381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Vaticano: il prof. Battaglia ricevuto in udienza da Papa Francesco. Presentato progetto umanitario in AfricaSu Sudsport Calcio: il Catania vola alto, vittoria epica nel primo round dei Playoff!ASP Catania: dopo il terremoto giudiziario, ancora senza commissario e con i direttori sanitario e amministrativo (probabilmente) illegittimi?Villa Bellini: «il salotto di Catania»? Forse lo sgabuzzino.Su Sudsport A Ortigia studenti da 30 Paesi per celebrare lo sport con la 16° edizione della Regatta ESCPSu Sudsport Calcio a 5, lacrime e soddisfazione al Palawagner: il Mascalucia è in finale playoffGiù le mani dalla Magistratura. E dalla Procura di CataniaL'Associazione La Prima organizza l'evento Libertà in CorsoSu Sudsport Pallanuoto, buona la prima gara dei play off per Giorgini Muri AntichiPovertà a Catania: il dossier della Caritas atto d'accusa implacabile contro la casta dei politicanti senza arte né parte

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

Il Prof. Beppe Condorelli su Sanità catanese e Tribunale dei Diritti del Malato: "Sorpreso e stupefatto"

20-04-2024 06:38

Prof. Beppe Condorelli

Cronaca, Focus, Sanità, Regione, covid spese & C., Laterale,

Il Prof. Beppe Condorelli su Sanità catanese e Tribunale dei Diritti del Malato: "Sorpreso e stupefatto"

Il caustico intervento di una delle figure più autorevoli e indipendenti dell'Accademia catanese

tribunale-del-malato-dalle.jpeg

Con riferimento all'articolo di Elisa Petrillo che trovate in calce, riceviamo e pubblichiamo, con molto piacere come sempre, l'intervento dell'illustre cardiologo Prof. Beppe Condorelli:

 

Caro Direttore, leggo con interesse misto a sorpresa e stupore che a Catania, profondo sud dell’Italia, esiste un Tribunale dei Diritti dei Malati. 

 

Non sapevo che i malati avessero diritti, ma solo il dovere di essere ammalati allo scopo di far creare spazi gestiti dalla politica e dall’accademia: spazi soprannominati, impropriamente, ospedali.

 

La Funzione del Tribunale

Quando si parla di Tribunale, da comune cittadino, penso a Giudici, alla pubblica accusa, alla difesa, alla vittima di un qualsivoglia reato: ecco perché il sopra menzionato Tribunale mi stupisce. 

Di certo ci sono le vittime, i malati che non hanno santi protettori o soldi da spendere; c’è il reato, che si configura nella imperizia e/o nella negligenza dei medici, e se vogliamo c’è anche la difesa, rappresentata da chi, su questo Giornale, ripetutamente si è occupato e si occupa dei problemi della sanità.

Problemi di Gestione nel Policlinico di Catania

Manca la pubblica accusa ufficiale e mancano i Giudici che dovrebbero occuparsi della globale gestione delle strutture dette ospedali. 

Anche dell’esimio dottor Sirna che ha i titoli per fruire del meritato riposo lasciando ad altri la guida del Policlinico; che andrebbe chiuso e riaperto, come si scrive nelle attività commerciali, con altra gestione e gestore possibilmente da scegliere tra altoatesini o comunque in altra nazione: perché in Sicilia, come è sotto gli occhi di tutti, si gioca alla permutazione degli stessi soggetti.

Carriere e Meritocrazia nelle Strutture Sanitarie

Salvo casi sporadici, ma per fortuna adesso diventati più frequenti, negli ospedali si è fatto carriera leccando il politicante di turno, e nelle università per DNA e occasionalmente anche per volere Divino, volere del quale si fanno se opportuno portavoce i Cardinali, non potendo il Padreterno intervenire di persona.

Critiche alla Facoltà Medica di Catania

Leggo su un giornale on line che la facoltà medica di Catania è l’ultima tra quelle italiane: il rettore, fervente cattolico, probabilmente gongola perché sa che in Paradiso gli ultimi saranno i primi; il cittadino comune dovrebbe invece inorridire e scendere nelle piazze a manifestare chiedendo che vengano rimossi, anche non l’ausilio di scarpe a punta particolare, quei direttori che non hanno la competenza necessaria a dirigere un reparto.

Educazione Medica e Qualità dei Medici

Per esperienza diretta posso dire che la preparazione dei nostri neolaureati, tranne casi eccezionali, è scadente. 

Se utilizziamo il sillogismo aristotelico al contrario, dovremmo dire: ci sono pessimi medici perché hanno avuto pessima didattica, e la didattica è pessima perché ci sono pessimi docenti. 

Naturalmente sarebbe ingeneroso fare di tutta l’erba un fascio perché nella nostra facoltà medica ci sono ottimi docenti e ottimi medici; ma non occupano i posti che meriterebbero di occupare.

Il Futuro del Policlinico e l'Impegno del Dottor Sirna

In una struttura ospedaliera le colonne portanti sono la medicina generale e la chirurgia generale. 

Della chirurgia si è ampiamente occupata la Magistratura; e delle medicine? Funzionano come dovrebbero? 

I primari hanno superato esami che attestino la maturità clinica, come avviene oltre il confine italiano? 

I primari sono sempre fisicamente presenti nelle corsie o passano il loro tempo in congressi e congressini (ce n’è stato uno internazionale a Roccacannuccia)? 

Si occupano dei malati guidando gli specializzandi, o sono gli specializzandi, autodidatti, a occuparsi da soli dei malati?

 

Scrissi che tra il dottor Sirna ed il policlinico esiste un matrimonio quasi religioso: uniti fino a che morte non li separi. 

Li separerà la morte del policlinico perché a Sirna auguro mille anni di felicità! 

 

Manzoni fa dire a Lucia, nei Promessi Sposi “Dio perdona tante cosa per un’opera di misericordia”. 

 

Prima di lasciare il policlinico, dottor Sirna, si faccia perdonare degli eventuali e tanti peccati fatti con la sua gestione. 

 

Faccia a sorpresa una ispezione nelle medicine, e se ha bisogno di collaborazione mi ritenga a disposizione.

 

Auguro a me stesso ed ai malati di Catania e provincia che l’ispezione dia un esito positivo: primari e personale competenti, al posto giusto, nel momento giusto. 

Se così non fosse, dottor Sirna, consulti il suo calzolaio di fiducia!


Leggi anche:

















image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder