgo, ripreso alla Carnegie Hall, a Tokyo e a Roma.



 

Ha tenuto concerti da camera con artisti del calibro di Sawallisch, Chung, Lonquich, Sitkovetsky, Kavakos, le sorelle Labeque.

 

Dal 2009 al 2019 ha fatto parte del trio “Latitude 41” e dal 2005 suona regolarmente in duo con Antonio Pappano.
 

Ha suonato come solista con prestigiose orchestre – Tokyo Philharmonic, New Japan Philharmonic, Accademia di Santa Cecilia, Seoul Philharmonic, Orchestre Symphonique de Montréal – sotto la direzione di direttori come Chung, Menuhin, Nagano, Pappano, Pletnev.
 

Nel 2020 Arcana ha pubblicato il CD con le Sonate di Brahms e le Romanze di Martucci in duo con Antonio Pappano.

 

Da oltre vent’anni è primo violoncello solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Suona un violoncello Francesco Ruggeri detto “il Per” (Cremona, 1692) messo gentilmente a disposizione da Francesco Micheli.


Dal 2002 si dedica sempre più alla direzione d’orchestra. Ha collaborato con solisti come Avi Avital, Luis Bacalov, Stefano Bollani, Mario Brunello, Pietro De Maria, Benedetto Lupo, Dmitry Sitkovetsky. Il CD con Sara Mingardo in cui dirige i Kindertotenlieder e i Lieder eines fahrenden Gesellen di Mahler, è stato premiato in Francia nel 2012 come miglior CD di Lieder dell’anno.


Dal 2008 al 2016 è stato direttore artistico dell’Estate Musicale Frentana di Lanciano. Dal 2013 al 2017 è stato direttore musicale di Roma Tre Orchestra e dal 2012 al 2022 direttore musicale dell’Orchestra ICO della Magna Grecia di Taranto.
 

Dal 2013 ha avviato una collaborazione stabile alla testa degli Archi di Santa Cecilia, con i quali si è esibito nelle più importanti stagioni e Festival italiani e ha registrato già 6 CD.
 

Fra gli impegni nel 2022, il debutto sul podio dell’Orchestra del Mozarteum di Salisburgo, che lo ha immediatamente reinvitato per il marzo 2023, e dell’Orchestra Sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi” e Tosca al Teatro Bellini di Catania.


sannikova2020.png

Il Soprano

EKATERINA SANNIKOVA

 

 

Il soprano Ekaterina Sannikova è nata a Ternopil (Ucraina).

 

Ha studiato sia come attrice drammatica che come cantante d'opera.

 

Diplomata al Conservatorio di San Pietroburgo.

 

Nell'estate del 2018 Ekaterina ha fatto il suo debutto in Mariinsky come Fiordiligi in "Cosi fan tutte" di W. A. ​​Mozart, nel ruolo principale di Iolanta in "Iolanta" di Ciajkovskij e Mimi in "La Boheme" di G. Puccini sul leggendario palcoscenico storico di Mariinsky.

 

È apparsa nel ruolo principale di Vera Sheloga (prima del 2019) così come Olga nel doppio conto di "Vera Sheloga" / "Maid of Pskov" di N. A. Rimsky-Korsakov al Mariinsky-2.

 

 

È apparsa anche al festival "Stars of the White Nights" come primo soprano nell'ottava sinfonia di Mahler con l'orchestra Mariinsky sotto la direzione di Valery Gergiev, come Nedda "I Pagliacci" e Clara al "Betrothal at Monastery" di Prokofiev.

 

Nella stagione 2020-2021 Ekaterina è apparsa nelle anteprime di Mariinsky delle opere di N.A.Rimsky-Korsakov “The Snow Maiden” (come Kupava) e “The Night before Christmas” (come Oxana) sotto la direzione di Valery Gergiev. Sempre durante questa stagione ha fatto il suo debutto nel ruolo principale di Ariadne/Prima Donna nel concerto di Strauss “Ariadne and Naxos”.


Nel febbraio 2021 ha debuttato nel ruolo di Liza in "La dama di picche" di Tchaikovsky al teatro dell'Opera di Astrakhan.

Nel maggio 2021 è apparsa al festival «Stars of the White Nights» nel ruolo principale di Giovanna d'Arco nella serata di apertura della nuova produzione di Mariinsky «The Maid of Orleans» di P. Tchaikovsky con l'orchestra Mariinsky sotto la direzione di Valery Gergiev.

 

Nella stagione 2021-2022 Ekaterina ha interpretato il ruolo di Elettra nell'«Idomeneo» di Mozart con la Mariinsky Orchestra sotto la direzione di Sasha Goetzel e il ruolo di Iguamota nella prima russa del «Cristoforo Colombo» di Franchetti sotto la direzione di Alvise Cazelatti.


In primavera ha debuttato nei ruoli di Sieglinge (“Die Valkyrie”, Wagner), Floria Tosca (“Tosca” Puccini), Aïda (“Aïda” Verdi) e Chrysothemis (“Electra” Strauss) sotto la direzione di Valery Gergiev.

 

Gli impegni europei di Ekaterina includono la sua collaborazione con il festival "Oper im Steinbruch" (Austria, Sankt Margarethen), dove ha debuttato nel ruolo di Abigaille nel "Nabucco" di Verdi nel 2022.
Operosa Montenegro Opera Festival a Herceg Novi, dove ha interpretato il ruolo principale in “Iolanta” di P. Tchaikovsky e Micaela in “Carmen” di G. Bizet; e apparizioni speciali all'apertura della stagione L'Opera Nice Cote d'Azur 2017-2018 e al Montecantini Opera Festival a Montecantini Terme nel 2017.

 

Nel 2017-2021 Ekaterina è stata Fellow presso l'Atkins Young Artists Program al Mariinsky.

Sta continuando la sua formazione professionale con istruttori e tutor Mariinsky, nonché con pianisti e registi invitati dalla San Francisco Opera e Met Opera a New York, USA e dall'Opera House Covent Garden e dal Royal College of Music di Londra, Regno Unito.

Nell'ottobre 2018 si è unita al tour inaugurale negli Stati Uniti del programma, partecipando al concerto alla Walt Disney Concert Hall di Los Angeles, CA (con la Colburn Orchestra, diretta da Valery Gergiev).

 

Premi:

Vincitore del “Monte-Carlo Voice Masters 2022”
Vincitore del Premio CulturArte al concorso lirico mondiale “Operalia” (2021)
Vincitore del primo premio al festival-concorso “Three Centuries of Russian Romances” (2016 San Pietroburgo, Russia)
“Romanciada” (2016 Mosca, Russia)
.


dario-officine-k-2.jpeg

Il Tenore

DARIO DI VIETRI

 

Nasce a Bari e inizia giovanissimo lo studio del canto con Vittorio Terranova, si perfeziona con docenti di fama internazionale quali Vittorio Terranova, Katia Ricciarelli, Jaume Aragall, Luciano Pavarotti e Bruna Baglioni dalla quale è attualmente seguito.

 

Perfeziona lo studio dello spartito con i Maestri Sergio La Stella, Antonio Pergolizzi (Opera di Roma), Marco Boemi, Brian Castles Onion ( Opera Australia), Nelson Guido Calzi (Teatro alla Scala di Milano).

 

Nel 2009 -2010 debutta Pinkerton in Madama Butterfly nei Teatri del Circuito Lirico Lombardo.

Successivamente interpreta i seguenti ruoli principali: Erri Settebellezze in Napoli Milionaria di N. Rota, nei Teatri di Lucca, Pisa e Livorno (2013), Calaf ( maggio 2013), Macduff nel Macbeth di G. Verdi al Teatro Coccia di Novara( ottobre 2013), Don José nella Carmen di G. Bizet nei Teatri di Livorno, Lucca, Pisa e Fano stagione 2013 -2014, a maggio 2014 è Samson in Samson et Dalila di C. Saint-Saens al Seoul Arts Center di Seoul (Corea del Sud) in coproduzione con l’Opera di Stato di Praga.

 

In estate 2014 è finalista del Concorso “Una Voce per l’Arena” in diretta Eurovisione su Rai Uno in collaborazione con la Fondazione Arena di Verona, successivamente ha debuttato in Arena di Verona come Calaf in Turandot diretto da Daniel Oren per la regia di Franco Zeffirelli ripresa da Stefano Trespidi, da quel momento molti gli impegni in tutta Italia e nel mondo in importanti contesti quali: Arena di Verona, Opera di Roma, Teatro San Carlo di Napoli, Petruzzelli di Bari, Verdi di Salerno, Opera di Oviedo, Opera Nazionale Greca, Maggio Fiorentino, Seoul Arts Center, Regio di Parma, Teatro Nazionale di Belgrado, Opera Nazionale di Bucarest Opera di Stato di Ankara, Festival Puccini di Torre del Lago, Opera del Cairo, Opera di Dubai, Opera Nazionale di Varsavia, Opera Carolina.

 

Interpreta ruoli quali: Radames in Aida, Riccardo in Un Ballo in Maschera, Calaf in Turandot, Cavaradossi in Tosca, Pinkerton in Madama Butterfly, Renato Des Grieux in Manon Lescaut, Samson in Samson et Dalila, Don José in Carmen, Turiddu in Cavalleria Rusticana, Manrico in Trovatore etc.

A dicembre 2014 debutta il ruolo di Cavaradossi in Tosca presso l’Opera di Kazan - Tartastan diretto da Marco Boemi. A gennaio 2015 è nuovamente Samson in Samson et Dalila all’Opera di Oviedo in Spagna.

A febbraio 2015 debutta Radames in Aida al Festival di Kazan sempre diretto da Marco Boemi.

A marzo 2015 è Turiddu in Cavalleria Rusticana al Teatro Filarmonico di Verona, nello stesso mese è Calaf in Turandot al Teatro San Carlo di Napoli diretto da Juraj Valcuha per la regia di Roberto De Simone.

Ad Aprile 2015 è Radames in Aida all’Opera di Roma diretto da Jader Bignamini per la regia di Micha Van Hoecke. A maggio 2015 interpreta il ruolo protagonista di El Greco nell’omonima opera El Greco di George Hatzinassios in Prima mondiale al Teatro Municipale del Pireo (Grecia).

Per la stagione estiva 2015 è Radames in Aida e Cavaradossi in Tosca in Arena di Verona.

A settembre 2015 è impegnato in un Concerto in memoria di Mario Del Monaco al Maggio Musicale Fiorentino.

Da Ottobre 2015 a marzo 2016 è Radames in Aida presso il Teatro Sociale di Rovigo diretto da Marco Boemi e per la regia di Franco Zeffirelli/ Stefano Trepidi che sarà poi ripresa nel 2016 nei Teatri di Pisa e Livorno e presso l’Ente De Carolis di Sassari ( novembre 2015) diretto da Sergio Alapont.

A gennaio 2016 è Primo cast di Pinkerton in Madama Butterfly presso la National Opera di Atene diretto da Luiz F. Malheiro.

In Aprile 2016 è Turiddu in Cavalleria Rusticana al Teatro Verdi di Salerno, a maggio 2016 è Primo cast di Cavaradossi in Tosca al Teatro Petruzzelli di Bari diretto da Giampaolo Bisanti.

In estate 2016 è Don Josè in Carmen in Arena di Verona. In autunno 2016 registra Tosca per il Teatro San Carlo di Napoli e Rai 1, partecipa al Gala Fuoco di Gioia al Teatro Regio di Parma nel contesto del Festival Verdi, partecipa ad un Gala al Teatro Sociale di Como per l’Associazione Amici del Bel Canto italiano di Vienna.

A dicembre partecipa al Festival internazionale di Musica Sinfonica di Algeri. Nel 2017 è impegnato per un Gala Puccini a Salonicco per la Thessaloniki State Symphony Orchestra in diretta televisiva nazionale e per altri Gala a Budapest Boscolo Rome Hall, a San Pietroburgo per il Festival Palaces, a Belgrado per l’Istituto Italiano di cultura, all’Opera di Stato di Ankara, a Sarzana Opera Festival.

In aprile/maggio è Primo cast di Riccardo in Un Ballo in Maschera all’Opera Nazionale di Bucarest, Radames in Aida all’Opera Nazionale di Belgrado, Radames all’Opera Nazionale di Bucarest. A giugno 2017 debutta il ruolo di Renato Des Grieux in Manon Lescaut al Seoul Arts Center diretto da M. Balderi e per la regia di A. Tarabella, partecipa alla Festa della Musica di Ankara e con un Gala al Festival Palaces di San Pietroburgo. In estate 2017 è Cavaradossi in Tosca alla Sinfonica di Haifa diretto da Xu Zhong per la regia di Shirit Lee Weiss, Don José In Carmen al Festival di Pravets in Bulgaria diretto da David Crescenzi per la regia di Ognian Draganoff e Primo cast di Cavaradossi al Festival Puccini di Torre del Lago diretto da Dejan Savic per la regia di Enrico Vanzina.

A settembre 2017 debutta in Kazakistan con due concerti al Festival internazionale di Musica di Ust Kamenogorsk e all’Opera di Astana. In autunno/inverno 2017 partecipa con dei Concerti al Festival Palaces di San Pietroburgo e all’Opera di Tiblisi, è Don Josè in Carmen al Tang Xianzu Festival Internazionale di Fouzhu ( Cina), Riccardo in Un Ballo in Maschera e Radames in Aida all’Opera Nazionale di Bucarest, Manrico in Trovatore all’Opera del Cairo.

Nel 2018 apre il Nuovo Anno con un Gala Puccini al Teatro del Giglio di Lucca diretto da Ethan Schmeisser, è impegnato con l’Opera Narodowa di Varsavia per Radames in Aida all’Opera di Dubai diretto da Patrick Fournillier ( febbraio 2018) e per Don Josè in Carmen al Wielki Teatr di Varsavia diretto da Keri-Lynn Wilson e con la regia di Andrzej Chryra (giugno 2018). A marzo 2018 è Radames alle Piramidi di Gyza in Egitto diretto da David Crescenzi, successivamente è impegnato per il Requiem di Verdi alla Cattedrale di Mallorca con la Simfonica De Balears in presenza dei reali di Spagna, per il ruolo di Calaf in Turandot all’Opera di Stara Zagora in Bulgaria (Aprile - Novembre), Cavaradossi in Tosca per l’Opera Nazionale di Belgrado - Sava Center. In estate è Radames in Aida all’Opera Romena di Iasi e al Festival di Pleven, successivamente Calaf in Turandot al Festival di Pravets, Don José in Carmen al Lanzhou Theatre in Cina in collaborazione con l’Opera de Paris. In autunno/inverno 2018 è impegnato per dei concerti a Yalta al Festival dei Palazzi di Crimea, per Tosca all’Opera Romena di Iasi e Aida all’Opera del Cairo.

Tra gli impegni del 2019 Don José in Carmen per Opera Carolina diretto da James Meena, la ripresa di Carmen all’Opera Nazionale di Varsavia, Calaf in Turandot al National Kaohsiung Center for the Art di Taiwan in collaborazione con il Deutsche Oper Am Rhein di Dusseldorf ripresa nel 2020, Manrico in Trovatore all’Opera Nazionale di Tirana diretto da Sebastiano Rolli per la regia di M. Baudin e all’Opera Nazionale di Belgrado, Turiddu in Cavalleria Rusticana all’ Eptapyrgion Festival in Grecia diretto dal Z. Tsokanou e con l’Orchestra di Stato di Salonicco, Don José in Carmen per Taormina Opera Stars, Radames all’Opera del Cairo, Turiddu al Teatro Petruzzelli di Bari diretto da Renato Palumbo per la regia di Michele Mirabella. Tra gli impegni del 2020 Tosca all’Opera del Cairo diretto da David Crescenzi, Adriana Lecouvreur al Teatro Petruzzelli di Bari diretto da Jordi Bernacer, la partecipazione al Festival di Ocrida in Macedonia del Nord, riceve il Premio Beniamino Gigli 2020 a Recanati, è impegnato in vari concerti in Italia e attività streaming a seguito della Pandemia, incide 2 dischi per la Kicco Music Milano.

Nella stagione 2021/2022 è impegnato al Festival internazionale della Musica di Catagena (Columbia) diretto da Sebastiano Rolli, è Riccardo in Un Ballo in Maschera e Radames in Aida all’Opera del Cairo diretto da Elio Orciuolo (Produzione che è programmata a maggio e settembre 2021), Radames in Aida e Calaf in Turandot per l’Opera di Stara Zagora, Cavaradossi in Tosca al Giardino Scotto (Teatro Verdi di Pisa) diretto da Hirofumi Yoshida per La regia di Enrico Stinchelli, Calaf in Turandot per l’Opera di Stara Zagora nel sito dell’antica città di Seutopoli. Recentemente al Festival dei Palazzi di San Pietroburgo per un Gala con orchestra diretto da Lorenzo Tazzieri e Requiem di Mozart Orchestra della Magna Grecia a Taranto e Martina Franca (Fondazione Paolo Grassi) - diretto da Gianluca Marcianò.

Nella stagione 2022/23 è Radames in Aida al Teatro Petruzzelli di Bari diretto da Renato Palumbo - regia di Mariano Bauduin, all’Opera di Novi Sad diretto da Marco Boemi e all’Opera del Cairo diretto da David Crescenzi, Calaf in Turandot all’Opera di Chisinau, Riccardo in Un Ballo in Maschera all’Opera Nazionale di Tirana in coproduzione con il Teatro Regio di Parma, Cavaradossi in Tosca al Teatro Bellini di Catania regia di Renzo Giacchieri, diretto da Luigi Piovano. Si esibisce in diversi concerti alla Sinfonica Siciliana, alla Sinfonica di Liepaja, al Festival estivo di Vijandi (Estonia) diretto da Marcello Mottadelli, al Festival del Bel Canto (Polonia), al Festival delle Ville Tuscolane per Irvit, al Teatro Garibaldi di Santa Maria CV. Si è recentemente esibito nella Petite Messe Solennelle di G. Rossini diretto da Jacopo Sipari Di Pescasseroli accompagnato dall’Orchestra Sinfonica Abbruzzese presso la Basilica Superiore di San Francesco di Assisi e presso la Basilica Ara Coeli di Roma, progetto in collaborazione con Rai 5.

Sarà prossimamente Cavaradossi in Tosca al Teatro Politeama Greco di Lecce diretto da Gianna Fratta per la regia di Giandomenico Vaccari, Andrea Chenier al Teatro di Banska Bystrika diretto da Stefano Romani e Radames in Aida all’Opera del Cairo per un progetto dell’Ambasciata d’Italia in Egitto diretto da Elio Orciuolo e per la regia di Davide Garattini Raimondi.

È stato diretto da maestri quali: M. Mariotti, N. Marasco, N. Luisotti, G. Sagripanti, J. Kovatchev, O. J. Wellber, A. Battistoni, D. Oren, C. Goldstein, G. Bisanti, J. Bignamini, M. Beltrami, M. Boemi, S. Romani, G. Grazioli, G. Sabbatini, J. Mikula, D. Mikulski, R. Frizza, C. Pinto, M. Valdes, J. Valcuha, F. Mastrangelo, C. Montanaro, L. F. Malheiro, S. Alapont, C. Orbelian, M. Balderi, E. Voudouris, G. La Malfa, M. Agostini , M. Mazza, G. Vranos, M. Golikov, A. Cedrone, M. Mottadelli, Z. Xu, D. Crescenzi, M. Kirchhoff, D. Savic, P. Mielgo, P. Fournillier, A. Veronesi, V. Boshnakov, K. Wilson, J. Meena, W. Chien, T. Kozlowski, S. Rolli, G. Fratta, R. Palumbo, E. Orciuolo, J. Bernacer, I. Krinchev, H. Yoshida, G. Marcianò, L. Tazzieri, R. Gianola, A. Sisillo, N. Dohotaru, L. Piovano, J. Sipari Di Pescasseroli, e ha lavorato con registi quali: G. Lavia, A. Cirillo, F. Ceresa, H. Brockhaus, F. Sparvoli, C. Rafici, D. Argento, F. Esposito, F. Zeffirelli, P. Pizzi, H. De Hana, S. Trespidi, C. Carreres, R. De Simone, R. Zanella, A. Tarabella, V. Anastassiu, M. Van Hoecke, P. Maestrini, N. S. Petropoulos, R. Canessa, G. Agostinucci, G. Asagaroff, O. Draganoff, S. Lee Weiss, A. De Lucia, E. Vanzina, R. Manoli, A. Saad, A. Chryra, J. Girardet, M. Bauduin, M. Mirabella, E. Stinchelli, R. Giacchieri.


dcm1.jpeg

Il Baritono

ALBERTO MASTROMARINO

 

Ha iniziato gli studi di canto con il baritono Paolo Silveri.

 

Dopo il debutto nel 1987 nel ruolo di Giorgio Germont in Traviata al primo Festival Internazionale Iraq, Babilonia, e Amonasro in Aida al teatro Eliseo di Roma, ha percorso quasi tutti i grandi ruoli del repertorio verdiano.

 

Da allora, nella sua straordinaria carriera, si è esibito, con i più grandi cantanti che abbiano mai calcato le scene nel suo periodo di attività.

 

Da Trovatore a Simon Boccanegra, da Rigoletto a Nabucco, Ballo in maschera, Attila, Falstaff, Otello, I Masnadieri, Ernani, Macbeth. Parallelamente ha interpretato un grande numero di opere del repertorio a cavallo tra la fine dell'800 e l'inizio del '900 italiano: Tosca (Scarpia), Gianni Schicchi, Tabarro, Le Villi, Madama Butterfly, I Pagliacci (Tonio), Cavalleria Rusticana, Guglielmo Ratcliff, La Gioconda, Andrea Chenier, Sly,Francesca da Rimini. 

La sua straordinaria carriera lo ha portato ad esibirsi regolarmente sui palcoscenici più prestigiosi del mondo: Teatro alla Scala di Milano, Metropolitan Opera NY, Arena di Verona, Deutsche Oper di Berlino, Staatsoper di Berlino, Wiener Staatsoper, Los Angeles Opera, Teatro Colon di Buenos Aires, Leatro Liceu Barcellona, National Centre for the Performing Arts di Pechino, Covent Garden Londra, Teatro dell'Opera di Roma, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Regio di Torino, Teatro Massimo di Palermo, Teatro San Carlo di Napoli, e nei maggiori teatri di tradizione italiani ed europei.


Ha collaborato con grandi direttori:  
Zubin Mehta: Filarmonica di Tel Aviv, Aida
Daniel Oren: Verona, Aida; Roma, Aida, Butterfly; Tel Aviv, Tosca; Palermo, Tosca.
Marcello Viotti: Bologna, I Puritani; Vienna, Tosca; Venezia, Attila.
Fabio Luisi: Metropolitan (N.Y.), Aida; Genova, Pagliacci.
Gianandrea Noseda: Torino, Simon Boccanegra; Scala, Aida.
Daniel Harding: Stoccolma, Pagliacci; Scala, Pagliacci.
Marco Armiliato: Verona, Aida, Tosca; Vienna, Cavalleria, Tosca; Berlino, Aida, Tosca.
Lu Jia: Verona, Pagliacci; NCPA Pechino, Tosca.
Donato Renzetti: Palermo, Adriana Lecouvreur; Verona, Tosca, La Gioconda; Catania, La Gioconda; Roma, Francesca da Rimini; Trieste, Tosca.
Massimo De Bernart: Bologna, Cavalleria; Trieste, Cavalleria e Pagliacci; Guglielmo Ratcliff, Silvano; Savona, Rigoletto; Macerata, Butterfly.
Nello Santi: Verona, Aida; Zurigo, Tosca; Napoli, Pagliacci.
Antonino Guadagno: West Palm Beach, Traviata; Catania, Cavalleria; Torre del Lago, Tosca.
Riccardo Chailly: Milano, Tabarro; Incisione del Mottetto per San Paolino.
Semyon Bychkov: Firenze, Ballo in Maschera.
Piergiorgio Morandi: Macerata, Cavalleria e Pagliacci; Verona, Tosca; Scala, Aida; Roma, Pagliacci.
Gianluigi Gelmetti: Roma, Il Tabarro,
Omer Meir Wellber: Verona, Aida.
Renato Palumbo: Roma, Sly; Torino, Adriana Lecouvreur, Andrea Chenier.
Maurizio Arena: Palermo, Tokyo, Cavalleria e Pagliacci.
E con i più talentuosi direttori emergenti:
Andrea Battistoni: Verona, Aida, Genova, Falstaff.
Daniele Rustioni: Verona, Falstaff
Valerio Galli: Genova, Gianni Schicchi, Festival Puccini, Tosca.
E molti altri.


Nella sua ormai trentennale carriera ha avuto il piacere e l'onore di essere diretto dai maggiori registi del panorama operistico mondiale.
Franco Zeffirelli: varie edizioni di Pagliacci, Aida, Butterfly, Falstaff.
Alberto Fassini: Francesca da Rimini, Tosca, Ballo in Maschera.
Liliana Cavani: Cavalleria e Pagliacci.
Roberto De Simone: Cavalleria, Tabarro.
Hugo De Ana: varie edizioni di Tosca.
Gilbert Deflo: Lucia di Lammermoor, Pagliacci.
Henning Brockhaus: Butterfly.
Pier Luigi Pizzi: La Gioconda.
Luca Ronconi: Tosca.
Piero Faggioni: Andrea Chenier.
Mario Monicelli: Cavalleria Rusticana.
Massimo Ranieri: Cavalleria e Pagliacci.
Giuliao Montaldo: Tosca.
Damiano Micheletto: Butterfly
Mario Martone: Pagliacci.
David Poutney: Cavalleria e Pagliacci.
Fura dels Baus: Aida.


I precedenti SudTALK dedicati alla Lirica:



image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio