sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

CONTATTI

MENU

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

1280x720

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

DIBATTITO PER CATANIA (e non solo): Marco Polizzi, presidente Primoconsumo: "Per la prima volta un candidato presidente già imputato prima di cominciare"DIBATTITO PER CATANIA (e non solo): Benedetto Torrisi, economista: "Occorrono garanti capaci di tutelare chi non va più a votare riportandoli alle urne"Verso "Tosca" Teatro Greco di Siracusa dal 26 agosto: IL SOPRANO MARIA TOMASSIDIBATTITO PER CATANIA (e non solo): Beppe Condorelli, cardiologo: "In primis l'ordine pubblico; e poi si facciano avanti professionisti affermati!"DIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Lucio Di Mauro, medico legale: "Catania è pronta a cambiare? Con un vero progetto civico saremmo in tanti!"Regionali, Caterina Chinnici pretende liste "immacolate", stop alle candidature di Giuseppe Lupo, Angelo Villari e Luigi Bosco"Tutti a cercare la diligenza, ma probabilmente siamo al Capolinea"Regionali, Meloni e La Russa provano ad imporre Renato Schifani imputato a Caltanissetta, gli avversari tirano un sospiro di sollievo e Cateno De Luca esultaBufera al Policlinico Universitario di Catania: arrestato il primario di cardiochirurgia Carmelo MignosaDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Nino Rizzo, medico di famiglia: "Occorre una nuova governance dei sistemi sanitari"

Vaccini: MEDICI catanesi pronti a scendere in campo. GRATUITAMENTE

20-03-2021 06:04

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus, Avis, Beppe Condorelli, Carlo Sciacchitano,

Vaccini: MEDICI catanesi pronti a scendere in campo. GRATUITAMENTE

L'appello è stato lanciato da Carlo Sciacchitano, medico del lavoro e presidente provinciale AVIS

Quando finirà questa maledetta storia i conti da fare saranno tanti. Tantissimi.

 

Si racconteranno, qualcuna l'abbiamo già anticipata, storie di miserabili, di parecchia gente squaliida ed immorale che ha approfittato del dolore e della paura, gente inqualificabile che ha pensato di poter fare campagna elettorale assumendo personale inutile ed impreparato, affidando incarichi a personaggi inadeguati, concedendo anche "telefonicamente" appalti irrazionali e sprecando enormi risorse. 

 

Ancora stiamo aspettando i nomi del "medici" catanesi, che pare siano anche pensionati, che hanno staccato fatture da 27 mila euro al mese...

 

In Sicilia poi, hanno creato strutture "commissariali" elefantiache che sinora sono riuscite a produrre solo confusione, come documentato ieri a Palermo e Catania, con "l'invenzione" di "Hub vaccinali" costruiti appositamente come quello di San Giuseppe la Rena, che si stanno rivelando del tutto inadeguati allo scopo, concentrando contemporaneamente migliaia di persone provenienti da ogni parte della città in un unico luogo, mentre sarebbe stato molto più ragionevole decentrare il più possibile. 

 

E queste, purtroppo, saranno le narrazioni che prevarranno: del terremoto dell'Abruzzo nel 2009 non si ricordano gli eroi che spalavano tra le macerie a mani nude, ma le risate intercettate di quegli animali che festeggiavano sui morti sbavando per i soldi della ricostruzione.

 

Ma, per fortuna dell'Umanità, c'è molta più gente perbene di quella che si riesce a raccontare, e quando serve scende in campo.

Anzi, in campo c'è sempre, ogni giorno, impegnandosi nel Volontariato, quello vero, quello che serve la Comunità e che nei momenti di emergenza diventa risorsa indispensabile.

schermata2021-03-20alle06-48-38-1616219340.png

Già agli inizi di gennaio avevamo raccolto e rilanciato la disponibilità del gruppo di medici "Laureati '72", di cui eravamo venuti a conoscenza grazie ad una segnalazione del Prof. Beppe Condorelli: 

 

"Caro Direttore, da molti anni con i miei compagni di corso abbiamo realizzato quella che modernamente si chiama "Chat", una chat alla quale abbiamo dato il nome di "Laureati ’72".

 

Ne fanno parte poco più di venti Colleghi, quelli che sono rimasti a Catania o in provincia, ed alcuni  che dal Veneto e dalla Lombardia hanno voluto mantenere quel legame di affetto e di cultura ormai vecchio di oltre mezzo secolo.

 

Da qualche parte Virgilio ha scritto che  “ Dulce est nominare suos”; per noi è dolce di tanto in tanto  ricordare i nostri Maestri che Maestri furono veramente.  


Ne cito solo qualcuno:  Giovanni Maria Rasario, Antonino Francaviglia, Saverio Signorelli, Luciano Provenzale, Attilio Basile, Ettore Fadiga (Fisiologo ), Salvatore D’Arrigo ( Anatomopatologo): Uomini e Docenti di prima grandezza.  

 

Questi miei Colleghi, prima del pensionamento, sono stati Primari ospedalieri, Docenti universitari e qualcuno Direttore Generale e Sanitario di Aziende Ospedaliere.

 

Già nel passato, a nome di molti di loro, avevo offerto collaborazione alle Istituzioni per aiutare le stesse a migliorare la sanità siciliana: chi nelle corsie ha passato la sua vita sa bene dove stanno le pecche.

 

Collaborazione che, e tengo a precisarlo, sarebbe stata a titolo totalmente gratuito."

La notizia adesso, che dà spunto alla riflessione di oggi, è l'appello lanciato proprio ieri, con un semplice ma efficae post su Facebook, dal medico del lavoro Carlo Sciacchitano, presidente provinciale dell'AVIS.

13900836915043858730935171238443312289741933n-1616218559.jpg

"Cari colleghi MEDICI, questo è il modulo (pdf riscrivibile)che mi è appena arrivato (mail ordine dei medici di CT) per dare la DISPONIBILITA' GRATUITA come MEDICO VACCINATORE.
Mi auguro che pur essendo messi a terra da un virus infinitamente piccolo, riscopriamo un senso della comunità infinitamente più grande. 
Più saremo a dare la disponibilità e prima ne usciremo, perché il coronavirus si può battere. 
C'è bisogno di un grande lavoro da fare insieme, con spirito volontaristico e patriottico.
E' tempo di scendere in campo..."

Il dott. Sciacchitano al suo post allega un modulo dell'ASP di Catania facile facile:

schermata2021-03-20alle06-41-52-1616218968.png

Chissà perché questi appelli e queste disponibilità vengono raccolti con "sofferenza" da alcune "istituzioni", o meglio, da alcuni "rappresentanti istituzionali pro tempore".

 

Forse perché renderebbero molto più difficile giustificare, ammesso che possano esserlo, le ormai famose fatture da 27 mila euro e le centinaia di onerosissime assunzioni confusionarie e disorganizzate che ancora in queste ore stanno continuando imperterrite? 

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio