381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Su Sudsport Il weekend del Cus Catania tra gare e successi"Bubbone Sanità", il Prof. Beppe Condorelli: la beffa di essere banditi dai banditiUn brutto processo contro l'INAIL: lavoratore morto per "asbestosi da amianto". Si ammalò per sfortuna?Su Sudsport Canoa Dragon Boat: record di titoli italiani per il Catania che conquista 12 ori ai nazionali assoluti di velocità e 6 argenti a SabaudiaInchiesta Ordine dei Medici e dintorni, le prime decisioni: condannato l'ex direttore Missale, a processo Razza, Arcidiacono e La Mantia, prosciolto ScavoneIL PROFESSORE GIORGIO CALABRESE OSPITE DEL PROGETTO "E’ PRONTO A TAVOLA" PARLA DI SANA ALIMENTAZIONEA Santa Maria di Licodia uffici comunali irragiungibiliSalute orale e respiratoria: effetti del fumo e di dispositivi innovativi al centro del convegno COI-AIOGSu Sudsport i 12 atleti paralimpici del Ministero della Difesa che hanno attraversato lo Stretto per promuovere lo Sport InclusivoChiusura al traffico Castello Ursino, Mario Venuti (e non solo lui): "Hanno chiuso il lato sbagliato!"

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

Biostabilizzatore, gli abitanti di Vaccarizzo: "L'impianto va chiuso"

28-07-2016 14:20

Barbara Corbellini

Cronaca, rifiuti, islam, poliambulatorio gravina di catania, maresciallo salvo mirarchi, frode fiscale,

Biostabilizzatore, gli abitanti di Vaccarizzo: "L'impianto va chiuso"

resized-ncg2c-.jpg


Torna a protestare il Comitato cittadino davanti la sede della Sicula Trasporti. Claudio Longo Cgil: "L'arrivo giornaliero di ingenti quantità di rifiuti obbliga la struttura a non rispettare le tempistiche di trattamento dell'umido. L'ennesimo fallimento della Regione Siciliana"



Si è svolto oggi l'incontro tra la Cgil di Catania e il Comitato Cittadino per la Vivibilità, Tutela e Salute di Codavolpe/Vaccarizzo, presso la contrada Codavolpe, in prossimità della Sicula Trasporti. L'obiettivo dell'incontro voluto dal comitato è stato quello di ottenere l'attenzione delle istituzioni riguardo la drammatica situazione degli abitanti di Vaccarizzo che, a causa della presenza dell'impianto di biostabilizzazione sono costretti a respirare esalazioni tossiche.



Alla conferenza, voluta dal comitato, sono intervenuti Giacomo Rota, segretario generale della Cgil e Claudio Longo, segretario provinciale Cgil. La situazione è motivo di disagio e preoccupazione da parte dei cittadini.



Il comitato, presieduto dal presidente Salvo Perricone, con l'incontro di oggi ha voluto dare un forte segnale, un grido di allarme alle istituzioni affinché venga intrapresa una strada diversa per la gestione dei rifiuti che, attualmente, provoca effetti devastanti, di invivibilità in questo territorio.



Il Comitato, in questi ultimi anni è stato impegnato nella lotta per la chiusura e la delocalizzazione del biostabilizzatore della Sicula Trasporti che, come sottolinea il presidente Salvo Perricone: "da cinque anni a questa parte avvelena la popolazione di Vaccarizzo e Codavolpe con le emissioni prodotte, durante i cicli di lavorazione e trattamento dei rifiuti che quotidianamente giungono da ogni parte dell'Isola e persino dalla Calabria".



Claudio Longo ha aggiunto: "Sbaglia la Regione a far confluire in questa piattaforma, che tra l'altro è l'unica funzionante in tutta la Sicilia. Trattandosi di enormi i quantitativi di rifiuti, lo stabilimento è "costretto" a non rispettare i tempi della procedura che riguarda la lavorazione e il trattamento. L'umido viene trattato in appositi contenitori, viene biostabilizzato e il protocollo prevede che deve stare nelle vasche per 45 giorni.  Per la quantità di rifiuti che vengono conferiti ogni giorno, questi tempi si sono dimezzati, per cui quando l'umido viene tirato fuori il processo risulta incompleto e questo genera esalazioni e gas tossici.  Sbagliano anche le istituzioni locali se non danno ascolto a questa cittadinanza. Il problema va affrontato". 


img-20160728-wa0007-.jpgimg-20160728-wa0010-.jpgimg-20160728-wa0008-.jpg
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder