381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

ECOMED 2024: Il Green Expo del Mediterraneo dal 17 aprile a SiciliaFiera. Lo racconta il Coordinatore Scientifico Giuseppe ManciniSu Sudsport Pallanuoto,Giorgini Ottica Muri Antichi vs. Cus Palermo: Risultato 11-11Su Sudsport Volley: Gupe Catania bella e spietata, batte Don Orione Palermo e avanza al 2°turno playoff!uomini che odiano le Donne: il caso dell'associazione Thamaia che rischia il fallimento perché il comune non rispetta gli impegniSu Sudsport Pallanuoto, Giorgini Ottica Muri Antichi vs. CUS Palermo: scontro al vertice del gironeIntervista al vice presidente ARS e coordinatore regionale 5Stelle Nuccio Di PaolaLa tragedia della ragazza precipitata dalle scale del Policlinico: la replica che non abbiamo capito ed il cronista intimidito dal vigilantesAeroporto di Catania: tensioni con società di servizi a terra, sindacato CUB convocato in prefetturaSu Sudsport Cus Catania, la Canoa Polo vince la Coppa Sicilia. E poi: Atletica, Canottaggio, Scherma, Ginnastica e TennisBufera sul manager dell'ASP Catania Giuseppe Laganga Senzio per la foto (in)opportunity con i consiglieri della Lega

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

Il caso del video/manganello contro l'ex candidato sindaco di Catania Lanfranco Zappalà

01-03-2024 05:30

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus,

Il caso del video/manganello contro l'ex candidato sindaco di Catania Lanfranco Zappalà

La notizia vera non è la contravvenzione

È molto grave quanto accaduto nei giorni scorsi a Catania. 

Molto più grave di quello che è apparso dalle cronache forse un pò troppo istintive.

 

La notizia, almeno apparentemente perché in realtà quella vera, come vedremo, è un'altra, riguarda un caso di contravvenzione commessa da un esponente politico sino a poco tempo fa con importante ruolo istituzionale: l'ex vice presidente del consiglio comunale di Catania Lanfranco Zappalà, tra i consiglieri comunali più longevi e noti essendo stato consigliere ininterrottamente per ben 5 consiliature sin dal 1993.

 

È accaduto che Zappalà viene ripreso a fine gennaio da una telecamera di sorveglianza del comune di Belpasso mentre si libera di alcuni sacchi presso una discarica abusiva.

 

Spiegherà dopo che si trattava di fogliame e di aver commesso questa contravvenzione perché la discarica comunale era chiusa.

La circostanza che si trattasse di fogliame, che magari attenua la gravità del fatto ma di certo non la assolve, viene confermata dall'agente verbalizzante, da noi sentito telefonicamente, che ha poi depositato gli atti in procura la mattina del 28 febbraio. Questa data è importante.

 

Infatti il video comincia a circolare prima, noi ad esempio lo riceviamo al numero wapp di redazione alle 18.19 del 27 febbraio, quindi il giorno prima del deposito in procura: da lì non è uscito.

 

 

schermata-2024-02-29-alle-21.44.32.png

Ed eccola allora la vera notizia: la diffusione illecita di un video che costituisce prova in un procedimento giudiziario e quindi per definizione coperta dal segreto istruttorio, e che viene diffuso prima del deposito in procura ed immediatamente utilizzata da esponenti politici avversari per mettere alla gogna il contravventore.

 

Dal momento della sua diffusione, prima in chat private e poi su testate giornalistiche, è stato un profluvio di insulti di ogni tipo al malcapitato, compreso qualche intervento da vertici istituzionali che potevano risparmiarselo. 

 

Il tema che ci interessa di più, da liberali, è quindi questo: è lecito  un utilizzo simile di un video di sorveglianza in uso alla polizia municipale di un comune?

Oggi è praticamente una sciocchezza, ma domani?

 

Fermo restando che, senza entrare nel merito del fatto narrato e senza intendere sminuirlo, di politicanti e loro sodali che fanno ben peggio che gettare per strada un paio di sacchi di foglie, ne raccontiamo e documentiamo da anni senza bisogno di ricorrere ad atti giudiziari coperti da segreto, ma anzi limitandoci a pubblicare quanto scoviamo agli albi pretori.

Ed a quelli, che magari lucrano milioni in consulenze e affidamenti diretti, gli fanno anche i complimenti: e ci denunciano anche.  

E addirittura fanno appello quando vinciamo: e certo, risorse ne hanno, a differenza di noi che non utilizziamo fondi pubblici!

Ci torneremo a breve.

 

Quindi, albi pretori che basterebbero ed avanzerebbero.

Se solo chi dovrebbe stesse più attento…altro che foglie.

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder