381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
gusto (2)
gusto (2)
come lo raccontiamo noi
gusto (2)
come lo raccontiamo noi
gusto (2)
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Su Sudsport 𝐈𝐦𝐞𝐬𝐢 𝐀𝐭𝐥𝐞𝐭𝐢𝐜𝐨 𝐂𝐚𝐭𝐚𝐧𝐢𝐚 𝟏𝟗𝟗𝟒, 𝐚𝐥 𝐯𝐢𝐚 𝐬𝐞𝐭𝐭𝐨𝐫𝐞 𝐠𝐢𝐨𝐯𝐚𝐧𝐢𝐥𝐞 𝐞 𝐒𝐜𝐮𝐨𝐥𝐚 𝐂𝐚𝐥𝐜𝐢𝐨Nasce SudGUSTO, la nuova testata del Gruppo SudPress dedicata al "bon vivre": a dirigerla Elisa PetrilloSu Sudsport “Ti amo da morire”: al via la Nuova Campagna Abbonamenti del Catania FCCNA Catania denuncia: "Fallimento Zes Unica: in Sicilia per le piccole imprese il contributo passa dal 60% al 10%"Un'ondata di sapori e suoni travolgerà Balestrate: il Beer Street Festival torna per la sua 4° edizioneSu Sudsport La settimana del Cus Catania, sempre eccellenza dello sport sicilianoAnche a Catania si firma per il referendum per abrogare l'obbrobrio dell'autonomia differenziataSu Sudsport Canoa, doppio argento per l'atleta catanese Anastasia Insabella ai mondiali di BulgariaSAC-Aeroporto di Catania & C.: proteste da Comiso dove non si capisce cosa combinanoSudsport Beach Soccer Poule Scudetto 2024, il Catania FC vince contro Farmaè Viareggio

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

A Catania una novità che sa di antico. Arena Godard: un piccolo cinema d'essai sotto le stelle.

16-06-2024 06:30

Christian Costantino

Cronaca, Focus,

A Catania una novità che sa di antico. Arena Godard: un piccolo cinema d'essai sotto le stelle.

Poco meno di 50 posti, ma forse proprio questo il suo perché

photo_2024-06-15_20-16-16.jpeg

Se vi aspettate poltrone imbottite, film di ultima uscita o grandi impianti sonori… non è quello che troverete.

Invece vedrete sedie in plastica con scritto “Birra Moretti”, una cinquantina di posti a sedere, gazzosa e spuma rigorosamente Tomarchio e un ambiente leggero, senza orpelli ed estremamente sincero.

 

Quello d’eccezione, invece, è il programma, nel senso che non c’è un programma!

 

Solo una volta lì si avrà la consapevolezza di cosa si guarderà. L’unica certezza è la proiezione, ogni venerdì alle ore 20:45.

 

A quanto si percepisce, ogni mese ha una sua tematica:

 

Giugno: autori italiani, l’amore tormentato, la tossicità nei rapporti e storie realmente accadute.

 

Luglio: mondi lontanissimi, il realismo iraniano di Kiarostami e l’estetica di Wong Kar-wai.

 

Agosto: tutto da decidere!

 

Per il momento, le proiezioni hanno riscosso successo tra i vari spettatori, mentre  qualcuno con lo stomaco più leggero, è rimasto impressionato.

Il primo film, ad esempio, è stato Primo Amore di Matteo Garrone, tratto dalla storia vera dell’omicida Marco Mariolini.

 

Quello di ieri sera era L’imbalsamatore, tratto sempre da una storia vera e tenebrosa conosciuta come il caso del nano di Termini.

 

La prossima proiezione, 21 Giugno e sempre di venerdì,  potrebbe essere La stanza del figlio di Nanni Moretti.

 

Per scelta stilistica (e di spazio) si è preferito puntare a un pubblico molto piccolo numericamente, ma di grande interesse nei confronti del cinema d’essai.

Bellissimo vedere che, senza forzare il dibattito stantio “alla cineforum”, gli spettatori riuscivano a parare  tra di loro con grande naturalezza una volta finita la proiezione. Questa poi è la vera vittoria, che dei ragazzi e ragazze che non si sono mai visti prima, parlino tra loro del film, delle emozioni che ha suscitato, di consigli su altri registi:

“Se ti è piaciuto questo, potrebbe piacerti il regista Crialese”

 

Origliando qualche discussione.

 

Alla luce di questi film non proprio leggeri, gli spettatori escono segnati, con gli occhi lucidi, turbati… ma non è questo che dovrebbe fare il cinema? Non è meglio uscire da un luogo con un emozione in corpo rispetto al tiepido film dove spesso diciamo semplicemente: “carino”?  

 

L'arena ha preso il nome di Godard poiché uno dei padri della Nouvelle Vague, corrente cinematografica francese dove i film venivano girati con mezzi di fortuna e due lire in tasca. Film raffazzonati, sì, ma con una eleganza e dignità fuori dal comune.

 

L’ambiente è una sorta di cortile a domus romana circondata dai muri e giardini della chiesa di Sant’Agata la Vetere.

 

La piccola arena si trova in Via Giuseppe Auletta 17.

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder