Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

MENU

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

progetto senza titolo (1)
progetto senza titolo (1)
progetto senza titolo (1)
progetto senza titolo (1)

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Fallimento PUBBLISERVIZI: il commissario Portoghese risponde picche, silenzio assoluto della politica, cominciano le proteste dei dipendentiPUBBLISERVIZI, ULTIMORA delle 12: lavoratori in presidio attendono il commissario Portoghese, già insediati i Curatori che ricevono il CdAPUBBLISERVIZI FALLITA, parla il presidente Giuseppe Molino: “Il CDA spettatore impotente, si poteva evitare ma qualcuno ha remato contro”E come ogni Natale torna la buca di via Torino: sempre la stessaEdizione straordinaria del TALK di Sudpress: in diretta alle 11 dal liceo Majorana per un “Anima Mundi” che cambia il mondoIl Talk in diretta alle 10 con "quelli di COMICS" che compie XXIX anniMondiali di calcio in Qatar: perchè?Ottima cosa via di Sangiuliano pedonale il sabato sera e la chiusura dei locali alle 2. E anche piazza Manganelli senza auto parcheggiate"Democrazia Partecipata", solo in 1.876 catanesi hanno votato. Ed è un peccatoDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), per i rifiuti l'avv. Dario Riccioli lancia la proposta delle "Isole Ecologiche Mobili"

Scuola, in Lombardia Tar dà ragione ai genitori. In Sicilia decisione arriverà in queste ore

14-01-2021 06:19

Lucia Murabito

Cronaca, Focus, Regione,

Scuola, in Lombardia Tar dà ragione ai genitori. In Sicilia decisione arriverà in queste ore

Per il Presidente Musumeci potrebbe essere una bella gatta da pelare

57e0dc404d57a414f1dc84609629357b1636dfed544c704f742f7edd9e4cc351640-1610599175.jpg

Mentre ancora si attende la decisione del Tar di Palermo circa il ricorso presentato da oltre 70 famiglie  catanesi, il Tar della Lombardia si è espresso ieri su un ricorso simile depositato  dal comitato "A scuola", figlio del movimento "No Dad", a cui prendono parte i genitori e gli studenti delle  scuole superio continua.


In Lombardia si torna i liceali tornano tra i banchi di scuola. A deciderlo il Tar di Milano a cui i genitori del comitato "A scuola" si erano rivolti per far annullare l'ordinanza  emanata dalla Regione Lombardia che prorogava la didattica a distanza fino al 25 gennaio prossimo.

 

I giudici amministrativi hanno sottolineato come "il pericolo che l’ordinanza vuole fronteggiare non è legato alla didattica in presenza in sé e per sé considerata, ma al rischio di assembramenti correlati agli spostamenti degli studenti", evidenziando "l’irragionevolezza della misura disposta, che, a fronte di un rischio solo ipotetico di formazione di assembramenti, anziché intervenire su siffatto ipotizzato fenomeno, vieta radicalmente la didattica in presenza per le scuole di secondo grado, didattica che l’ordinanza neppure indica come causa in sé di un possibile contagio".

Il decreto del Tar lombardo diventa notizia anche in Sicilia, dove si resta in attesa della decione del Tar di Palermo sul ricorso analogo presentato da oltre 70 famiglie contro la decisione del presidente Musumeci di tenere tutti a casa.

Le motivazioni che hanno spinto le famiglie as opporsi all'ordinanza dell'8 gennaio, infatti, trovano ragione nelle parole dei giudici amministrativi del Tar lombardo. Il pronunciamento del Tar di Palermo potrebbe quindi cambiare le carte in tavola al Presidente Musumeci. 

 "Da lunedì - ha dichiarato ieri sera il Presidente della Regione Siciliana - decideremo quale condotta assumere sulla questione scuole che per adesso rimangono chiuse in tutti gli ordini e gradi" (ANSA.it).

Musumeci protende infatti per l'ingresso della Sicilia in zona rossa, ma se i ricorsi presentati dai genitori di Catania Family Lab fossero nella direzione intrapresa dal Tar di Milano, anche in Sicilia si potrebbe tornare tra i banchi e per il governo Musumeci sarebbe una bella botta.

 

 

 

Leggi anche:

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Come creare un sito web con Flazio