sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

CONTATTI

MENU

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

1280x720

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

DIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Lucio Di Mauro, medico legale: "Catania è pronta a cambiare? Con un vero progetto civico saremmo in tanti!"Regionali, Caterina Chinnici pretende liste "immacolate", stop alle candidature di Giuseppe Lupo, Angelo Villari e Luigi Bosco"Tutti a cercare la diligenza, ma probabilmente siamo al Capolinea"Regionali, Meloni e La Russa provano ad imporre Renato Schifani imputato a Caltanissetta, gli avversari tirano un sospiro di sollievo e Cateno De Luca esultaBufera al Policlinico Universitario di Catania: arrestato il primario di cardiochirurgia Carmelo MignosaDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Nino Rizzo, medico di famiglia: "Occorre una nuova governance dei sistemi sanitari"Potente spettacolo di Emergency venerdì 12 agosto all'Ardizzone Gioeni: oggi alle 18 il Talk di presentazioneCateno De Luca: al via la raccolta di firme per il Sindaco d'Italia. E di SiciliaSAC – Aeroporto di Catania: per l'Autorità Nazionale Anticorruzione è MALA GESTIORegionali, il ridicolo "veto" su Prestigiacomo di La Russa e Lega diventa boomerang: sul gommone pro-migranti c'era la senatrice leghista Valeria Sudano

Alle 18:00 a SUDtalk con il comandante Marcello La Bella per parlare dei nostri ragazzi che (si) fanno del mal

26-02-2021 06:00

SudTalk

Cronaca, SudTalk, Focus,

Alle 18:00 a SUDtalk con il comandante Marcello La Bella per parlare dei nostri ragazzi che (si) fanno del male

Siamo sicuri di avere noi per primi gli strumenti per aiutare i nostri ragazzi?

Da un anno chiusi in casa, senza svaghi né sport e uno schermo come docente.
I nostri ragazzi stanno vivendo un periodo molto difficile i cui risvolti psicologici si vedranno solo tra qualche anno.

 

Tra i rischi più insidiosi che si trovino imprigionati in dimensioni lontane dalla realtà, quasi vivessero tra le scene dei videogame con cui passano le giornate e che diluiscono valori etici e scardinano freni inibitori, trasformado violenze, abusi e trasgressioni pericolose in meri episodi ludici.


La loro dipendenza da social e dispositivi digitali è gioco forza aumentata e la piazza reale è stata interamente sostituita da quella digitale.
Siamo stati in grado di dargli gli strumenti per districarsi nella giungla della vita social? Abbiamo noi per primi gli strumenti per comprendere i pericoli e i corretti usi dei mezzi digitali che tengono connessi con un mondo che forse nemmeno conosciamo?

 

Prendendo spunto dall’Operazione Borghetto condotta dalla polizia postale appena pochi giorni fa e che vede indagate 25 persone di cui 15 minorenni con l’accusa di divulgazione di materiale pedopornografico su whatsapp, ne parleremo con Marcello La Bella, Dirigente della Polizia di Stato e Responsabile del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni “Sicilia Orientale” che l’operazione Borghetto l’ha coordinata e con Lucia Musmeci, psicologa digitale che si occupa di autostima, emozioni e comunicazione rivolgendosi a educatori e ragazzi.


Ad accompagnarci in questo viaggio anche Andrea e Rossella, studenti del 5° anno al liceo “Archimede” di Acireale e reporter in erba del progetto di alternanza scuola-lavoro "Il Mediterraneo in miniatura" che trova spazio tra le pagine delle nostre testate e di cui il direttore Lucia Murabito è tutor.

 

Appuntamento come sempre alle 18.00 in diretta Facebook e Youtube che potrete seguire anche cliccando sul preview qui sotto.

Gli ospiti della puntata

Dr. Marcello La Bella

dirigente-polizia-postale-marcello-la-bella-1614285050.jpg

Marcello La Bella è Primo Dirigente della Polizia di Stato, Responsabile del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni “Sicilia Orientale”.

Ha frequentato il liceo scientifico Principe Umberto maturandosi con 60/60 e si è laureato in Scienze Politiche con 110 e lode con master in scienze giuridiche e criminologiche.

Cominciata la carriera nella Guardia di Finanza, l'ha proseguita nella Polizia di Stato frequentando numerosi corsi di specializzazione e assumendo responsabilità crescenti.

Esperto di Reti TLC-Internet, protocolli e servizi, crimini contro i minori sulla rete; specialista in alta investigazione informatica, esperto in sicurezza informatica e cybercrime.

Parla un eccellente inglese ed è stato rappresentante del Governo Italiano al convegno Internazionale di Munster sui Problemi giuridici legati ad Internet.

Componente del Gruppo Italiano presso l'Interpol “Violenza sui minori”, come esperto della Polizia di Stato è stato inviato in Canada per la valutazione del software denominato CETS per il contrasto della pedofilia si Internet.

Ufficiale di polizia italiana designato in diverse investigazioni Eurojust e gruppi di lavoro internazionali in ambito OCSE.

Relatore in diversi convegni internazionali, svolge docenze universitarie per varie istituzioni ed ha svolto il corso su “La prova informatica” presso il Consiglio Superiore della Magistratura.

È particolarmente impegnato presso le scuole nella divulgazione dei rischi informatici, rivolgendo grande attenzione alla diffusione di un uso consapevole delle nuove tecnologie informatiche presso i più giovani.

dott.ssa Lucia Musmeci

luciamusmeci-1614285114.jpg

Psicologa, iscritta alla sez. A dell'Ordine degli Psicologi della Regione Siciliana Lucia Musmeci si occupa di Educazione Digitale ed è per questo le piace definirsi "Psicologa Digitale".

Crede fortemente che l’Educazione Digitale consenta di avere una visione più chiara delle attività digitali dei propri figli, di modulare, sulla base dell’età e della maturità, modi e tempi di utilizzo dei dispositivi digitali, di riconoscere i pericoli e le opportunità del digitale e di tutelare e tutelarsi da tali pericoli e di cogliere tali opportunità.

La sua attività di promozione non è rivolta solo ai genitori, ma anche ai loro figli, bambini ed adolescenti, e ad altri “educatori” come nonni, zii, e professionisti a contatto con minorenni.

 

Le principali altre tematiche di cui si occupa sono l’autostima, le emozioni e la comunicazione.

Si occupa di consulenza psicologica, sostegno psicologico ed è spesso chiamata quale relatrice per seminari e laboratori.

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio