Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

MENU

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

schermata 2022-11-20 alle 06.58.04
schermata 2022-11-20 alle 06.58.04
schermata 2022-11-20 alle 06.58.04
schermata 2022-11-20 alle 06.58.04

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Il Talk in diretta alle 10 con "quelli di COMICS" che compie XXIX anniMondiali di calcio in Qatar: perchè?Ottima cosa via di Sangiuliano pedonale il sabato sera e la chiusura dei locali alle 2. E anche piazza Manganelli senza auto parcheggiate"Democrazia Partecipata", solo in 1.876 catanesi hanno votato. Ed è un peccatoDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), per i rifiuti l'avv. Dario Riccioli lancia la proposta delle "Isole Ecologiche Mobili"Il post del Sottosegretario Vittorio Sgarbi dopo essere intervenuto durante il Talk sul caso Palazzo Beneventano di LentiniA Catania ciclo di incontri sul "Curatore Speciale del Minore", nuova importante figura nel processo di famigliaLa Galleria Carta Bianca compie oggi 25 anni, un record di longevità. E il patron Checco Rovella ce lo raccontaIl TALK delle 10 in diretta dal Palazzo Beneventano di Lentini: "Ma perché in Sicilia è così difficile fare cose belle?"Un gioco ormai troppo pericoloso

Sgombero "senza tetto" in Corso Sicilia, Catania Book Festival rinuncia al patrocinio del Comune: BRAVI!

19-03-2022 07:36

Marica Musumarra

Il tema è delicato, delicatissimo e, non occupandoci di cronaca, ci siamo presi del tempo per trovare la chiave per noi più adatta per trattarlo. Il t

Il tema è delicato, delicatissimo e, non occupandoci di cronaca, ci siamo presi del tempo per trovare la chiave per noi più adatta per trattarlo.

 

Il tema è quello dello sgombero, già di per sé termine orribile, dei "senza tetto", altro termine orripilante, che bivaccavano sotto i portici di Corso Sicilia di Catania.

 

Diciamo subito che ad ogni passaggio da quella zona il cuore si stringeva nel vedere quelle tende e quei cartoni, pensare a gente che non aveva null'altro che quegli stracci e che col freddo o l'afa si trovava costretta a condividere lo spazio ingiusto della povertà che non consente neanche un tetto.

 

Certo, non facciamo gli ipocriti e nemmeno le "anime belle", c'era e rimane anche un problema di "decoro" di una zona redidenziale e commerciale che merita tutela e rispetto: ma mai quanto la merita la povertà, una condizione di vita spesso sfortunata e involontaria che richiede soluzioni e non "sgomberi" violenti e superficiali: MAI!

 

Quello che è accaduto nei giorni scorsi è inaudito, cattivo, stupido, inutile.

 

A tutti noi a tutti, piacerebbe vivere in zone amene, che profumino di gelsomino, e non è detto che sia impossibile: ma bisogna lavorarci duramente e non ci sono soluzioni semplici per problemi complicati.

 

 

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio