sudpresslogo
sudpresslogo

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:

eventi mof 2021 (1)

telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

"Caso assessore Baglieri", interviene anche l'associazione di consumatori Primoconsumo. Silenzio invece dai palazziIntervista al Segretario Generale CISL Maurizio Attanasio. Sui precari covid: "Non lasceremo che li prendano a calci!"La guerra e i suoi effetti nel tempo. Per tuttiIntervista a Mons. Antonino Raspanti,Vescovo di Acireale e Presidente della Conferenza Episcopale Siciliana"Caso Baglieri", il CODACONS: "Assessore non paga TARI? CHIARISCA O SI DIMETTA SUBITO"Celebrato il primo congresso della battagliera sezione catanese del sindacato nazionale CUB Trasporti: il dr. Salvatore Ventimiglia confermato Segretario30 giugno/1 luglio a Palazzo dei Normanni il MID.MED SHIPPING & ENERGY FORUML'assessore regionale ai rifiuti Daniela Baglieri da 5 anni non paga ...la tassa sui rifiuti?Un pensiero per Fratel Biagio Conte che sta lottando. AncoraStanno sfidando la furia popolare: aumento tassa rifiuti del 18%

Vie Pacini, Gemmellaro e piazzetta Sciuti: pedonali per finta, da bomboniera a vergogna

27-05-2022 06:39

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus,

Vie Pacini, Gemmellaro e piazzetta Sciuti: pedonali per finta, da bomboniera a vergogna

Doveva essere una zona bomboniera ed invece diventate discariche di rifiuti: MA È COSÍ DIFFICILE TROVARE SOLUZIONI?

Le vie Pacini e Gemmellaro, congiunte da piazzetta Sciuti, dovevano essere uno dei tanti bijoux che la meravigliosa Catania potrebbe e dovrebbe offrire ai suoi cittadini e turisti ed invece spreca e oltraggia stupidamente.

 

A dicembre 2017, appena cinque anni fa, sulla stampa locale si leggeva: "Una magnifica atmosfera, quando si punta sulla qualità i risultati si ottengono sempre". Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco dopo aver inaugurato ieri sera l'arredo urbano progettato dall'architetto Alessandro Villari e donato alla città da alcuni esercenti del tratto di via Pacini tra via Etnea e via Sant'Euplio. "Si completa così - ha sottolineato Bianco - grazie alla partecipazione fattiva dei cittadini e alla collaborazione con l'Amministrazione, un intervento che ha coinvolto la prima parte di questa stessa strada con azioni di riqualificazione urbana e, nella zona di via Sant'Euplio, la sistemazione di alcuni arredi da parte di Unicredit. E con il provvedimento della Giunta che ha chiuso la via Pacini al traffico dei veicoli, questo è così un altro pezzo di città che diventa salotto buono".

 

Era il quotidiano La Sicilia del 3 dicembre 2017 ed oggi, ma già da tempo, la situazione è decisamente degradata: altro che meraviglia, è una vergogna e non si capisce perché.

 

La pedonalizzazione, sancita da ordinanza e quindi legge, è presidiata da una tristissima quanto inutile transenna provvisoria collocata all'inizio della via Pacini

img_4655.jpeg

Una "soluzione" che pare fatta apposta per sfidare la proverbiale "spirtizza" dei catanesi:

Alle 10.15 del mattino ad ogni angolo cumuli di rifiuti e ci viene spiegato che in pochi rispettano gli orari stabiliti per lasciarli nei punti stabiliti, ed il risultato è questo:

img_4645.jpegimg_4649.jpeg

Due scooter abbandonati, di cui uno anche senza targa, restano indisturbati sul marciapiede da almeno un anno senza che nessuno lo rimuova nonostante centinaia di segnalazioni:

img_4652.jpeg

Per non dire che le vie che dovrebbero essere pedonali diventano zone di percheggio indiscriminato di motorini che poi, per uscire dal labirinto, sfrecciano tra i tavolini dei locali tra lo sconcerto dei turisti seduti a gustare un gelato o un aperitivo: abbiamo assistito:

img_4660.jpeg

L'esasperazione dei commercianti, che hanno investito considerevoli risorse abbagliati dalla prospettiva di una bella zona in pieno centro, alle spalle della via Etnea, è ai limiti, anche perchè il costo di suolo pubblico, imposte varie e affitti comincia a farsi insostenibile dopo due anni di fermo pressoché totale.

A farsene interprete Massimo Gilletti, storico esercente del centro storico catanese:

Non meno pesante quella dei residenti, molti dei quali stanno pensando di abbandonare la zona perché ormai invivibile: 

Ora, d'accordo che l'inciviltà pare essere essere la caratteristica principale di gran parte dei catanesi, ma è anche vero che basterebbe qualche piccolo accorgimento per evitare si aggravi il degrado, provando a recuperare un'idea di pedonalizzazione che andrebbe a vantaggio di tutti: all'inizio della via Pacini, al posto di quella inutile transenna, un bel dissuasore fisso, di quelli ad estrazione rapida in caso di emergenza, qualche catena mobile che impedisca il transito dei motorini tra i tavoli dei locali, belle multe a chi lascia i rifiuti in maniera irregolare ed in pochi giorni il problema sarebbe risolto.

 

Ma è così difficile?

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio