Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

MENU

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

schermata 2022-11-20 alle 06.58.04
schermata 2022-11-20 alle 06.58.04
schermata 2022-11-20 alle 06.58.04
schermata 2022-11-20 alle 06.58.04

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

E come ogni Natale torna la buca di via Torino: sempre la stessaEdizione straordinaria del TALK di Sudpress: in diretta alle 11 dal liceo Majorana per un “Anima Mundi” che cambia il mondoIl Talk in diretta alle 10 con "quelli di COMICS" che compie XXIX anniMondiali di calcio in Qatar: perchè?Ottima cosa via di Sangiuliano pedonale il sabato sera e la chiusura dei locali alle 2. E anche piazza Manganelli senza auto parcheggiate"Democrazia Partecipata", solo in 1.876 catanesi hanno votato. Ed è un peccatoDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), per i rifiuti l'avv. Dario Riccioli lancia la proposta delle "Isole Ecologiche Mobili"Il post del Sottosegretario Vittorio Sgarbi dopo essere intervenuto durante il Talk sul caso Palazzo Beneventano di LentiniA Catania ciclo di incontri sul "Curatore Speciale del Minore", nuova importante figura nel processo di famigliaLa Galleria Carta Bianca compie oggi 25 anni, un record di longevità. E il patron Checco Rovella ce lo racconta

"Una sfida per il Sud", due giorni di studio e proposte per un rilancio che non può aspettare

27-03-2022 07:55

redazione

Cronaca, Focus,

"Una sfida per il Sud", due giorni di studio e proposte per un rilancio che non può aspettare

Le risorse ci sono: bisogna conoscerle e, soprattutto, spenderle bene

7m0a1306.jpeg

Sala del Mercure Hotel di Catania gremita di amministratori e professionisti per la prima giornata di lavori del convegno organizzato dell'eurodeupata siciliana Annalisa Tardino.

 

Finalmente, bisogna riconoscerlo al di là delle appartenenze, un modo utile di impiegare le risorse che l'euro parlamento mette a disposizione di ogni suo deputato per lo svolgimento dell'attività politica.

 

In questo caso l'on.Tardino, ottimamente coadiuvata dal suo staff capitananto dall'Assistente Parlamentare Carmen Scirè, ha dedicato queste risore per offrire al territorio di sua competenza due giorni di studio, alternando al tavolo dei relatori esperti delle varie discipline in grado di offrire ai numerosi intervenuti spunti di riflessione ed esempi concreti per poter utilizzare al meglio le tante opportunità offerte dalla legislazione europea.

 

Il Segretario della Lega Matteo Salvini ha aperto il seminario “Fondi Ue: una sfida per il Sud”, organizzato a Catania dall’europarlamentare Annalisa Tardino e che si chiuderà oggi.

 

“Acqua, ambiente e rifiuti sono snodi cruciali per il futuro della Sicilia – le parole del leader della Lega – migliori impianti di depurazione e una corretta gestione dei rifiuti sono temi non più rimandabili. Lo chiede l’ambiente, lo chiedono i siciliani. Le incompiute non sono più accettabili. E non è pensabile che non si riesca a risolvere questi problemi.  Non è più possibile che venga chiamato da amministratori siciliani per affrontare e parlare ancora di emergenza rifiuti o per le carenze idriche. A livello di infrastrutture – ha continuato Matteo Salvini – i prossimi mesi saranno determinanti per la Sicilia. Ma il punto di partenza non mi sembra essere il migliore visto che si parla già di proroghe e rinvii. La Sicilia è una terra straordinaria, in cui torno almeno una volta al mese per i miei processi, e io ringrazio chi progetta il futuro come chi ha voluto organizzare questo seminario. Mattoncino su mattoncino la Sicilia e l’Italia diventeranno terre migliori”. Un passaggio anche sulla guerra. “Si sta parlando troppo di armi, di missili e di bombe. Oltre Oceano si parla di nucleare. Ringrazio il Santo Padre che ci porta la luce e tutte quelle donne e quegli uomini che credono nella pace”.


“Fondi Ue per il Sud – ha sottolineato Annalisa Tardino in apertura della due giorni - è la sfida che ci attende ed è di fondamentale importanza, soprattutto in questo preciso momento storico. Da un calcolo, ci saranno 15 miliardi di euro per la Sicilia Tra fondi Pnrr e quelli tradizionali. Fondi che non possiamo disperdere. Questo format lo replichiamo dopo quello di Palermo: abbiamo coinvolto sindaci, amministratori, esponenti politici ma anche professionisti ed associazioni di categoria. Abbiamo pensato a 4 panel legati alle attività produttive e ai comparti economici più importanti. Un evento con il quale forniremo utili elementi a chi si approccia all’amministrazione dei territori. Ringrazio il Gruppo Identità e Democrazia che ci ha consentito di poter essere qui”.

 

Sabato i lavori, dopo i saluti istituzionali di vari esponenti parlamentari e sindaci del territorio, sono stati avviati dal panel dedicato alle opportunità offerte dai fondi europei nelle nelle loro varie articolazioni e che ha visto alternarsi le relazioni di Andrea BOFFI, European Project manager, Piero DAVID, Senior Consultant Fondi Strutturali e del sindaco di Sant'Agata li Battiati Marco Rubino che ha portato l'attenzione sulle criticità causata dalla carenza di personale da adibire negli enti locali alla progettazione che richiede significative professionalità.

 

Nel pomeriggio si è invece dibattuto di pesca ed acquacoltura con Martina ANGELINI - Policy advisor Gruppo ID - Commissione per la Pesca del Parlamento europeo, Lorenzo VIVIANI - Deputato alla Camera e Capo dipartimento Pesca della Lega e Lorenzo Giovanni MAGNOLO - Reparto Pesca Marittima del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto presso il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. 


La giornata di oggi, domenica 27, si aprirà alle ore 10 con l’ultimo dei quattro seminari, su Agricoltura e territorio, moderato da Antonello Piraneo (direttore del quotidiano La Sicilia) e la partecipazione di Dario Cartabellotta (dirigente generale del Dipartimento Agricoltura della Regione), Gerardo Diana (presidente del Consorzio di Tutela Arancia rossa di Sicilia IGP), Rosario Marchese Ragona (presidente di Confagricoltura Sicilia) e Filippo Pozzi (policy advisor Gruppo ID, esperto in politiche agricole).

 

Dalle ore 11.30 il dibattito finale sul tema Politica di coesione, Next Generation Eu e PNRR: la sfida da non perdere”, moderato da Michele Guccione, giornalista de La Sicilia e con la partecipazione di Marco Campomenosi (capo delegazione Lega Salvini Premier al Parlamento europeo), Ugo Liberatore (dirigente ufficio Rendicontazione e Controllo per il PNRR al Ministero dell'Economia), Ida Angela Nicotra (professore ordinario di Diritto Costituzionale all’Università degli Studi di Catania), Pasquale Pepe (Senatore della Repubblica e responsabile dipartimento politiche per il Mezzogiorno Lega) e Benedetto Torrisi (presidente del CdL di Economia e professore associato di Statistica Economica all’Università degli Studi di Catania).

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio