sudpresslogo
sudpresslogo

CONTATTI

CONTATTI

MENU

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:

giorno-della-mamoria-viii-ediz-300x250

telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

samir-kharrat-1c6j-dxoq5g-unsplash

Sudpress segnala

sdf

Eventi da non perdere

Sabato 11 dicembre concerto gratuito a Le Dune
2021-12-11T19:30:00+01:00
2021-12-11T23:00:00+01:00

Quinto concerto GRATUITO sabato 11 dicembre ore 19.30


La 𝗖𝗮𝘁𝗮𝗻𝗶𝗮 𝗣𝗵𝗶𝗹𝗵𝗮𝗿𝗺𝗼𝗻𝗶𝗰 𝗢𝗿𝗰𝗵𝗲𝘀𝘁𝗿𝗮, in collaborazione con Y's Jazz Club e Music Opera Festival, con l'organizzazione SpEvents


PRESENTA
DUO
Testaì&Burzillà
Flauto e Fisarmonica


𝗣𝗥𝗘𝗡𝗢𝗧𝗔 𝗖𝗢𝗡 𝗚𝗢𝗢𝗚𝗟𝗘
https://forms.gle/hqQnFjemY9XtaXJs5


Domenico Testaì, flautista, inizia gli studi musicali da giovane grazie alle scuole ad indirizzo musicale per poi continuare gli studi presso l’istituto musicale di alta formazione musicale “V.Bellini” di Catania dove, dopo il diploma di vecchio ordinamento frequenta il biennio specialistico indirizzo interpretavo-compositivo e successivamente il biennio abilitante.
Si forma con vari flautisti di fama internazionale come S.Vella, D.Formisano, P.Taballione, M.Caroli e S.Careddu frequentando masterclass e corsi annuali presso conservatori e accademie.
Frequenta altresì corsi di direzione, arrangiamento, propedeutica e musica da camera con vari artisti tra i quali, A.Bolgiagli, A.Cericola, L.Fermanelli, G. Puddu, A.Manuli,G.Adorno e R.Filippini.
Come orchestrale ha collaborato con vari direttori tra i quali P.Bermann, G.Fratta, J.Meena, G.Marcianò, D.Crescenzi, A.Cedrone.
Ha suonato come primo flauto diverse opere di repertorio come Tosca, Traviata, Barbiere di Siviglia, Cavalleria rusticana, Turandot, Nozze di Figaro, L’elisir d’amore, Norma e Carmen, tra alcune regie ricordiamo Alessandro Cecchi Paone e Enrico Stinchelli
Ha collaborato con artisti di fama mondiale come M.Argheric, D.Renzetti, D.Rivera, D.Petralia, M.Giordano, S.Vaglica anche con artisti pop come il Volo e Jonh Legend.
Ha partecipato a varie incisioni discografiche e ha prodotto con il duo Opus Ludere, un lavoro discografico dal titolo “ El Tango”, riscoprendo e commissionando composizioni dedicate al tango di autori contemporanei italiani tra i quali A.Amici, J.Schittino, R.Dimarino, Santucci.
Il disco ha riscosso molto successo dai critici di varie riviste e blog, RadioClassica gli ha dedicato una puntata di Acquerello show.
Anche l’inglese BBC ha attenzionato il disco inserendolo nel palinsesto.
Attualmente è docente di ruolo di flauto traverso presso la “Vittorino Da Feltre” di Catania dove dirige e cura gli arrangiamenti ed è anche docente presso l’accademia pianistica siciliana di Giardini Naxos e La Lennon School di Belpasso.


Maurizio Burzillà si avvicina allo studio della fisarmonica sin dall’età di sei anni.
Giovanissimo, affianca allo studio dello strumento una “formazione su campo” con diversi gruppi musicali, suonando sia da solista che come accompagnatore.
Si è perfezionato presso l’accademia di Ancona, sotto la guida del direttore d’orchestra e compositore Orfeo Burattini con cui ha svolto un’intensa attività concertistica sia come componente che come solista dell’Orchestra di Fisarmoniche Paolo Soprani, sostenendo concerti in tutta Italia e partecipando ad importanti trasmissioni televisive della Rai e Canale Cinque quali “Serata d’onore”,” Fantastico”,”Europa,Europa”.
Parallelamente allo studio della fisarmonica si iscrive in conservatorio e segue il corso di flauto.
La sua attività di musicista lo porta ad importanti collaborazioni all’estero con artisti quali Stephen Schlaks e Thomas Kirker con cui effettuerà tourneè in Germania, USA, Montecarlo e in Spagna. Nel suo percorso musicale ha sperimentato diversi idiomi: dal classico alla musica popolare al Jazz, passando per la musica contemporanea e il tango.
Dalla ricerca sulle sonorità del tango argentino e i suoi stilemi evocativi nasce la collaborazione artistica con il quintetto Milonga e il pianista Alberto Alibrandi e, successivamente, la creazione del gruppo Astor Trio con cui collaborerà,oltre che come musicista, anche in veste di arrangiatore alla realizzazione dello spettacolo “Tango te quiero” nel 2002 e “Sognatangos”.
Diverse sono comunque le sue collaborazioni musicali a eventi teatrali: come fisarmonicista e compositore nello spettacolo “Portella della Ginestra.
“L’indice dei nomi proibiti” dall’omonimo poema di Beatrice Monroy e ancora ,come musicista nel famoso musical di Tony Cucchiara “La Baronessa di Carini”(2003) solo per citarne alcune.
Dal 1995 fonda e dirige il Centro Fisarmonicistico Siciliano ad Adrano, scuola specializzata nell’insegnamento di questo giovane e particolare strumento, sino a qualche decennio fa relegato nell’ambito del liscio o del folklore, ma adesso entrato a pieno titolo nei conservatori.
Frutto dell’efficace progettualità e sperimentazione del centro è la nascita della Fisorchestra, complesso di fisarmoniche formato dai migliori allievi della scuola, diretta dal maestro e che svolge ormai da anni regolare attività concertistica sia in Italia, che all’estero, distinguendosi inoltre in importanti concorsi da camera, tra i quali il Tim svoltosi ad Enna nel 1999 in cui si è aggiudicata il primo premio.
La sua ricerca didattica prosegue anche nell’ambito istituzionale dal 2005 come docente di flauto presso le scuole medie.
Interprete sottile e penetrante, oltre che virtuoso riconosciuto, nelle sue performance cerca sempre di andare oltre la gabbia dorata dell’idioma e degli stilemi tradizionali ed è proprio la ricerca, quell’articolazione di un ritmo personale e quell’idea di suono intesa come “voce interiore” dello strumento che lo rende inconfondibile al primo attacco.


Sarà possibile cenare, dopo il concerto, con la degustazione di alcune delle delizie di 𝗖𝗵𝗲𝗳 𝗖𝗼𝘀𝗶𝗺𝗼 del "𝐼 𝐿𝑎𝑝𝑖𝑙𝑙𝑖 Family Club" a soli € 20,00 a persona (antipasto, primi, secondo e dolce compreso vino, acqua e coperto) solo su 𝗣𝗥𝗘𝗡𝗢𝗧𝗔𝗭𝗜𝗢𝗡𝗘.


I partecipanti alla cena, che sarà allietata da piano bar, potranno partecipare alla successiva serata danzante con musica dal vivo a cura di Angela Mannino.


Info e prenotazioni:392 650 5572 (preferibilmente msg Whatsapp)
mail cataniaphilharmonic@gmail.com

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder