381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
gusto (2)
gusto (2)
come lo raccontiamo noi
gusto (2)
come lo raccontiamo noi
gusto (2)
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Su Sudsport 𝐈𝐦𝐞𝐬𝐢 𝐀𝐭𝐥𝐞𝐭𝐢𝐜𝐨 𝐂𝐚𝐭𝐚𝐧𝐢𝐚 𝟏𝟗𝟗𝟒, 𝐚𝐥 𝐯𝐢𝐚 𝐬𝐞𝐭𝐭𝐨𝐫𝐞 𝐠𝐢𝐨𝐯𝐚𝐧𝐢𝐥𝐞 𝐞 𝐒𝐜𝐮𝐨𝐥𝐚 𝐂𝐚𝐥𝐜𝐢𝐨Nasce SudGUSTO, la nuova testata del Gruppo SudPress dedicata al "bon vivre": a dirigerla Elisa PetrilloSu Sudsport “Ti amo da morire”: al via la Nuova Campagna Abbonamenti del Catania FCCNA Catania denuncia: "Fallimento Zes Unica: in Sicilia per le piccole imprese il contributo passa dal 60% al 10%"Un'ondata di sapori e suoni travolgerà Balestrate: il Beer Street Festival torna per la sua 4° edizioneSu Sudsport La settimana del Cus Catania, sempre eccellenza dello sport sicilianoAnche a Catania si firma per il referendum per abrogare l'obbrobrio dell'autonomia differenziataSu Sudsport Canoa, doppio argento per l'atleta catanese Anastasia Insabella ai mondiali di BulgariaSAC-Aeroporto di Catania & C.: proteste da Comiso dove non si capisce cosa combinanoSudsport Beach Soccer Poule Scudetto 2024, il Catania FC vince contro Farmaè Viareggio

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IL PROFESSORE GIORGIO CALABRESE OSPITE DEL PROGETTO "E’ PRONTO A TAVOLA" PARLA DI SANA ALIMENTAZIONE

18-06-2024 11:14

Elisa Petrillo

Cronaca, Focus,

IL PROFESSORE GIORGIO CALABRESE OSPITE DEL PROGETTO "E’ PRONTO A TAVOLA" PARLA DI SANA ALIMENTAZIONE

"Un'alimentazione sana è il primo passo verso una società più longeva e produttiva: ciò che mettiamo nel piatto oggi determina il benessere di domani."

whatsapp-image-2024-06-17-at-12.07.16.jpeg

"Un'alimentazione sana è il primo passo verso una società più longeva e produttiva: ciò che mettiamo nel piatto oggi determina il benessere di domani." È stato questo il filo conduttore del penultimo appuntamento del progetto “È Pronto a Tavola”, promosso dall'associazione "La Città Felice" e ospitato all’interno del Parco Giovanni Paolo II di Rosolini con la collaborazione della scuola A.R.S. Sicilia. Questa iniziativa pionieristica e itinerante, che ha toccato le 9 province dell’isola, ha puntato i riflettori sull’importanza di diffondere la cultura del “buon cibo” di qualità e sostenibile e la salvaguardia dell'identità agroalimentare siciliana.

 

Al centro dell'iniziativa ci sono, come sempre, i Gruppi di Acquisto Solidale (G.A.S.), che svolgono un ruolo fondamentale nella promozione di un consumo responsabile e sostenibile. Il funzionamento dei G.A.S. è basato su principi di solidarietà, sostenibilità e trasparenza. Questi gruppi non solo permettono ai consumatori di risparmiare, ma anche di sostenere direttamente i piccoli produttori locali, contribuendo alla crescita dell'economia locale e a preservare le tradizioni agricole. 

 

L’incontro è stato caratterizzato da una tavola rotonda dal titolo "Gruppi di Acquisto Solidale. Educazione alimentare, ambientale e stili di vita sani per contrastare le patologie croniche degenerative, tutelare l'identità mediterranea e l'agroalimentare italiano”, alla quale hanno preso parte: Rosa Gradante, assessore alla Pubblica Istruzione, Servizi Sociali, Politiche Giovanili, Pari Opportunità del comune di Rosolini, Giorgio Calabrese, presidente del Comitato Nazionale per la sicurezza alimentare del Ministero della Salute, Salvatore Magazù, già funzionario della Commissione Europea, il cardiologo, Nicola Cappabianca, il presidente della scuola A.R.S. Sicilia, Giuseppe Sassano,  Maurizio Franzò, dirigente scolastico e vicepresidente nazionale e presidente regionale Sicilia ANP e Anita Latino, coordinatrice Scuola ARS della sede di Rosolini.

 

 In prima fila anche Alessandra Branca, tecnologo alimentare e nutrizionista, Massimo Ilardo, specialista in anestesia, rianimazione e terapia intensiva del dolore, Nicolò Mannino, presidente del Parlamento Internazionale della legalità, il direttore generale Scuola Ars, Salvo Lo Bianco e poi ancora Salvo Palermo e Andreea Andrei Larisa rispettivamente referente e coordinatrice del progetto "È Pronto a Tavola".

 

Un dibattito interessante e partecipato, moderato dal pof. Salvo Latino, che ha visto una numerosa partecipazione del pubblico e di tanti giovani, promuovendo la cultura del confronto costruttivo. 

 

“L'introduzione al tema del ruolo della dieta mediterranea nella promozione della salute in Italia – ha dichiarato il prof. Calabrese - pone le basi per esplorare l'importanza di questo regime alimentare nella cultura e nella tradizione del paese. Stiamo lavorando insieme al Comitato Nazionale per la Sicurezza Alimentare nel valorizzare la genuinità della dieta mediterranea, nonché ristabilire un rapporto diretto e autentico con il nostro cibo, riscoprendo la genuinità della nostra dieta. Ci si propone di esaminare il piano governativo in corso, volto a rilanciare la dieta mediterranea e a promuoverne i benefici per la longevità della popolazione italiana, che in passato occupava le vette delle classifiche, con particolare attenzione al coinvolgimento delle scuole nella diffusione di una sana cultura alimentare, perché è da loro che si deve partire”.

 

Salvatore Magazù ha posto l'accento sull'importanza della sicurezza alimentare, un aspetto cruciale per garantire la qualità e la salute dei consumatori. “La qualità degli alimenti non riguarda solo la loro freschezza e bontà, ma include anche la sicurezza microbiologica e chimica, nonché l'assenza di contaminanti e additivi nocivi. È essenziale che le normative in materia di sicurezza alimentare siano rigorose e costantemente aggiornate, e che ci sia una vigilanza attiva da parte delle autorità competenti. Allo stesso tempo, i produttori devono adottare pratiche agricole sostenibili e trasparenti, e i consumatori devono essere informati e consapevoli delle proprie scelte alimentari".

 

La nutrizionista Alessandra Branca ha consigliato di preferire cibi fatti in casa e di scegliere prodotti freschi e di stagione, mentre Maurizio Franzò ha parlato della prevenzione attraverso il cibo, suggerendo che nelle scuole dovrebbero essere introdotte lezioni sulla scienza degli alimenti, poiché è da piccoli che si impara a mangiare bene.

 

Anita Latino, dirigente dell’ARS di Rosolini, ha lodato l'iniziativa per il suo impatto positivo sulla comunità e sulla promozione delle eccellenze locali. 

 

"Questa iniziativa è un esempio eccellente di come possiamo valorizzare i prodotti del nostro territorio – ha sottolineato - e sensibilizzare le persone sull'importanza di una dieta sana e genuina. Il progetto non solo promuove la qualità e la freschezza dei prodotti locali, ma contribuisce anche a sostenere i piccoli produttori, rafforzando l'economia locale. Lavorando insieme, con i nostri studenti che si sono dimostrati sin da subito entusiasti di questo progetto, possiamo creare un futuro in cui il cibo non sia solo nutrimento, ma anche un mezzo per costruire comunità più forti e resilienti”.

"Il supporto della Scuola ARS è stato determinante per il successo dell'iniziativa- ha dichiarato Salvo Palermo -. La loro collaborazione ha permesso di realizzare un progetto che non solo promuove la cultura del buon cibo, ma rafforza anche il legame tra educazione e alimentazione consapevole".

 

Anche a Rosolini dunque si creeranno dei G.A.S.  non solo per promuovere un'economia più sostenibile e trasparente, ma rafforzano anche il legame tra comunità e territorio, che permettono ai consumatori di acquistare direttamente dai produttori locali garantendo così prodotti freschi e di qualità a prezzi equi

“Attraverso questa iniziativa, abbiamo avuto l'opportunità – ha sottolineato Andreea Andrei Larisa - di conoscere e collaborare con molti piccoli produttori siciliani. Questo ci ha permesso di diffondere la cultura del buon cibo e di sostenere le realtà locali che, con passione e dedizione, mantengono vive le tradizioni gastronomiche della nostra terra. 'È Pronto a Tavola' rappresenta un ponte tra i consumatori e i produttori, facilitando l'accesso a prodotti genuini e valorizzando il patrimonio culinario siciliano".

A chiudere l'evento uno spettacolare show cooking e una degustazione di prodotti tipici locali a cura degli studenti dell’Ars di Avola: dalla pasta alla norma, al pane fatto in casa, dalla frutta secca alle verdure di stagione, fino ai cannoli siciliani.

 

Il prossimo il 27 giugno a Palermo, si terrà l’appuntamento conclusivo di "È Pronto a Tavola", dove verranno presentati i dati ufficiali del progetto iniziato lo scorso luglio e verrà presentata anche una piattaforma online dedicata ai Gruppi di Acquisto Solidale. 

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder