sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

CONTATTI

MENU

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

1280x720

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Regionali, Caterina Chinnici pretende liste "immacolate", stop alle candidature di Giuseppe Lupo, Angelo Villari e Luigi Bosco"Tutti a cercare la diligenza, ma probabilmente siamo al Capolinea"Regionali, Meloni e La Russa provano ad imporre Renato Schifani imputato a Caltanissetta, gli avversari tirano un sospiro di sollievo e Cateno De Luca esultaBufera al Policlinico Universitario di Catania: arrestato il primario di cardiochirurgia Carmelo MignosaDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Nino Rizzo, medico di famiglia: "Occorre una nuova governance dei sistemi sanitari"Potente spettacolo di Emergency venerdì 12 agosto all'Ardizzone Gioeni: oggi alle 18 il Talk di presentazioneCateno De Luca: al via la raccolta di firme per il Sindaco d'Italia. E di SiciliaSAC – Aeroporto di Catania: per l'Autorità Nazionale Anticorruzione è MALA GESTIORegionali, il ridicolo "veto" su Prestigiacomo di La Russa e Lega diventa boomerang: sul gommone pro-migranti c'era la senatrice leghista Valeria SudanoIl TALK di Sudpress, Speciale "Tosca" seconda puntata: sveliamo il misterioso Backstage dell'opera lirica

"OPERAZIONE ZELENSKY" in Sicilia: FICARRA (o Picone) CANDIDATO PRESIDENTE DELLA REGIONE?

22-06-2022 06:55

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus,

"OPERAZIONE ZELENSKY" in Sicilia: FICARRA (o Picone) CANDIDATO PRESIDENTE DELLA REGIONE?

Mentre aspettiamo il prossimo Federico II almeno ci facciamo quattro risate, TANTO PIÚ COMICA DI COSì...

zelensky-(1).png

Dopo l'incredibile gag sul palco del Teatro Antico di Taormina che ha affondato ogni residua velleità di ricandidatura del presidente della regione Nello Musumeci, convinto al passo indietro dalla valanga di fischi che lo ha accolto, nella Sinistra più fantasiosa serpeggia l'ipotesi più suggestiva che si potesse immaginare: uno dei due comici Ficarra o Picone alla presidenza della regione.

La suggestione pare sia nata collegando la performance mastina del duo all'ascesa del presidente ucraino che da comico satirico ha prima vinto le elezioni con un plebiscito supportato dalle contestazioni al sistema per poi trasformarsi addirittura in un leader eroico che sta guidando la resistenza del suo paese contro l'aggressione della superpotenza russa.

 

La storia di Volodymyr Oleksandrovyč Zelens'kyj è davvero da romanzo.

 

Nato e cresciuto a Kryvyj Rih in una famiglia di origine ebraica e di madrelingua russa, Zelens'kyj si è laureato in giurisprudenza all'Università Economica Nazionale di Kiev, per poi cimentarsi nella carriera di attore.

 

Ha fondato la casa di produzione Kvartal 95, che ha prodotto diversi film, cartoni animati e serie tv, tra cui la ormai celebre "Servitore del popolo", recentemente trasmessa anche in Italia, una serie tra il grottesco ed il satirico in cui lo stesso Zelens'kyj interpretava un professore del liceo inaspettatamente eletto presidente dell'Ucraina.

 

Nel marzo 2018 alcuni dipendenti di Kvartal 95 hanno fondato un partito politico omonimo della serie, cavalcando la sua straordinaria popolarità.

 

Il 31 dicembre 2018 Zelens'kyj ha annunciato la sua candidatura per le elezioni presidenziali del marzo successivo.

 

Pur non avendo esperienza politica, la sua popolarità come comico e le sue posizioni anti-corruzione lo hanno posto fin da subito in testa nei sondaggi.

 

Dopo essere risultato il candidato più votato al primo turno, il 21 aprile 2019 ha sconfitto al ballottaggio il presidente uscente Petro Porošenko con il 73% dei consensi.

Identificatosi come populista, si è attestato su posizioni europeiste e anti-establishment.

 

Ora, se con la candidatura di Musumeci, parafrasando Micciché che lo dà perdende anche con un gatto, la Sinistra poteva anche avere una possibilità di approfittare di spaccature e scarso gradimento, cambiando il cavallo possibile che a destra ci si ricompatti ed a quel punto, senza una variabile fortemente innovativa, sarebbe probabile la solita vittoria della somma di preferenze che le truppe cammellate dei soliti noti riescono a portare al voto.

 

Ed ecco allora la "pazza idea", la soluzione che scassa tutto, l'azzardo più audace: il duo comico, notoriamente di sinistra, artefice dell'ultima disfatta di Musumeci, assurgere al ruolo di salvatore della patria, di cavalieri bianchi di una sinistra che appare gravemente asfittica ed in balia all'apatia più totale.

 

Un coup de théâtre che potrebbe portare la Sicilia avanti di 50 anni...o indietro di 200, ma in ogni caso potrebbe farla muovere da quella palude in cui si è ficcata nell'ultimo cinquantennio.

 

Non è dato sapere se si tratta di fanta politica o se qualcosa bolle in pentola, se qualcuno a Sinistra possa risultare così geniale da provare una qualche innovazione spericolata pur di sparigliare le carte: certo che sarebbe se non interessante quanto meno divertente.

 

E mentre aspettiamo un nuovo Federico II, almeno ci facciamo quattro risate.

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio