sudpresslogo
sudpresslogo

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:

mof edizione 2022

telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Presentato il concerto-evento "Emozioni", Mogol con Gianmarco Carroccia al Teatro Bellini il 18 giugnoIntervista ad Antonio Balsamo, presidente del Tribunale di Palermo23 maggio 2022: la cultura mafiosa celebra il suo trionfo. Perché ha vintoI TALK. SudPress e SudStyle in diretta alle 10.00: "SIAMO TUTTI EDIPO!"Dinamometri: caratteristiche e vantaggi dei modelli digitaliAd Aci Trezza Il Ciclope di Ligama illumina Villa Fortuna"Esterno notte"...un dispiacere essere solo in dieci in salaOrdine pubblico a Catania, interrogazione alla Camera e risposta del tutto inadeguata del MinistroLungomare di Catania dedicato (per finta) a Franco Battiato: il tripudio non è unanimeFondazione Taormina Arte: accesso agli atti sulla nomina del Sovrintendente Ester Bonafede

La terribile meraviglia di Sua Signoria Etna

17-02-2021 06:00

redazione

Cronaca, Focus, eruzione etna,

La terribile meraviglia di Sua Signoria Etna

Vietato l'utilizzo mezzi a due ruote e imposto il limite di velocità a 30 km orari per le auto

whatsappimage2021-02-16at17-53-47-1613538423.jpeg

Intorno alle 16.30 di martedì 16 febbraio Catania si è fermata, tutti a bocca aperta sotto una pioggia di cenere e piccoli sassi con lo sguardo a nord.

 

A dare spettacolo l'Etna, con un'eruzione tra le più intense degli ultimi anni, con una colonna di fumo colorata dal fuoco alta oltre 10 chilometri.

 

Le immagini di Corrado Silvio Guglielmino sono state scattate da Zafferana e non occorre alcun commento: la bellezza è pari alla potenza che si avverte quando il vulcano decide di ricordarci che siamo niente.

Alle 16.39 l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha emesso un comunicato ufficiale comunicando "che prosegue l'attività di fontana di lava dal Cratere di SE e l'emissione lavica lungo la parete occidentale della Valle del Bove, dove attualmente il fronte lavico ha raggiunto la quota di circa 2000 m s.l.m."

 

"E' segnalata ricaduta di lapilli di dimensioni centimetriche a Nicolosi e Mascalucia. A Catania è in corso ricaduta di cenere e lapilli. Contestualmente è in corso di sviluppo un altro trabocco lavico dal Cratere di SE che si sta espandendo in direzione Nord verso la Valle del Leone."


"L'ampiezza media del tremore vulcanico ed i segnali infrasonici permangono su valori energeticamente elevati.
I dati di deformazione della rete GPS non mostrano variazioni significative, mentre la rete clinometrica mostra contenute variazioni (dell'ordine del microradiante) in concomitanza con l'attività eruttiva."

whatsappimage2021-02-16at18-01-23-1613538829.jpeg
whatsappimage2021-02-16at18-01-231-1613538877.jpeg
whatsappimage2021-02-16at19-01-37-1613539002.jpeg
whatsappimage2021-02-16at19-00-54-1613539043.jpeg

Immediata l'ordinanza del sindaco di Catania Salvo Pogliese che ha vietato l'utilizzo mezzi a due ruote e imposto il limite di velocità a 30 km orari per le auto.

 

"Considerata la copiosa caduta sul territorio urbano di cenere e lapilli e al fine di tutelare la pubblica incolumità, il sindaco Salvo Pogliese ha appena firmato un'ordinanza che vieta, temporaneamente, la circolazione dei mezzi a due ruote (cicli e motocicli), imponendo la riduzione della velocità di percorrenza delle automobili e degli autocarri a 30 Km orari come limite massimo in tutte le strade del territorio comunale.

Nell’ordinanza del sindaco, viene anche disposto ai cittadini di depositare la sabbia vulcanica eliminata dagli spazi privati, in contenitori di piccole dimensioni, in prossimità dei cassonetti utilizzati normalmente per il conferimento dei rifiuti.

Il primo cittadino raccomanda ai cittadini la massima prudenza e di limitare gli spostamenti ai soli casi di effettiva necessità."

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio