381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px) (1)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Su Sudsport Giorgini Muri Antichi vince anche con UNIME e resta saldamente in testaGestire la maternità nel contesto lavorativo: l'approccio di una madre moderna..di 5 figliSabato 2 marzo andremo in diretta dal teatro Nelson Mandela di Misterbianco: ma è più divertente se veniteSu Sudsport Pallanuoto, Giorgini Ottica Muri Antichi pronta a tornare in vasca: alle 15 in casa di UnimeRegione, la comunicazione istituzionale è da quarto mondo e ferma al '900: altro bando da 9 milioni di euroSu Sudsport la settimana di successi e delusioni per il Cus Catania: ecco tutti i risultati!Il caso del video/manganello contro l'ex candidato sindaco di Catania Lanfranco ZappalàFurti d'auto sempre più frequenti. Ecco cos'è accaduto a Scordia: rubata in 15 secondiPrima mondiale de "Il Berretto a Sonagli" al Teatro Massimo Bellini di Catania«Berlinguer ti voglio bene»

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

Incendio a San Berillo: donna in fin di vita e al comune continuano a dormire. Sono stati identificati i propr

13-12-2023 07:06

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, Focus, Laterale,

Incendio a San Berillo: donna in fin di vita e al comune continuano a dormire. Sono stati identificati i proprietari di queste baracche?

Una vergogna senza fine: gli uffici comunali hanno l'ordine di intervenire dal...2015

La notizia di cronaca è che ieri a San Berillo Vecchio, in una delle tante case fatiscenti e spesso occupate irregolarmente (non scriviamo abusivamente perché magari pagano l'affitto a qualcuno…) si è sviluppato un incendio ed una donna è stata salvata in extremis.

Almeno si spera che si sia salvata perché le condizioni sono apparse gravi e risulta ricoverata al centro grandi ustionati del Cannizzaro.

 

E questo accade proprio qualche giorno dopo la bella inaugurazione del murale donato alla città dalla Banca d'Italia, che così diventa ancora più provocatorio a pensare alle istituzioni comunali lanciarsi in dichiarazioni mirabolanti senza alcun costrutto.

 

Il fatto ripropone, vergognosamente e per l'ennesima volta, lo scandalo ultra decennale del quartiere al centro di Catania, a pochi metri dalla sede del comune, prefettura e questura, dove accade di tutto, dallo spaccio alla ricettazione, dalla prostituzione al sacrificio rituale di animali vili, e nessuna delle istituzioni fa niente a parte qualche spettacolare e sporadica operazione pseudomilitare a favore di telecamere.

 

È un quartiere, ne abbiamo scritto a fiumi, basta scorrere gli articoli in calce, dove derelitti di ogni specie trovano rifugio e da lì sviluppano l'unica cosa che possono fare in quelle condizioni: delinquere, almeno per la maggior parte.

 

La responsabilità maggiore di questo stato di cose è ovviamente dell'amministrazione comunale di Catania, senza soluzione di continuità, che continua a presentare progetti mirabolanti ma non riesce, o non vuole, fare la cosa più semplice ed immediata da fare: individuare i proprietari degli immobili e metterli in mora per motivi di sicurezza.

 

Verificare le condizioni di agibilità e magari come sono effettuati gli allacci elettrici. Non ci vuole molto, ma evidentemente o non sono capaci o non vogliono farlo, in ogni caso caricandosi responsabilità enormi che sarebbe ora qualcuno che ne ha il potere facesse valere.

 

Magari prima che ci sia una strage.

 

Lo ricordiamo ancora una volta: già nel 2015 un'ordinanza dell'allora sindaco individuava le responsabilità personali dei dirigenti di alcuni uffici comunali nel compiere i dovuti accertamente ed atti per risolvere il dramma San Berillo:

schermata-2023-12-13-alle-07.01.13.png

L'ordinanza sindacale è del 2015: si può sapere cosa hanno fatto in questi otto anni i dirigenti della Direzione Urbanistica, dei Servizi Socio Sanitari, della Direzione Manutenzioni ed  il Comandante della Polizia Municipale?

 

Può rispondere il Responsabile Unico del Procedimento geom. Salvatore Fiscella?


Leggi anche gli altri articoli dedicati alla vergogna di San Berillo:





















image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder