sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

CONTATTI

MENU

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

1280x720

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

DIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Nino Rizzo, medico di famiglia: "Occorre una nuova governance dei sistemi sanitari"Potente spettacolo di Emergency venerdì 12 agosto all'Ardizzone Gioeni: oggi alle 18 il Talk di presentazioneCateno De Luca: al via la raccolta di firme per il Sindaco d'Italia. E di SiciliaSAC – Aeroporto di Catania: per l'Autorità Nazionale Anticorruzione è MALA GESTIORegionali, il ridicolo "veto" su Prestigiacomo di La Russa e Lega diventa boomerang: sul gommone pro-migranti c'era la senatrice leghista Valeria SudanoIl TALK di Sudpress, Speciale "Tosca" seconda puntata: sveliamo il misterioso Backstage dell'opera liricaRegione, i colonnelli siculi di FdI giocano col fuoco e mettono a rischio Lazio e premiershipLa tua campagna elettorale falla come si deve con Sudpress, Arti Grafiche Etna e Sicra Press: il massimo della Comunicazione Integrata"Come polli d'allevamento...tra macerie di valori"SI VOTA IL 25 SETTEMBRE: E ADESSO TUTTI ACCATTONI A PIETIRE PER UN VOTO

"Caso assessore Baglieri", interviene anche l'associazione di consumatori Primoconsumo. Silenzio invece dai pa

05-07-2022 06:55

redazione

Cronaca, Focus,

"Caso assessore Baglieri", interviene anche l'associazione di consumatori Primoconsumo. Silenzio invece dai palazzi

Sono passati 7 giorni e continuano a non dare spiegazioni

schermata-2022-07-04-alle-15.53.47.png

Un caso che, per quanto stranamente "silenziato", continua a far discutere e suscitare reazioni, ovunque tranne che nei palazzi che se ne dovrebbero occupare.

Persino la cosiddetta "opposizione" politica, quella che fa finta di blaterale per ogni cosa, su questa cosa esagerata pare inusitatamente distratta.

 

Ci si riferisce alla segnalazione ricevuta e sviluppata da Sudpress, con tanto di accesso agli atti, della possibile omissione del pagamento della TARI riferita alla residenza nientemeno che dell'assessore regionale ai rifiuti Daniela Baglieri. 

schermata-2022-07-04-alle-15.53.58.png

Del resto la stessa Baglieri aveva esordito nel suo ruolo di assessore con una gaffe davvero memorabile, addossando le colpe della grave situazione dei rifiuti alla mancanza di programmazione, dimenticando che il presidente Musumeci che l'aveva appena nominata governava già...da quattro anni.

Adesso, nel silenzio tombale di tutti quelli che qualcosa dovrebbero pur dire, arriva l'intervento di un'altra importante associazione di consumatori, Primoconsumo, con sede a Roma e presieduta dall'avvocato Marco Polizzi, che si rivolge con una PEC direttamente al presidente Musumeci, investendolo direttamente della responsabilità in via gerarchica e paventando persino una violazione di legge in base ad un recente pronunciamento della Cassazione in ordine ai requisiti per l'assunzione di incarichi pubblici:


Egregio Presidente Nello Musumeci
e
Gent.ma Assessora Daniela Baglieri
 
SudPress ha pubblicato il 29 giugno un articolo da cui sembrava plausibile emergere il mancato pagamento della TARI da ben 5 anni dell’assessora con delega ai rifiuti.

 

E’ seguito un intervento pubblico del Codacons.


Non risulta che a distanza di 2 giorni (e ormai ne sono passati 6, ndr) dalla grave ipotesi paventata dall’organo di stampa, l’Assessore abbia ritenuto di fare alcun intervento per salvaguardare la dignità del ruolo e della Istituzione Regionale.

 

Peraltro questo accade in un contesto in cui la questione rifiuti è divenuta una bomba civile.


Dispiace rilevare che neanche il Presidente Musumeci ha sentito il bisogno di intervenire, tanto che Sud Press legittimamente segnala che non ci sia stata nessuna reazione se non quella della battagliera consorella Codacons.


Noi oggi con Primoconsumo abbiamo deciso quindi di agire direttamente e di farlo intanto per via Istituzionale e gerarchica.

 

Lo facciamo sulla base delle norme italiane e seguendo in proposito la linea della Suprema Corte in una recente sentenza (n. 26860 del 2021) che ha ribadito il principio: non può aspirare a fare il consigliere comunale, né l’assessore o il sindaco, chi ha un debito fiscale nei confronti del Comune. Un’incompatibilità - prevista dal Testo unico enti locali - a ricoprire il ruolo di amministratore, che resiste fino a quando i debiti non sono saldati.


Presidente Musumeci, prendendo esempio dal nostro Presidente Draghi sulla questione 5Stelle e Conte, andrebbe convocata immediatamente una conferenza stampa in cui Lei prende posizione in merito fugando ogni dubbio sulla legittimità delle condotte del Suo Assessore o assumendo determinazioni secondo legge.


Ponendo la massima fiducia sul senso istituzionale delle Vostre persone, distintamente salutiamo.
 

Avv. Marco Polizzi
Presidente Primoconsumo


image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio