sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

CONTATTI

MENU

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

1280x720

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

DIBATTITO PER CATANIA (e non solo): Marco Polizzi, presidente Primoconsumo: "Per la prima volta un candidato presidente già imputato prima di cominciare"DIBATTITO PER CATANIA (e non solo): Benedetto Torrisi, economista: "Occorrono garanti capaci di tutelare chi non va più a votare riportandoli alle urne"Verso "Tosca" Teatro Greco di Siracusa dal 26 agosto: IL SOPRANO MARIA TOMASSIDIBATTITO PER CATANIA (e non solo): Beppe Condorelli, cardiologo: "In primis l'ordine pubblico; e poi si facciano avanti professionisti affermati!"DIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Lucio Di Mauro, medico legale: "Catania è pronta a cambiare? Con un vero progetto civico saremmo in tanti!"Regionali, Caterina Chinnici pretende liste "immacolate", stop alle candidature di Giuseppe Lupo, Angelo Villari e Luigi Bosco"Tutti a cercare la diligenza, ma probabilmente siamo al Capolinea"Regionali, Meloni e La Russa provano ad imporre Renato Schifani imputato a Caltanissetta, gli avversari tirano un sospiro di sollievo e Cateno De Luca esultaBufera al Policlinico Universitario di Catania: arrestato il primario di cardiochirurgia Carmelo MignosaDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Nino Rizzo, medico di famiglia: "Occorre una nuova governance dei sistemi sanitari"

Ma com'è che il comune di Catania pulisce sempre i tombini sbagliati?

06-10-2021 06:22

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus,

Ma com'è che il comune di Catania pulisce sempre i tombini sbagliati?

O qualcuno prende in giro l'amministrazione comunale o l'amministrazione comunale prende in giro i catanesi.Nella migliore delle ipotesi...

Nel pomeriggio di martedì 5 ottobre Catania è stata investita da una mezz'ora di tempo davvero brutto.

 

Il vento fortissimo ha fatto danni seri, e contro il vento c'è poco da fare, salvo preoccuparsi per tempo di individuare le occasioni di pericolo, come ad esempio i troppi pali della luce ammalorati che puntualmente finiscono sulle macchine e solo per miracolo non ammazzano qualcuno.

 

Salvo Grillo sulla sua pagina Facebook ha pubbicato un video più che eloquente: quello non è un caso.

Ma se questi sono, per quanto pericolosissimi, casi episodici e circoscritti, quanto accade a Catania a causa dei fiumi di acqua che si creano appena piove per più di cinque minuti non è ammissibile ed ha precise responsabilità.

 

Ieri, l'intera città si è praticamente allagata, con zone interamente devastate come la pescheria.

 

Anche in questo caso l'incredibile video da Facebook dove Salvo Tringali documenta le condizioni della piazza e gli ingenti danni ad un ristorante invaso da diversi centimetri di acqua:

A dare un senso individuandone la causa più immediata è invece il servizio pubblicato dal direttore di SicraPress Umberto Teghini:

E qua arriviamo al nocciolo della questione: le responsabilità.

 

Invocare ogni volta "l'eccezionalità degli eventi atmosferici" risulta ormai oltre che patetico persino molesto: qua ci sono tombini che saltano in aria ad ogni occasione!

 

Eppure ogni anno l'amministrazione comunale, di qualsiasi colore, sbandiera di aver effettuato "interventi di pulitura straordinari", con tanto di comunicati e foto e l'annuncio di mezzi spaziali.

 

Vediamoli:

canal1-1633495256.png

Quindi, a dicembre 2020 l'annuncio dell'arrivo del mitico "Canaljet" che ovviamente non ha concluso niente se questi sono i risultati.

 

Passano altri 8 mesi, nuovo annuncio:

canal2-1633495678.png

Questa volta l'amministrazione comunale informa di nuovo che: "Arriva il Canal Jet a dare man forte al lavoro degli operai che da tre settimane intervengono sulle principali strade perpendicolari d'accesso alla città, per la pulizia di caditoie e tombini intasati da rifiuti di ogni genere e la tanta cenere vulcanica caduta nei mesi scorsi."

 

Intanto non si capisce da dove arriva ogni volta questo mitico "Canal Jet", che ogni volta vine definito "nuovo strumento" affidandogli capacità miracolose che evidentemente sfiorano la ciarlataneria.

canl3-1633496447.png

Intanto la situazione è quella che è, quindi: o qualcuno prende in giro l'amministrazione comunale o l'amministrazione comunale prende in giro i catanesi.

Nella migliore delle ipotesi...

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio