Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

MENU

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

progetto senza titolo (1)
progetto senza titolo (1)
progetto senza titolo (1)
progetto senza titolo (1)

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Pubbliservizi: il Consiglio di amministrazione tenta l'ultima cartaIl TALK delle 10: Lirica, conosciamola perché è una meravigliaIl caso Juventus, la nuova calciopoli: "Può scindersi il divertimento dalla morale?"Sanità, CODACONS denuncia parentopoli al Garibaldi di Catania e ASP Ragusa, Catania e PalermoIM-BA-RAZ-ZAN-TEFallimento PUBBLISERVIZI: il commissario Portoghese risponde picche, silenzio assoluto della politica, cominciano le proteste dei dipendentiPUBBLISERVIZI, ULTIMORA delle 12: lavoratori in presidio attendono il commissario Portoghese, già insediati i Curatori che ricevono il CdAPUBBLISERVIZI FALLITA, parla il presidente Giuseppe Molino: “Il CDA spettatore impotente, si poteva evitare ma qualcuno ha remato contro”E come ogni Natale torna la buca di via Torino: sempre la stessaEdizione straordinaria del TALK di Sudpress: in diretta alle 11 dal liceo Majorana per un “Anima Mundi” che cambia il mondo

Governo regionale, sul PNRR continuano a fare "Cabine di regia": forse pensano sia un lido balneare

03-11-2022 06:30

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus,

Governo regionale, sul PNRR continuano a fare "Cabine di regia": forse pensano sia un lido balneare

Quanto scommettiamo che finiamo a mare senza neanche cambiarci?

progetto-senza-titolo-(75).png

Altro comunicato del presidente della regione siciliana Renato Schifani, di ieri:

 

Pnrr, Schifani: «Una cabina di regia a supporto dei dipartimenti»

"Una cabina di regia che possa supportare e coadiuvare i dipartimenti regionali nella programmazione e nella spesa dei fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani ne ha annunciato la costituzione oggi nel corso dell’incontro che si è svolto a Palazzo d'Orléans con i dirigenti generali.

Sarà presieduta dal segretario generale della Regione, Maria Mattarella, e composta da: Giovanni Bologna, avvocato generale della Regione; Ignazio Tozzo, ragioniere generale; i dirigenti generali Federico Lasco, della Programmazione; Vincenzo Falgares, dell’Arit; Carmen Madonia, della Funzione pubblica; e dal capo di gabinetto vicario del presidente, Vitalba Vaccaro.

«Il Pnrr – ha detto Schifani ai dirigenti – è un’opportunità straordinaria per lo sviluppo della Sicilia e non possiamo sprecarla. Tanto è già stato fatto ed è nostra intenzione continuare su questa strada. Con la collaborazione di tutti, faremo tutto quanto nelle nostre possibilità e metteremo in campo ogni sforzo per superare le eventuali criticità che dovessero presentarsi".

 

Perfetto, ci voleva una bella "Cabina di Regia".

 

Un altra l'avevano già fatta, con oggetto sempre il PNRR, lo scorso febbraio, il 24, sempre diffusa con comunicato stampa:

 

"Pnrr, Regione e Anci: ricognizione delle richieste di supporto da parte delle amministrazioni locali
Una ricognizione delle richieste di supporto da parte delle amministrazioni locali per i procedimenti amministrativi connessi all'attuazione del Pnrr, così da coordinare al meglio il lavoro degli esperti selezionati dalla Regione Siciliana proprio a questo scopo.
È l'iniziativa avviata dall'assessorato regionale per le Autonomie locali e la Funzione pubblica e dall'Anci Sicilia, per venire in soccorso di tutti quegli enti locali che hanno bisogno di aiuto per semplificare e velocizzare le procedure amministrative necessarie ai progetti previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.
«Coinvolgere i Comuni in questa delicata fase è un segnale importante per partire col piede giusto e sfruttare al meglio le opportunità che le risorse del Pnrr possono offrire ai nostri territori – afferma l'assessore regionale alle Autonomie locali e alla Funzione pubblica, Marco Zambuto – Stiamo lavorando insieme con l'Anci Sicilia ad altre iniziative destinate ad aiutare le amministrazioni locali in questo percorso».
«Una quota cospicua delle linee di investimento previste dal Pnrr vede un coinvolgimento diretto degli enti locali, i quali non solo sono chiamati a partecipare agli avvisi presentando progetti - dichiara Leoluca Orlando, presidente di Anci Sicilia - ma dovranno anche realizzare, in tempi brevi, le opere pubbliche o le altre attività previste. Sostenere la capacità amministrativa degli enti locali siciliani, favorendo la velocizzazione di  procedure complesse propedeutiche alla realizzazione delle opere, attraverso il supporto di una task force di esperti,  può rappresentare un elemento strategico per migliorare i servizi offerti ai cittadini e le imprese e per realizzare nuove infrastrutture». «Un rafforzamento del coordinamento tra le amministrazioni centrali, la Regione siciliana e gli enti locali – aggiunge Orlando - è certamente la base da cui partire per raggiungere gli obiettivi sperati e per trasformare la grandissima opportunità di crescita economica e sociale  fornita dal Pnrr in un effettivo miglioramento della qualità della vita nell’Isola».
La parola d'ordine è superare le criticità dovute a procedure troppo complesse, i cosiddetti “colli di bottiglia”, che spesso riguardano valutazioni e autorizzazioni ambientali, bonifiche, autorizzazioni nei settori delle rinnovabili, dei rifiuti, dell'edilizia e dell'urbanistica, degli appalti di lavori, in particolare nei beni culturali.Alla Regione sono state assegnate risorse per contrattualizzare 83 esperti di vari profili professionali e il piano territoriale prevede uno sportello di consultazione attiva e supporto al dipartimento regionale Urbanistica, task force territoriali coordinate dal Dipartimento tecnico negli uffici del Genio civile per il supporto dei Comuni e degli altri enti territoriali, task force centrale per le procedure coordinate dall'Ufficio speciale di Progettazione; altre task force ubicate al dipartimento Acque e Rifiuti e al dipartimento dei Beni culturali.
Gli esperti non possono svolgere attività di progettazione o di direzione dei lavori, ma sono a disposizione delle amministrazioni comunali, delle Città metropolitane e dei Liberi consorzi in cui si riscontrano “colli di bottiglia” amministrativi.
Le amministrazioni locali dovranno compilare uno specifico modulo che l'Anci Sicilia ha messo a disposizione sul portale www.pnrrsicilia.itSulla base di questa ricognizione sarà possibile definire, nell'ambito della cabina di regia istituita al dipartimento regionale della Funzione pubblica e a cui è affidato il coordinamento del piano territoriale, le modalità e la graduazione dei supporti richiesti dagli enti locali."

 

E siamo a due cabine di regia, quella a supporto dei dipartimenti e quella a supporto dei comuni, almeno quelle che abbiamo trovato sullo stesso PNRR.

 

Poi faranno la cabina a supporto delle cabine e poi ancora la cabina a supporto della cabina a supporto delle cabine: se ne contano centinaia, per ogni cosa fanno la "cabina di regia" che serve soltanto a concludere niente.

 

E di cabina in cabina, vediamo che combinano?

 

Quanto scommettiamo che finiamo a mare senza neanche cambiarci?

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio