sudpresslogo
sudpresslogo

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:

eventi mof 2021 (1)

telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

La guerra e i suoi effetti nel tempo. Per tuttiIntervista a Mons. Antonino Raspanti,Vescovo di Acireale e Presidente della Conferenza Episcopale Siciliana"Caso Baglieri", il CODACONS: "Assessore non paga TARI? CHIARISCA O SI DIMETTA SUBITO"Celebrato il primo congresso della battagliera sezione catanese del sindacato nazionale CUB Trasporti: il dr. Salvatore Ventimiglia confermato Segretario30 giugno/1 luglio a Palazzo dei Normanni il MID.MED SHIPPING & ENERGY FORUML'assessore regionale ai rifiuti Daniela Baglieri da 5 anni non paga ...la tassa sui rifiuti?Un pensiero per Fratel Biagio Conte che sta lottando. AncoraStanno sfidando la furia popolare: aumento tassa rifiuti del 18%Nasce anche a Catania il Gruppo Archeologico Amenanos: tante le iniziative culturali in programmaA Catania il primo Fringe Festival del teatro Off: bando per gli artisti prorogato al 16 luglio

L’urlo silenzioso delle donne: Il silenzio non è mai la scelta giusta

19-05-2022 09:06

Giornalisti del Futuro

Cronaca, Il Mediterraneo in miniatura,

L’urlo silenzioso delle donne: Il silenzio non è mai la scelta giusta

Cristina Pagano racconta il suo primo libro, dal titolo “L’urlo delle donne” presso il Liceo statale Archimede di Acireale

cristina-pagano.jpeg

Cristina Pagano racconta il suo primo libro, dal titolo “L’urlo delle donne” presso il Liceo statale Archimede di Acireale

“Ho scritto queste storie d’istinto” così lo scorso 26 marzo, Cristina Pagano, giovanissima scrittrice di 19 anni, ex alunna del liceo Archimede, ci parla del suo libro “L’urlo delle donne”, una raccolta di 12 storie di violenza.


Cristina racconta la genesi del suo libro attraverso queste parole “Tutto è cominciato con un progetto scolastico curato dalla professoressa di storia sul tema della schiavitù. Per quella occasione scrissi di una ragazza costretta a prostituirsi. Quel racconto fu poi pubblicato in un’antologia di racconti a seguito di un concorso letterario”. A quel primo esperimento di scrittura hanno fatto seguito altri 11 racconti che Cristina ha deciso di pubblicare dando vita al suo primo libro. 


Attraverso le sue storie tratta molti tipi di violenza, per dar voce a chi non ha il permesso di rivendicare i propri diritti. Da qui il titolo “l’urlo delle donne”. 
La maggior parte dei suoi racconti non si ispirano a storie di cronaca, “vere” nel senso proprio del termine, esse sono frutto della sua immaginazione e straordinaria capacità di immedesimarsi nei personaggi che descrive in modo molto verosimile così che “vere” sono le emozioni di chi quelle storie legge. Ciò che colpisce maggiormente è il modo in cui Cristina riesce a raccontare come si sentono le ragazze che subiscono violenza, la paura e la rabbia, ma anche il coraggio con cui affrontano gli abusi di cui sono vittime. Nel libro c’è una vasta gamma di azioni e reazioni alla violenza. Si parla di bullismo, di revenge porno, di stupro, di costrizioni e di ingiustizie di ogni sorta. 


L’autrice ci racconta che il suicidio è spesso “la scelta più facile, ma non quella più giusta e non è l’unica” e che pertanto si è sforzata di immaginare la vita futura delle sue protagoniste. “Chissà, forse, sarà il tema del prossimo libro”.
Attraverso questo libro Cristina vuole comunicare l’importante messaggio che le donne non devono avere paura di difendersi, di denunciare e raccontare le violenze che subiscono e che quanto hanno vissuto e superato non rappresenta un punto d’arrivo, ma l’inizio di una nuova vita.

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio