sudpresslogo
sudpresslogo

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:

eventi mof 2021 (1)

telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

La guerra e i suoi effetti nel tempo. Per tuttiIntervista a Mons. Antonino Raspanti,Vescovo di Acireale e Presidente della Conferenza Episcopale Siciliana"Caso Baglieri", il CODACONS: "Assessore non paga TARI? CHIARISCA O SI DIMETTA SUBITO"Celebrato il primo congresso della battagliera sezione catanese del sindacato nazionale CUB Trasporti: il dr. Salvatore Ventimiglia confermato Segretario30 giugno/1 luglio a Palazzo dei Normanni il MID.MED SHIPPING & ENERGY FORUML'assessore regionale ai rifiuti Daniela Baglieri da 5 anni non paga ...la tassa sui rifiuti?Un pensiero per Fratel Biagio Conte che sta lottando. AncoraStanno sfidando la furia popolare: aumento tassa rifiuti del 18%Nasce anche a Catania il Gruppo Archeologico Amenanos: tante le iniziative culturali in programmaA Catania il primo Fringe Festival del teatro Off: bando per gli artisti prorogato al 16 luglio

Province: la "riforma" più scema del mondo, sono passati 7 anni e non hanno concluso niente

28-09-2021 07:00

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus,

Province: la "riforma" più scema del mondo, sono passati 7 anni e non hanno concluso niente

Una regione auto-commissariata su tutto che non riesce a risolvere niente

scemo-e-piu-scemo-990x557-1632802540.jpg

È difficile immaginare cosa studieranno tra qualche secolo le future generazioni, ammesso che ce ne siano, del primo ventennio del secondo millennnio dopo Cristo.

 

I capitoli dedicati alla Sicilia saranno un enorme rassegna comica, le raccolte dei comunicati stampa emanati dalla varie autorità locali saranno fonti insuperabili di ilarità e sconcerto.

 

L'ultimo esempio è il comunicato emanato dall'Ufficio Stampa e Documentazione della Regione Siciliana alle 19.15 di ieri 27 settembre:

 

"Ex Province: le proroghe dei commissari straordinari 

 

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha firmato, su proposta dell’assessore regionale alle Autonomie locali Marco Zambuto, i provvedimenti di proroga degli incarichi dei seguenti commissari straordinari delle ex Province. 

 

Per quanto riguarda le Città Metropolitane, sono stati confermati Salvatore Currao a Palermo e Francesca Paola Gargano a Catania. Nelle Città Metropolitane i commissari hanno i poteri del Consiglio, dato che le funzioni di sindaco metropolitano e di presidente della Conferenza della Città metropolitana sono esercitate dai sindaci dei capoluoghi.

 

Nei sei Liberi Consorzi sono stati prorogati: Vincenzo Raffo (Agrigento), Duilio Alongi (Caltanissetta), Girolamo Di Fazio (Enna), Salvatore Piazza (Ragusa), Domenico Percolla (Siracusa) e Raimondo Cerami (Trapani). Qui i commissari esercitano le funzioni sia del presidente che del Consiglio."

 

Ma non è pazzesco? Li prorogano dal 2014, SETTE ANNI!!

 

Inutile dire che le ex province sono praticamente tutte al collasso, quella di Siracusa ha addirittura dichiarato il dissesto.

 

Poi abbiamo la barzelletta dei "Presidente della Regione SuperCommissario a tutto per non concludere niente".

 

C'è infatti l'usanza tutta strampalata che per ogni "emergenza", che come noto da noi dura decenni, il governo nazionale assegna al presidente della regione pro-tempore "poteri speciali" nominandolo, appunto, "Commissario".

 

Ad esempio, nel caso dell'attuale presidente Nello Musumeci, nel 2018 venne nominato "Commissario per l'emergenza Rifiuti": quello che ha combinato è attualmente giacente per le strade.

 

Poi, entrati in pandemia, manco a dirlo venne nominato "Commissario per l'emergenza Covid" e come risultato siamo la regione con le peggiori performance del mondo. Del mondo!

 

Qua poi, col "coronavirus", siamo arrivati all'apoteosi del "commissariamento a cascata": abbiamo commissari e sub commissari per tutto, con gente inventata di sana pianta che non capisce niente e combina disastri ormai da due anni, però girano con la macchina con autista e sirena e producono una quantità di comunicati e foto inaugurali che superano il numero dei vaccini inoculati.

 

In ultimo, agli inizi di settembre, gli arriva la nomina di "Commissario per l'emergenza incendi", e anche qui le campagne e gli agricoltori ringraziano.

 

Ridicola proprio questa cosa che si nominano come commissari proprio coloro i quali sono la causa stessa delle infficienze: è assurdo, totalmente illogico.

 

Ma non sarebbe il caso di abolirla la Regione Siciliana e finirla con questa farsa di inettitudine che si è fatta melensa e pericolosa?

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio