sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

CONTATTI

MENU

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

1280x720

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Verso "Tosca" Teatro Greco di Siracusa dal 26 agosto: IL SOPRANO MARIA TOMASSIDIBATTITO PER CATANIA (e non solo): Beppe Condorelli, cardiologo: "In primis l'ordine pubblico; e poi si facciano avanti professionisti affermati!"DIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Lucio Di Mauro, medico legale: "Catania è pronta a cambiare? Con un vero progetto civico saremmo in tanti!"Regionali, Caterina Chinnici pretende liste "immacolate", stop alle candidature di Giuseppe Lupo, Angelo Villari e Luigi Bosco"Tutti a cercare la diligenza, ma probabilmente siamo al Capolinea"Regionali, Meloni e La Russa provano ad imporre Renato Schifani imputato a Caltanissetta, gli avversari tirano un sospiro di sollievo e Cateno De Luca esultaBufera al Policlinico Universitario di Catania: arrestato il primario di cardiochirurgia Carmelo MignosaDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Nino Rizzo, medico di famiglia: "Occorre una nuova governance dei sistemi sanitari"Potente spettacolo di Emergency venerdì 12 agosto all'Ardizzone Gioeni: oggi alle 18 il Talk di presentazioneCateno De Luca: al via la raccolta di firme per il Sindaco d'Italia. E di Sicilia

SURREALE: ad Aci Catena seppelliscono i morti nelle fioriere e invece di vergognarsi la giunta querela il gior

07-07-2021 07:18

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus, comune aci catena, Sebastiano Oliveri, Umberto Teghini,

SURREALE: ad Aci Catena seppelliscono i morti nelle fioriere e invece di vergognarsi la giunta querela il giornalista Umberto Teghini

Speriamo di essere querelati anche noi: con il risarcimento dei danni faremmo una bella beneficenza. Magari donando ad Aci Catena delle...fioriere

querelateghini-1625632930.png

Che ormai il "livello" raggiunto dalle più varie "rappresentanze politiche" sia arrivato oltre ogni più fervida e maliziosa immaginazione non occorre di alcuna prova scientifica: è nei fatti, nella cronaca raccontata ogni giorno.

Siamo oltre l'incredibile, al di là del bene e del male.

 

E oggi ne raccontiamo una che nella sua comica dinamica ne è esempio classico, probabilmente plastico oltre che giudiziario e forse anche clinico.

 

In apertura diciamo subito che speriamo vivamente di essere querelati anche noi da sindaco e assessori  di Aci Catena, considerato che affermiamo sin d'ora di condividere e rilanciare le affermazioni del direttore Umberto Teghini sulla vicenda dei morti sepolti nelle fioriere, anche perché quella del risarcimento per le querele temerarie che subiamo sta dventando una quota consistente del nostro fatturato e ci diverterebbe aggiungere anche questa. 

Veniamo al caso.

 

Nel mese di marzo il quotidiano La Sicilia ha pubblicato un articolo del giornalista Mario Grasso che raccontava la grottesca vicenda che accadeva nel comune di Aci Catena dove l'amministrazione del sindaco Sebastiano Oliveri si è dimostrata incapace a costruire sufficienti loculi cimiteriali, costringendo i suoi cittadini ad essere sepolti nelle...fioriere.

 

L'articolo era semplice ed efficace e mostrava anche le immagini delle improvvisate tombe:

articolodimariograssosufiorieretombeadacicatena-1625633622.jpeg

A stretto giro la notizia viene ripresa dal direttore di Sicrapress Umberto Teghini in una delle sue seguitissime rassegne stampa che ogni giorni pubblica in diretta video sulla pagina facebook della testata che edita con la collega Lucy Gullotta.

 

Ed ecco il video "incriminato":

Ribadiamo: ne condividiamo contenuti e toni, che anzi giudichiamo persino troppo gentili e moderati.

 

Non si capisce infatti per cosa dovrebbero vergognarsi dei pubblici amministratori, pagati con soldi pubblici, se non per una simile incapacità che arriva addirittura a non riuscire a garantire un servizio essenziale come l'adeguamento di un cimitero e quindi la degna sepoltura dei suoi cittadini che, invece, finiscono con i loro poveri resti nelle fioriere.

 

Per cosa dovrebbero vergognarsi se non per questo?

Ma la notizia surreale è che invece di andarsi a nascondere, o più propriamente tornarsene a casa, gli illuminati amministratori di Aci Catena decidono di querelare il direttore Teghini perché secondo loro avrebbe leso la loro intonsa immagine.

 

E spudoratamente non hanno il coraggio di querelare a titolo personale, ma lo fanno coinvolgendo l'ente pubblico comune di Aci Catena, arrivando a convocare una giunta, con la partecipazione e collaborazione del Segretario comunale Francesco Lo Giudice, e deliberare l'autorizzazione ad aggredire giudiziariamente il direttore Teghini per aver detto molto meno di quanto chiunque a conoscenza di un fatto così assurdo potrebbe pensare e dire di questi signori.

 

A deliberare sono 4 assessori su 6: presenti il sindaco Sebastiano Oliveri, che "invita a deliberare", il vice sindaco Lorena Liuzzo e gli assessori Giovanni Pulvirenti e Grasso Alfio. 

Assenti gli assessori Andrea Licciardello e Chiara Milazzo.

schermata2021-07-07alle07-04-28-1625634316.png

Opportuno segnalare che con questa genialata questi signori hanno esposto il comune di Aci Catena al risarcimento delle spese e dei danni subìti da Teghini e che saranno quantificati all'ovvio esito di questa aggressione giudiziaria, e con questo i cittadini di Aci Catena, oltre a finire da morti nelle fioriere dovranno anche mettere mano al portafoglio.

 

Siamo davvero messi male, troppo male, in quanto a "rappresentanza politica": verrà il momento di tornare ad un minimo di decenza, speriamo non sia troppo tardi.

Intanto ci auguriamo di essere querelati anche noi:  con il risarcimento dei danni faremmo una bella beneficenza.

Magari donando ad Aci Catena delle...fioriere...

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio