381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Giù le mani dalla Magistratura. E dalla Procura di CataniaSu Sudsport Calcio a 5, lacrime e soddisfazione al Palawagner: il Mascalucia è in finale playoffL'Associazione La Prima organizza l'evento Libertà in CorsoPovertà a Catania: il dossier della Caritas atto d'accusa implacabile contro la casta dei politicanti senza arte né parteSu Sudsport Pallanuoto, buona la prima gara dei play off per Giorgini Muri AntichiDIBATTITO PER CATANIA (e non solo), Antonio Pogliese: "Gli intellettuali scendano in campo"Su Sudsport Pallanuoto, ora si fa sul serio: semifinale play off gara 1 Giorgini Muri Antichi vs. PescaraSuccesso per Rigoletto al Teatro Placido MandaniciBenedettini: solidarietà per la Palestina o per il proprio ego?La fame nel carrello, la spesa come arte tra bonus e volantini.

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

SAC-Aeoporto di Catania, incredibile incendio: escono i primi dati sui danni e sconfessano clamorosamente le "

29-09-2023 06:30

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, SAC&CamCom, Focus,

SAC-Aeoporto di Catania, incredibile incendio: escono i primi dati sui danni e sconfessano clamorosamente le "fonti". Come sempre

E chissà quante altre “verità” verranno fuori…ALTRO CHE 5%!

la-verità-.png

Soprassediamo per il momento sui costi diretti causati dall"incredibile incendio" del 16 luglio: è probabile che non pochi rimarranno a bocca aperta.

 

La notizia di oggi invece è che l'Assoaeroporti, l'associazione che riunisce quasi tutti gli scali italiani e di cui il top manager dello scalo catanese Nico Torrisi è vice presidente, ha finalmente pubblicato i dati relativi al traffico relativo del famigerato mese di luglio.

 

Già in passato abbiamo utilizzato i loro dati ufficiali per dimostrare quanto ci fosse poco da festeggiare in relazione alle performance gestionali del Vincenzo Bellini ex Fontanarossa, che risultavano tra le peggiori d'Italia.

 

Adesso è accaduto che sin dalle prime ore dall'incredibile incendio del 16 luglio, si è assistito al sistematico tentativo di minimizzare l'enormità di quanto accaduto. 

Inutile ripercorrere le varie assurde tappe, ne ha scritto mezzo mondo e ancora le cose serie si devono leggere.

 

Tra le tante cose lette ed ascoltate, una colpì quanti seguivano gli accadimenti, ed arrivò a fine corsa, quando si tornava a quella sbandierata “normalità” che in realtà lo scalo etneo non ha mai visto, né prima né dopo, basti pensare al caos quotidiano ed a quanto accade ogni volta che la nostra amata montagna erutta cenere e ci mettono 20 ore per spazzare perché non hanno mai pensato a dotarsi di mezzi adeguati: robe che solo a Catania, come scriviamo spesso…

 

Ovvio per un aeroporto tarato per 6 milioni di passeggeri e ne fa arrivare come pellegrini penitenti oltre 10 milioni, senza aver mai rispettato uno straccio di investimento per adeguarne la capienza.

Amministrato dalle governance più improbabili che si possano immaginare, con gente che di aeroporti non ha la più pallida idea.

Ritardatari universitari, pensionate in carriera, potenziali bancarottieri e imprenditori mezzi falliti compresi.

A gestire il quarto aeroporto d'Italia: roba che solo a Catania…

 

E il bello è che vanno anche in giro, a convegni di loro pari  o sodali che evidentemente non si imbarazzano ad assegnarglicon panel dedicati, oggi pare ce ne sia uno, per fargli raccontare le loro “visioni” sul futuro dei trasporti. Da sbattersi la testa al muro.

 

Ora, a proposito di “minimization” arriva un articolo a firma del giornalista Nino Amadore, pubblicato l'8 agosto sul Sole24 Ore, il giornale di Confindustria, l'organizzazione che a Catania ha per presidente Angelo Di Martino, tanto per capirci. Che poi dalle parti dell'aeroporto una società del gruppo Di Martino gestisce un parcheggio, ma questo non c'entra, lo inseriamo solo per aumentare le battute del pezzo.

 

Non sappiamo ancora se questa “notizia” del "perso solo il 5%" rientri nella nuova strategia di “Brand Reputation e Comunicazione Strategica” per cui la SAC ha appena dato un affidamento diretto da 42 mila euro alla società di consulenza Comin & Partners, un contratto di “collaborazione” che a leggere la pubblicazione dovrebbe durare sino a marzo 2024: 42 mila euro per 6 mesi. 

A leggere sul loro sito di cosa si occupano, “Consulenza strategica di comunicazione, e relazioni, istituzionali per grandi aziende, manager e organizzazioni”, potrebbe anche starci.

 

schermata-2023-09-29-alle-06.35.20.png

In ogni caso gli hanno assegnato 42 mila euro, affidamento diretto ca va sans dire, e la domanda potrebbe essere:reputation” di chi?

schermata-2023-09-28-alle-14.46.54.png

Del resto è la stessa “governance” che, in questo momento e con tutto il macello che combina, decide di spendere 1.300 euro per una “Conferenza stampa presentazione vettore aereo”.  

MILLETRECENTOEURO. 

PER UNA CONFERENZA STAMPA.

PER PRESENTARE UN VETTORE AEREO.

schermata-2023-09-28-alle-14.51.42.png

Vabbè, contento Schifani, l'anziano difensore, e sereno il commissario Belcuore, titolare del Controllo Analogo", sono contenti tutti i siciliani. E i catanesi ancora di più.

 

Vabbè, magari ci torneremo su queste ed altre cosette che stanno capitando, comprese le centinaia di migliaia di euro per mettere addetti antincendio…di ditta esterna..

 

Intanto andiamo all'articolo “informatissimo”, addirittura preveggente visto che i dati veri neanche li aveva, del giornale di Confindustria che evidentemente deve avere fonti attendibilissime.

 

Il titolo, a giudicare dai dati effettivi poi ufficialmente pubblicati da fonte vera, cioè Assoaeroporti, è a dir poco mistificante, di quelli da manuale della disinformazione: "Catania, con l’incendio dell’aeroporto «perso solo il 5% dei passeggeri».

 

Quindi c'è un virgolettato, come ad indicare che l'affermazione “perso solo il 5%” ha una fonte certa e conosciuta dal cronista.

 

E infatti, nel corpo del pezzo, altro riferimento: secondo stime di fonte aeroportuale a luglio sarebbe stato perso solo il 5%”, per poi avventurarsi in una serie di motivazioni e calcoli che un Nobel al confronto dovrebbe restituire il premio.

 

La “notizia” del “perso solo il 5%” ha ovviamente fatto testo, almeno sino ad oggi, senza che nessuno potesse smentirla, semplicemente perché i dati non erano ancora disponibili e quindi non si capisce a quali stime e a quale “fonte aeroportuale” si riferisce il giornalista del Sole 24Ore nel dare una informazione che, come vedremo, è decisamente falsa e, ancor più gravemente, falsa la percezione cui induce la pubblica opinione, minimizzando persino il dato percentuale, contribuendo così a nascondere gli enormi danni in realtà provocati da un banalissimo incendio che semplicemente non doveva e non poteva accadere e, ancora più incredibilmente, non ha prodotto alcuna conseguenza in capo ad una “governance” pubblica che, inconfutabilmente, ha dimostrato prima, durante e dopo, la più intollerabile inadeguatezza.

 

Quindi, veniamo ai numeri: quelli veri.

 

La fonte è il sito Assoaeroporti, che ogni mese pubblica tutte le statistiche di tutti gli scali italiani.

 

Il confronto statistico viene fatto dall'associazione prendendo come confronto lo stesso mese dell?anno precedente. Noi ci aggiungiamo anche il mese precedente, così da rendere più attuale il benchmark.

 

I dati sono pubblici e su fonte aperta: https://assaeroporti.com/statistiche/

 

E dicono che a luglio 2023, il mese dell'incendio, i passeggeri atterrati a Catania sono stati 824.343.

Nello stesso mese dell'anno scorso, luglio 2022, a Catania sono invece atterrati in 1.142.360.

 

Quindi ben 318.017 passeggeri in meno: stiamo quindi parlando di una contrazione del 28%, altro che 5%!

 

Anche rispetto al più recente giugno 2023, il mese precedente all'incendio e che non è ancora altissima stagione, i passeggeri atterrati sono stati 1.102.727, quindi il 26% in meno rispetto al dato di luglio: altro che 5%!

 

E se anche si volessero sommare gli sventurati finiti a Comiso, la percentuale cambierebbe di un paio di punti, mantenendo una differenza di cinque volte rispetto al dato falso sbandierato per il tramite del giornale di Confindustria.

 

Anche per quanto riguarda la movimentazione merci, in gergo “cargo”, il danno è stato enorme: luglio 2023 movimentati 829 cargo, nel mese dell'incendio appena 645, un altro negativo di oltre il 22%. Altro che 5%.

 

E chissà quante altre “verità” devono ancora venire fuori…

 

ALTRO CHE 5%!

 


Leggi anche:  





















































schermata-2022-06-15-alle-23.23.01.png

"SAC Aeroporto di Catania, negato accesso agli atti: Ma non era tutto trasparente?"

 

Nella denuncia hanno sostenuto che "gli atti erano stati secretati per tutelare il processo di privatizzazione in virtù del principio di libera concorrenza." 

 

E noi ridiamo!











































image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder