sudpresslogo
sudpresslogo

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:

eventi mof 2021 (1)

telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Celebrato il primo congresso della battagliera sezione catanese del sindacato nazionale CUB Trasporti: il dr. Salvatore Ventimiglia confermato Segretario30 giugno/1 luglio a Palazzo dei Normanni il MID.MED SHIPPING & ENERGY FORUML'assessore regionale ai rifiuti Daniela Baglieri da 5 anni non paga ...la tassa sui rifiuti?Un pensiero per Fratel Biagio Conte che sta lottando. AncoraStanno sfidando la furia popolare: aumento tassa rifiuti del 18%Nasce anche a Catania il Gruppo Archeologico Amenanos: tante le iniziative culturali in programmaA Catania il primo Fringe Festival del teatro Off: bando per gli artisti prorogato al 16 luglioAll'Ardizzone Gioeni uno spettacolo di rara raffinatezza: Raju di Bellicza, i tormenti della poesia che diventano musicaIntervista a Caterina ChinniciCamera Commercio Sud Est (che non esiste più): ricominciano ad elargire contributi e sbagliano anche le somme nelle tabelle

UNICT, inchiesta di Milano Finanza: È DISASTRO TOTALE, PERSI 20 MILA ISCRITTI

07-12-2021 06:00

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Università, Focus,

UNICT, inchiesta di Milano Finanza: È DISASTRO TOTALE, PERSI 20 MILA ISCRITTI

In 10 anni persi quasi 20 mila iscritti: ma che ci stanno a fare?

milfinunct.png

Hanno voglia di secretare gli atti come stanno facendo;

hanno voglia di fare fuffa dalla mattina alla sera tentando di mantenere posizioni e privilegi persino in capo ad imputati rinviati a giudizio come a Scienze Umanistiche o al CERD di BIOMETECH, continuando a gestire milioni e milioni di euro in maniera del tutto autoreferenziale e irresponsabile come fatto con gli 856 mila euro pagati due volte per Torre Biologica, i 700 mila euro per l'assurda "transazione per niente" delle residenze universitarie e i 722 mila euro dei fondi spariti del progetto "Unifarm": tutta roba incredibile e chissà cos'altro.

 

Hanno voglia di non costituirsi parte civile nei processi contro baroni e baronetti come hanno voglia di non eseguire le varie sentenze che negli anni hanno condannato il modo stolto e scorretto di gestire concorsi e carriere.

 

I NUMERI SONO CHIARI E PER QUANTO TENTINO DI OCCULTARLI, MISTIFICARLI, FALSIFICARLI, ALLA FINE ESCONO.

 

E documentano un disastro totale che non è danno solo per l'università ma coinvolge l'intera città sotto ogni profilo: ogni studente che va a studiare fuori comporta una perdita di ricchezza di decine di migliaia di euro l'anno di sola spesa corrente. 

 

Viene calcolato che uno studente che si trasferisce porta con se una dote, tra affitto, vitto e spese quotidiane, di circa 1.500 euro mensili, cioè 18 mila euro l'anno, che moltiplicato per le migliaia di unità significano centinaia di milioni di euro sottratti al PIL locale.

 

A fare uscire i primi è il quotidiano nazionale Milano Finanza con un'inchiesta curata da Elisabetta Raffa pubblicata lo scorso 23 novembre.

 

In apertura di sommario si legge:

"Maglia nera a Catania con meno il 34% rispetto a dieci anni fa". 

I dati sono del MIUR e riferiscono che dopo il record di iscritti del 2011, quando gli studenti iscritti all'ateneo catanese erano ben 57.763, nel 2021 sono clamorosamente scesi ad appena 38.183, perdendo il primato di Megaateneo, con tutto quello che comporta anche in termini di minore contribuzione finanziaria.

 

In soli 10 anni hanno distrutto una delle università più antiche e prestigiose del mondo.

 

Si legge infatti nell'articolo di MF: "Catania stupisce per il suo crollo e perde il primato di studenti che aveva nel 2011. Probabilmente la gestione degli ultimi anni ha inciso sul numero degli iscritti."

 

Probabilmente?

Altro che probabilmente, e di chi dovrebbe essere la responsabilità?

19.580 STUDENTI IN MENO

MA CHE VERGOGNA!


Leggi anche:













image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio