sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

CONTATTI

MENU

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

1280x720

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Verso "Tosca" Teatro Greco di Siracusa dal 26 agosto: IL SOPRANO MARIA TOMASSIDIBATTITO PER CATANIA (e non solo): Beppe Condorelli, cardiologo: "In primis l'ordine pubblico; e poi si facciano avanti professionisti affermati!"DIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Lucio Di Mauro, medico legale: "Catania è pronta a cambiare? Con un vero progetto civico saremmo in tanti!"Regionali, Caterina Chinnici pretende liste "immacolate", stop alle candidature di Giuseppe Lupo, Angelo Villari e Luigi Bosco"Tutti a cercare la diligenza, ma probabilmente siamo al Capolinea"Regionali, Meloni e La Russa provano ad imporre Renato Schifani imputato a Caltanissetta, gli avversari tirano un sospiro di sollievo e Cateno De Luca esultaBufera al Policlinico Universitario di Catania: arrestato il primario di cardiochirurgia Carmelo MignosaDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Nino Rizzo, medico di famiglia: "Occorre una nuova governance dei sistemi sanitari"Potente spettacolo di Emergency venerdì 12 agosto all'Ardizzone Gioeni: oggi alle 18 il Talk di presentazioneCateno De Luca: al via la raccolta di firme per il Sindaco d'Italia. E di Sicilia

Catania ha una nuova Prefetta: ecco Maria Carmela Librizzi

16-03-2021 06:00

Antonio Licitra

Cronaca, Focus,

Catania ha una nuova Prefetta: ecco Maria Carmela Librizzi

Il discorso di insediamento della Prefetta

Si è presentata alla cittadinanza  ieri, in un incontro con la stampa tenutosi presso il palazzo della Prefettura di Catania.
Per Maria Carmela Librizzi - originaria di Calascibetta, ma cresciuta nel capoluogo etneo - l'incarico da Prefetta a Catania è un ritorno al passato.
“È una grande emozione prendere servizio a Catania", ha esordito la Prefetta. "Sebbene io abbia i natali a Calascibetta (EN), infatti, io sono catanese d’adozione. Sono venuta qui piccolissima, ho fatto  qui il mio percorso scolastico dalle elementari alla laurea. Poi l’ho abbandonata un paio di anni fa per motivi di lavoro. Quindi oltre da prefetto c’è un impegno come cittadina.”

“È un momento difficile", prosegue la Prefetta parlando dell'attuale situazione pandemica. "Obiettivo comune è quello di superare la pandemia e riprendere la quotidianità della nostra vita. Nei prossimi giorni andrò a visitare il centro  hub per le vaccinazioni. La speranza è quella di poter uscire prima possibile da questa situazione. Già domani pomeriggio, inviterò i rappresentanti dell’Asp per avere un quadro  più completo della situazione".

 

"È chiaro - prosegue la Prefetta Librizzi - che i controlli vanno intensificati, soprattutto negli assembramenti del fine settimana nel centro cittadino e nella zona del lungomare.  Per quanto riguarda l’emergenza legata all’Etna, mercoledì mi recherò all’istituto di vulcanologia e successivamente a quello della Protezione Civile.”

Quali sono quindi i progetti legati alla città di Catania?
“L’obiettivo è avere un rapporto privilegiato con le Istituzioni. Mercoledì nel giorno dell’anniversario dell’unità d'Italia andrò in una scuola di San Giovanni La Punta. Il mio impegno è quello di continuare ad avere rapporti privilegiati con le istituzioni scolastiche e le scuole per far sì che i ragazzi possano conoscere meglio il nostro settore. Quando non andrò io, farò in modo che siano i ragazzi a poter venire qui in Prefettura.”


Successivamente uno sguardo all’attuale situazione di crisi economica:
“Per quanto riguarda i problemi di carattere economico, incontrerò - già dalla prossima settimana - le associazioni di categoria ed i sindacati per cercare di capire e di risolvere quante più cose possibili.”


Una battaglia che Maria Carmela Librizzi porta avanti da tempo come prefetto è quella contro la violenza sulle donne:
“In tutto il mio percorso da Ragusa a Messina, ho assunto il mio impegno personale per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne. Farò diverse iniziative dove cercherò di coinvolgere anche la stampa. Nei prossimi giorni chiamerò due donne che hanno avuto in questa provincia due figlie assassinate e vittime di femminicidio (Giordana Di Stefano e Laura Russo ndr). Queste mamme hanno fatto di una tragedia un motivo di riscatto sociale, per cui mi sembra giusto omaggiare anche loro. Mi sarebbe piaciuto andare con loro a rendere omaggio alle tombe delle ragazze ma purtroppo per le limitazioni dovute al Covid-19 non sarà possibile.”


Per quanto riguarda la lotta alla criminalità organizzata, la Prefetta afferma che “non mancheranno ovviamente forme di contrasto. Attueremo una serie di controlli, dove l’obiettivo sarà quello di monitorare attraverso la camera di commercio i passaggi di proprietà all’interno delle aziende. Ci deve essere un’attenzione capillare nei confronti del passaggio di capitali verso quelle attività che sono considerate lecite.” 


Infine una curiosità...
“Non voglio essere chiamata eccellenza", spiega Maria Carmela Librizzi. "Ritengo che sia giusto essere chiamata con il sostantivo femminile ovvero Prefetta, però dato che c’è una tradizione nell'uso del maschile Prefetto, andrà bene lo stesso.”

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio