381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Confindustria in campo per la sicurezza informatica delle imprese italiane: la sfida per la sopravvivenzaSu Sudsport Pallanuoto, la grande stagione di Muri Antichi: i ringraziamenti di president Luigi Spinnicchia. E il sognoCongresso Nazionale SIOD: innovazione e sicurezza in Odontoiatria al Centro del dibattitoSu Sudsport Pallavolo: 5 giovanissime atlete catanesi convocate in nazionaleDal 17 giugno una Summer School organizzata dal DICAR di UNICT con il MIT, la più prestigiosa università al mondoASP Catania, succedono cose stranissime: il commissario Laganga, sospeso penalmente, è in servizio ma non firmaSu Sudsport Il Jamboree Internazionale di Minibasket invade Catania: tre giorni di pura passioneL’eterno dramma dei rifiuti in Sicilia: interesse di tutti, soluzione di chi?Si diffonde anche in Italia il Litigation FundingMare "Mostrum": riaprono i solarium ma Catania è bandiera nera.

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

Elezioni: Cateno De Luca sta davvero scassando tutto

25-08-2022 06:36

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus, Regione,

Elezioni: Cateno De Luca sta davvero scassando tutto

Adesioni eccellenti...e l'entusiasmo cresce

img-20220824-wa0057.jpeg

Lo aveva promesso e lo sta mantenendo: rompere il giocattolo.

 

Del resto lo avevamo anticipato sin dalla fine dello scorso anno, in tempi non sospetti e quando sembrava una boutade accolta con sufficienza dai gruppi di potere oggi additati come "Banda Bassotti", che l'allora sindaco di Messina sarebbe stato una bomba atomica sullo scenario regionale. 

 

Basta dare un'occhiata alla pagina Facebook del candidato Sindaco di Sicilia Cateno De Luca, tra le più seguite d'Italia, per capire cosa sta accadendo: racconta di un turbinio di incontri, comizi, provocazioni e anticipazioni di scenari che poi puntualmente si verificano. E ad ogni incontro, con l'ormai rituale fila di sostenitori in fila per il selfie con le dita in segno di vittoria puntate agli occhi dei "Banditi Bassotti", l'entusiasmo si avverte crescente.

 

L'ultimo colpo di scena quanto accaduto nelle scorse ore con l'esodo verso la lista "Sicilia Vera" di due big del Partito Democratico, nientemeno che il segretario catanese Angelo Villari e l'ingegnere ed ex assessore regionale Luigi Bosco, che hanno deciso di reagire rilanciando all'ipotesi di venire esclusi dalle liste a sostegno di Caterina Chinnici perché sottoposti a processo nelle vicende legate al dissesto del comune di Catania.

 

«Nessun passaggio ma la condivisione di un progetto comune. Questo oggi è ciò che sta accadendo con Angelo Villari e il gruppo che lo sostiene».

 

Così il leader di “Sud chiama Nord” Cateno De Luca ha chiarito la vicenda nel corso della conferenza stampa congiunta con l’ex segretario del Pd etneo Angelo Villari.

 

«L'uscita dal PD è stata causata da un partito divenuto verticistico con un uomo solo al comando. Ben lontano dal partito plurale che ho contribuito a fondare e che ho servito per anni. Di questa fase è delle relative conseguenze dovrà assumersi le responsabilità l'attuale segretario regionale. La mia candidatura nella lista "Sicilia Vera" a sostegno di Cateno de Luca è dovuta in primis ad una motivazione politica che mi vedrà impegnato in una lista civica ed indipendente. Avrò inoltre piena agibilità politica in linea con la mia storia ed il mio profilo. Questo movimento vuole rappresentare il civismo e porta con sé l'esperienza di tanti sindaci e di tanti amministratori e rappresenterà le istanze dei cittadini all'Ars. Anch'io spenderò il mio impegno per garantire voce a chi non ce l'ha. Come ho sempre fatto».

 

Insieme ad Angelo Villari, già assessore ai Servizi Sociali di Catania, entrano a far parte di Sicilia Vera l’ex assessore regionale alle Infrastrutture Luigi Bosco, Vincenzo Di Silvestro, Rosa Contino, Federica Giangreco e Paola Marletta.

 

«Condivido quanto detto da Angelo – ha ribadito Bosco -, la direzione regionale del Pd si è chiusa e ha posizionato i suoi colpi. Avrebbero potuto evitare tutto ciò, ma mancano le giuste competenze. Voglio dare il mio contributo alla Sicilia. La mia visione si specchia in quella di Cateno De Luca. Perché non bisogna solo avere le idee, ma anche saperle realizzare. E le cose si possono fare se si è al momento giusto nel posto giusto! De Luca è l’uomo giusto al momento giusto!»

 

«Come abbiamo ripetuto fin dal primo giorno della nostra campagna elettorale, noi abbiamo chiesto a uomini e donne libere di sposare il nostro programma per cambiare la Sicilia, mettendo da parte le ideologie – ha detto De Luca-. Angelo e Luigi, insieme agli altri candidati, stanno mettendo la propria competenza a disposizione del territorio e della nostra Isola per liberarla dalla “banda bassotti politica”.

 

"Non sopporto i processi sommari che vengono fatti alle persone, non accetto che un uomo come Angelo Villari, nella sua funzione di segretario provinciale del partito, quindi persona buona e degna di rappresentare il partito, ad un certo punto venga buttato via in nome di una strategia che nulla ha a che vedere con il territorio. Il nostro è un progetto plurale, che al suo interno accoglie diverse sensibilità, con percorsi diversi ma obiettivi comuni. Oggi non c'è alcun "passaggio" ma la condivisione di un percorso comune per il bene di questa Terra».

 

E ancora le liste per le regionali siciliane non sono chiuse...


Leggi anche:









image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio