381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

L'Associazione La Prima organizza l'evento Libertà in CorsoPovertà a Catania: il dossier della Caritas atto d'accusa implacabile contro la casta dei politicanti senza arte né parteSu Sudsport Pallanuoto, buona la prima gara dei play off per Giorgini Muri AntichiDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Antonio Pogliese: "Gli intellettuali scendano in campo"Su Sudsport Pallanuoto, ora si fa sul serio: semifinale play off gara 1 Giorgini Muri Antichi vs. PescaraSuccesso per Rigoletto al Teatro Placido MandaniciBenedettini: solidarietà per la Palestina o per il proprio ego?La fame nel carrello, la spesa come arte tra bonus e volantini.SAC-Aeroporto di Catania: la cerimonia per i 100 anni, ma quanto è costata?Su Sudsport Entra nel vivo il Giro di Sicilia: 200 auto storiche nel ricordo dell'epopea dei Florio

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

Referendum: vota quello che vuoi, non fa differenza. E i tagli (beffa) dei parlamentari non hanno effetto_

06-05-2024 06:30

Christian Costantino

Cronaca, Focus,

Referendum: vota quello che vuoi, non fa differenza. E i tagli (beffa) dei parlamentari non hanno effetto_

Fanno finta di tagliare, ma le spese restano uguali: o sono troppo scaltri loro o sono troppo scemi gli italiani

it-makes-no-difference.png

Ricordate il referendum sui tagli nell’ottobre 2020 in cui l’Italia si spaccò in due tra chi voleva tagliare il numero dei deputati così che “nella tasca degli italiani si trovasse un miliardo in più l’anno” e chi, invece, voleva che la rappresentanza rimanesse inalterata?

 

Bene, per la prima volta in un referendum perdono entrambe le proposte.

 

Con 230 deputati in meno, iniziativa portata avanti principalmente dai 5 stelle (ma anche da qualche scissionista della Lega) e supportato con il lassismo del Pd, il referendum ebbe un esito pressoché schiacciante.

 

Ora qui l’inghippo: se effettivamente i deputati diminuiscono, dovrebbero diminuire i costi e ritrovarci in tasca quel tanto millantato miliardo che equivale ad un caffè nella cassaforte dello stato.

Un referendum più ideologico che funzionale dato che non ha portato a nulla.

 

Scendiamo nel dettaglio:

Per la Camera dei Deputati oggi vengono stanzianti esattamente 30.870.000 euro.

E prima del taglio? 30.870.000 euro.

 

Gentili (e)lettori, non affaticate la vista, non vi è nessuna differenza tra le due cifre.
Lo stanziamento è uguale dal 2020

 

Dividiamo la somma per 400, quanti sono i deputati oggi, fanno 77.175 euro a testa l’anno.

Quindi circa 28.000 euro in più rispetto ai 49.000 a testa della Camera con 630 seggi di prima.

Conti alla mano, quasi il 60% in più.

 

Praticamente non solo sono stati spesi i soldi per fare il referendum, ma neanche ha funzionato, anzi, è stata una beffa a tutti gli effetti.

 

“Magari in Senato troveremo qualcosa”. No!

 

22.120.000 euro, ieri come oggi.

Il punto è strettamente logico: 
Se viene tagliato il 36% di materiale umano, ci si aspetta un taglio  anche ai fondi stanziati per le camere, mica del 36%, figuriamoci, ma manco dello 0%!


Ma sto referendum è servito o no?

 

Qui forse si dovrebbe aprire il vero dibattito. 

Non riusciamo a capire la differenza tra ciò che potrebbe effettivamente aiutarci e cosa è demagogia spicciola. 
 

È bellissimo passare dall’essere incendiario ed aizzatore di folle all’essere un pompiere, ma non è con gli slogan che si porta avanti uno stato.

 

Non possono essere:

«Leviamogli le poltrone»; «Meno 345 parlamentari»; «1 miliardo per i cittadini».

A darci speranze.

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder