381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Vaticano: il prof. Battaglia ricevuto in udienza da Papa Francesco. Presentato progetto umanitario in AfricaSu Sudsport Calcio: il Catania vola alto, vittoria epica nel primo round dei Playoff!ASP Catania: dopo il terremoto giudiziario, ancora senza commissario e con i direttori sanitario e amministrativo (probabilmente) illegittimi?Villa Bellini: «il salotto di Catania»? Forse lo sgabuzzino.Su Sudsport A Ortigia studenti da 30 Paesi per celebrare lo sport con la 16° edizione della Regatta ESCPSu Sudsport Calcio a 5, lacrime e soddisfazione al Palawagner: il Mascalucia è in finale playoffGiù le mani dalla Magistratura. E dalla Procura di CataniaL'Associazione La Prima organizza l'evento Libertà in CorsoSu Sudsport Pallanuoto, buona la prima gara dei play off per Giorgini Muri AntichiPovertà a Catania: il dossier della Caritas atto d'accusa implacabile contro la casta dei politicanti senza arte né parte

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

Aborto, in Francia un diritto, in Italia un vezzo: in sud Italia abortire è una colpa da espiare.

06-03-2024 05:30

Christian Costantino

Cronaca, Focus,

Aborto, in Francia un diritto, in Italia un vezzo: in sud Italia abortire è una colpa da espiare.

Pesa in maniera incontrollata l'obiezione di coscienza dei medici

213895-md.jpeg

I francesi, come sempre, compiono passi da gigante mentre l'Italia rimane indietro. 

 

Il Senato francese ha soltanto ieri approvato l'inclusione dell'aborto tra i diritti fondamentali della nazione, una decisione storica e non scontata data la maggioranza di senatori centristi e di destra. 

 

Tra l'altro, quando il dibattito sembrava sopito. 

 

In Italia, invece, abbiamo figure che hanno la stessa utilità di una forchetta in una minestra: l'obiettore di coscienza. 

 

In Italia, l'obiezione di coscienza per i professionisti sanitari riguardo all'interruzione volontaria di gravidanza (IVG) è stata introdotta dalla legge del 22 maggio 1978. 

 

Sebbene la revoca dell'obiezione sia prevista in caso di pericolo di vita per la donna, il professionista sanitario obiettore deve comunque fornire assistenza pre e post-intervento. 

 

Il Servizio Sanitario Nazionale è tenuto a garantire l'IVG anche con personale obiettore, e in caso di massiccia adesione all'obiezione, la cittadinanza può trovarsi in difficoltà nell'accesso a determinate prestazioni, con possibili ripercussioni sui diritti. 

 

Immaginiamo ora una ragazza di Catania, Olbia, Palermo o Gioiatauro che si trova nella difficile situazione di cercare un professionista sanitario non obiettore all'IVG. 

 

La sua esperienza, purtroppo, è come attraversare un oceano a nuoto per trovare un medico disposto. 

 

Mentre in Francia si affronta con precisione il problema delle gravidanze non desiderate, in Italia la situazione è percepita più come una colpa da espiare che come un'opportunità per garantire libertà, privacy e celerità. 

 

Nonostante le proteste anti-aborto vicino al Congresso a Versailles, l'80% dell'opinione pubblica francese sostiene la modifica costituzionale. 

 

In Italia, nonostante le critiche, il paese è considerato tra i più progressisti globalmente. 

 

Tuttavia, una parte femminista radicale in Francia è "contenta a metà" poiché il testo si riferisce a una libertà, non a un diritto, secondo la scrittrice femminista francese Harmange.

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder