381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Salute orale e respiratoria: effetti del fumo e di dispositivi innovativi al centro del convegno COI-AIOGSu Sudsport i 12 atleti paralimpici del Ministero della Difesa che hanno attraversato lo Stretto per promuovere lo Sport InclusivoChiusura al traffico Castello Ursino, Mario Venuti (e non solo lui): "Hanno chiuso il lato sbagliato!"A Catania una novità che sa di antico. Arena Godard: un piccolo cinema d'essai sotto le stelle.Su Sudsport Calcio a 5, Meta Catania resta in gara per lo scudetto: vittoria 2-1 al PalaCatania che esplode di entusiasmoConfindustria in campo per la sicurezza informatica delle imprese italiane: la sfida per la sopravvivenzaSu Sudsport Pallanuoto, la grande stagione di Muri Antichi: i ringraziamenti di president Luigi Spinnicchia. E il sognoCongresso Nazionale SIOD: innovazione e sicurezza in Odontoiatria al Centro del dibattitoSu Sudsport Pallavolo: 5 giovanissime atlete catanesi convocate in nazionaleDal 17 giugno una Summer School organizzata dal DICAR di UNICT con il MIT, la più prestigiosa università al mondo

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

"Metamorfosi Materiche": presso la galleria Arionte una mostra personale di Raimondo Ferlito visitabile fino a

28-05-2024 08:02

Mario Barbagallo

Cronaca, Cultura&Spettacolo, Focus,

"Metamorfosi Materiche": presso la galleria Arionte una mostra personale di Raimondo Ferlito visitabile fino al 22 giugno 2024

Lo studio della materia, il potente ritorno alla pittura, al significato tattile dell’esperienza artistica

metamorfosi-materiche.jpeg

È stata inaugurata sabato 25 maggio presso la galleria Arionte di via San Michele a Catania la mostra «Metamorfosi Materiche», esposizione personale di Raimondo Ferlito a cura di Ornella Fazzina.

 

Un percorso che riassume la ricerca artistica di Raimondo Ferlito, così come sottolineato dalla curatrice durante la presentazione della mostra. 

 

Lo studio della materia, il potente ritorno alla pittura, al significato tattile dell’esperienza artistica, sono alcuni degli elementi che si scorgono attraverso le opere di Ferlito. 

 

La capacità di mutare, di adattarsi rimanendo coerente con il proprio essere, «l’artificio mescolato al naturale», sono fattori essenziali di una poetica che celebra la purezza dell’arte attraverso l’esaltazione delle forme. 

 

Ed è proprio dalle forme e, nello specifico, da alcuni preziosi brani presenti nelle opere in esposizione che si “leggono” quegli omaggi alla cultura pittorica novecentesca, così come evidenziato dalla curatrice.

 

L’unicità tra la molteplicità sembra essere la summa della ricerca artistica di Ferlito che gioca con gli elementi della nostra terra e della nostra tradizione. 

 

Osservando le opere in esposizione si respira un antico “mediterraneismo”, declinato nell’abile uso delle tecniche di realizzazione delle opere che simulano la pittura a fresco, ravvisabile anche nelle incastonature dei visi umani composti da elementi provenienti direttamente dalla terra, un prelievo di materia che viene, per l’appunto, trasformata. 

 

Da segnalare la presenza del maestro Brancato, maestro ai tempi dell’Accademia di Raimondo Ferlito e Franco Politano, accolto tra gli applausi in un momento di commozione generale che ben restituisce l’immagine della fatica e della dedizione dietro al lavoro svolto dall’artista. 

metamorfosi-materiche-2.jpeg

Un’occasione, dunque, per esplorare i confini dell’essenza siciliana e per intraprendere un “tu per tu” con la storia dell’arte in forme che rappresentano la capacità dell’artista di raccontare il naturale cambiamento delle cose umane perché “in natura nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma”.

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder