Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

MENU

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

schermata 2022-11-20 alle 06.58.04
schermata 2022-11-20 alle 06.58.04
schermata 2022-11-20 alle 06.58.04
schermata 2022-11-20 alle 06.58.04

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Il Talk in diretta alle 10 con "quelli di COMICS" che compie XXIX anniMondiali di calcio in Qatar: perchè?Ottima cosa via di Sangiuliano pedonale il sabato sera e la chiusura dei locali alle 2. E anche piazza Manganelli senza auto parcheggiate"Democrazia Partecipata", solo in 1.876 catanesi hanno votato. Ed è un peccatoDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), per i rifiuti l'avv. Dario Riccioli lancia la proposta delle "Isole Ecologiche Mobili"Il post del Sottosegretario Vittorio Sgarbi dopo essere intervenuto durante il Talk sul caso Palazzo Beneventano di LentiniA Catania ciclo di incontri sul "Curatore Speciale del Minore", nuova importante figura nel processo di famigliaLa Galleria Carta Bianca compie oggi 25 anni, un record di longevità. E il patron Checco Rovella ce lo raccontaIl TALK delle 10 in diretta dal Palazzo Beneventano di Lentini: "Ma perché in Sicilia è così difficile fare cose belle?"Un gioco ormai troppo pericoloso

“OPERAZIONE BORGHETTO” CATANIA

04-05-2021 12:20

Giornalisti del Futuro

Il Mediterraneo in miniatura,

“OPERAZIONE BORGHETTO” CATANIA

L'inchiesta della procura di Catania sulla divulgazione di materiale pedopornografico

immagineevidenzasito5-1620119956.png

DIVULGAZIONE MATERIALE PEDOPORNOGRAFICO MINORILE


di R. Palamidessi, G. Viscuso

 

La Procura Distrettuale e la Procura per i minorenni di Catania hanno disposto numerosi sequestri e persecuzioni, eseguiti dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni a seguito della divulgazione di materiale pornografico minorile e l’accusa di istigazione ad atti di pedofilia sui social media. Sono 25 le persone, abitanti nella provincia catanese, sottoposte a tale indagini; tra questi 15 sono minorenni e gli indagati hanno un'età compresa fra i 14 e i 25 anni. L’inchiesta è stata svolta dalla Polizia Postale di Catania sotto la guida del Centro nazionale contrasto pedopornografia on-line.
Tutto è iniziato con la denuncia di una donna, madre di una ragazza sedicenne, venuta a conoscenza dell'esistenza di due gruppi WhatsApp nei quali venivano mandati video ed immagini della figlia in pose sessualmente esplicite. La madre della ragazza ha denunciato e ha consegnato il telefono della figlia alla Polizia Postale la quale è riuscita a prendere il possesso del contenuto dei gruppi WhatsApp che comprendevano circa 450 iscritti.
Il lavoro investigativo della polizia postale hanno ricostruito le dinamiche e le condotte penalmente rilevanti dei singoli aderenti ai gruppi, identificando coloro che aveva divulgato o richiesto i file pedopornografici di minori. Le autorità giudiziarie hanno disposto le necessarie perquisizioni presso i domicili degli indagati, eseguiti dalla Polizia. Decine di minorenni sono stati segnalati successivamente alla Procura della magistratura, poiché deridevano e molestavano la vittima. L’operazione ha evidenziato la gravità di un fenomeno criminale, molto frequente nella nostra società, come quello della diffusione di materiale pedopornografico da parte di ragazzi adolescenti, la cui condotta rimanda al conosciuto cyberbullismo. È stato sequestrato la maggior parte del materiale informatico, tra cui decine di smartphone; tali reperti saranno analizzati approfonditamente al fine di poter confermare le responsabilità dei ragazzi indagati.


Catania 22 febbraio 2021
 

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio