381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
381142701_793395249453303_3251258523139570544_n.jpeg
900x250 fringe
900x250 fringe
900x250 fringe
sudpresslogo

Il Giornale che pubblica una notizia e scatena l'inferno

AUTORI

sudpresslogo

CONTATTI

sudhitech (1280 x 720 px)
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi
come lo raccontiamo noi

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:


telegram
whatsapp

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

 

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

IN EVIDENZA

Su Sudsport Weekend ricco di successi per il Cus Catania: gli HighlightsTremestierigate tra mafia, politica e magia: e le farmacie che sparisconoInnovazione e inclusione: Catania ospita il convegno sui corridoi lavorativiQuando Luca Sammartino chiedeva a Sudpress 50 mila euro...Su Sudsport Quinto Pareggio Stagionale per il Catania nel Campionato di Serie C di Calcio Femminile17 aprile 9.30 si inaugura ECOMED Green Expo del Mediterraneo a SiciliaFiera di MisterbiancoEcomed 2024: Protezione Civile e sindaci tra i protagonisti della fiera Green Expo del MediterraneoStati generali del Cinema: tre giorni di incontri e dibattitiAcqua e rifiuti, domani e giovedì a Ecomed le “Giornate” di approfondimento organizzate dalla Regione SicilianaLe mani sulle città

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

SAC-Aeroporto di Catania, incredibile incendio. Schifani non ha idea di cosa parla e su SAC si sta dimostrando

04-08-2023 07:00

Pierluigi Di Rosa

Cronaca, SAC&CamCom, Focus,

SAC-Aeroporto di Catania, incredibile incendio. Schifani non ha idea di cosa parla e su SAC si sta dimostrando un irresponsabile

Roba che ci si potrebbe anche ridere se non avessero distrutto la Sicilia ed arrecato danni che ci metteremo decenni a recuperare.

foto-di-gruppo.png

Adesso basta melina e tatticismi cialtroni, la vicenda è gravissima e non c'è alcun bisogno che si pronunci alcuna procura o agenzia di chissà cosa.

 

E difendere l'indifendibile è da irresponsabili perché contribuisce a creare confusione e trasforma un incidente provocato e gestito da incapaci in uno scontro istituzionale senza precedenti: IRRESPONSABILI! 

 

La totale inadeguatezza di chi sta gestendo questa incredibile crisi è sotto gli occhi del mondo intero, ed è figlia diretta del modo in cui l'aeroporto viene gestito da anni.

 

E come viene gestito lo documentiamo da sempre, subendo un vero e proprio stalking giudiziario che ci auguriamo possa finalmente essere sanzionato, ancor di più se perpetrato utilizzando fondi pubblici per perseguitarci!

Non per noi che ce ne freghiamo, ma questa nostra comunità che merita un minimo di serietà,

 

Ma di questo parleremo nelle sedi deputate, come anche di archiviazioni, nei loro confronti, talmente esagerate nelle motivazioni da meritare ben più che un articolo di stampa. Vedremo che fare.

 

È ovvio che il ministro Salvini, che in questo momento è il responsabile finale di quello che sta accadendo e dell'inerzia degli organi di controllo, non legga Sudpress, ci mancherebbe, non lo legge nessuno figuriamoci un ministro, però se leggesse gli articoli che riportiamo sempre in calce si potrebbe fare un'idea del perché siamo arrivati a questo punto, e troverebbe anche quelli dedicati alle sentenze che hanno dichiarato come abbiamo sempre scritto cose assolutamente vere. Verissime.

 

Oggi però veniamo all'incredibile passerella di giovedì presso l'aeroporto di Catania con il presidente della Regione Renato Schifani, che, come scriviamo in altro articolo, secondo il deputato Anthony Barbagallo sarebbe arrivato addirittura in elicottero, meritandosi una interrogazione parlamentare del gruppo di Cateno De Luca.

 

Con Schifani, il presidente ENAC Pierluigi Di Palma, di cui invece non si sa dove abbia alloggiato mentre è certo che non è noto cosa controlli se è vero che prima dell'incredibile ed impossibile incendio erano già passati ben 4 ordigni esplosivi dai varchi sicurezza.

 

Con loro anche il comandante di Sigonella, che Torrisi neanche nomina quando gli d° la parola, e l'assessore all'Economia Marco Falcone che comincia a farci tenerezza, mentre all'altro capo del tavolo il commissario straordinarissimo della Camera di Commercio del Sud Est Antonio Belcuore, la cui nomina è un altro capolavoro dello stesso Schifani.

 

La passerella è surreale , con l'Ad Nico Torrisi, il noto top manager che c'ha messo 12 anni a prendersi una laurea quadriennale e ancora non si è capito che requisiti avesse per fare l'AD di un aeroporto, che, a 20 giorni dal disastro che non ha saputo evitare e dalle conseguenze che non è riuscito a superare, sostiene di essere pronto a riaprire anche la sera stessa, ma tutto dipende dalle certificazioni che evidentemente ancora non ci sono e se non ci sono un motivo ci sarà.

 

Tra l'altro tutti parlano di numeri di voli e percentuali che non stiamo riuscendo a riscontrare, ma siamo discalculici e quindi possibile che sbagliamo noi: abbiamo dato incarico a due periti che arriveranno tra… 15 giorni.

 

Intanto, per la gioia dei nostri lettori, sempre se ne abbiamo, ecco le dichiarazioni del top manager: 

Vabbè, lasciamo stare, e sorvoliamo anche sull'intervento del presidente ENAC Di Palma che prima o poi dovrà chiarire come sia potuto accadere questo disastro, che tipi di controlli ha effettuato e magari anche la vicenda AST-Lampedusa. E poi magari ci racconta dove alloggia quando viene a Catania, così, tanto per capire i gusti dei grand commis italiani.

 

Quindi andiamo a Schifani, Renato, l'anziano presidente protagonista dello show che sembra arrivare direttamente dalla Luna, e forse per questo usa l'elicottero, se è vero quello che sostiene il segretario del PD Barbagallo.

 

Detto per inciso, quello che sta accadendo, e non solo per SAC ovviamente, è la dimostrazione definitiva di quanto sia pericolosa la legge elettorale regionale ed in particolare l'elezione diretta del presidente: ormai da almeno tre legislature siamo costretti a sopportare gente del tutto inadeguata, solo perché hanno dalla loro l'esagerato potere di ricattare l'intera assemblea composta da deputati che molto difficilmente accettano di andarsene a casa: occorre una bella sfiducia costruttiva, alla tedesca. Ma su questo approfondiremo e magari ne faremo ennesima battaglia.

 

Intanto, Schifani sulla SAC: una sorta di “ultimo giapponese” che arriva a sostenere l'indifendibile contro tutto il mondo. Ci sarà un motivo, magari un giorno si capirà.

Sono ormai milioni italiani e stranieri inferociti e perfettamente consapevoli che tutta questa storia è un apoteosi di cialtroneria oltre ogni immaginazione.

 

Ma lui, l'anziano presidente, decide di prendere elicottero e macchine di scorta per venire a Catania a controllare una tenda e fare dichiarazioni assurde, lunari.

 

Comincia col ringraziare il ministro della Difesa Crosetto perchè gli ha subito messo a disposizione, dopo 15 minuti di telefonata notturna,  nientemeno che la base di Sigonella che “poi per problemi tecnici non abbiamo potuto utilizzarla” ammette l'ineffabile.

 

Il problemino tecnico, cosa da niente, è che Sigonella non ha terminal e banchi chek in o varchi sicurezza, in pratica si sono accorti, gli scienziati, che è una base militare, per di più impegnata in operazioni belliche.

Cose da pazzi: tanto vale che chiedeva La Rinascente o un qualche centro commerciale il nostro efficentissimo presidente.

Andiamo avanti, perché dopo la prossima si arriva al gran finale.

 

Alla fine, infatti, Schifani risponde anche alle domande, ma alla seconda si innervosisce “Adesso basta” e si alza; 

mentre sta per andare riescono a fargliene un'altra: “Come mai il sindaco Trantino non c'è?”, balbettio imbarazzato, quando tutta Italia sa che Trantino e tutto Fratelli d'Italia lo hanno messo pesantemente in mora e lui fa finta di non capire, aggrappandosi pateticamente alla giacca di Salvini “che è il ministro competente, l'unico con cui parlo e anche con Giorgia Meloni”. 

Bello sarebbe averne copia di queste discussioni…

Ma prima si era assistito al capolavoro dei capolavori.

Il presidente della regione siciliana, nel continuare a sostenere la sua fiducia contro ogni evidenza alla governance SAC di cui sopra, arriva ad affermare: “È una struttura che è stata stressata su un tema al quale non era deputata. Perché le società di gestione come la Gesap di Palermo, come l'Agest di Trapani, sono deputate ad una funzione che è quella di assicurare il trasporto aereo. Quando si verifica una situazione del genere si va fuori schema, e quindi…”

 

Io lo so che non ci credete che abbia detto una cosa simile, per questo mettiamo il video perché è davvero un'affermazione al di là del bene e del male: lo stesso presidente ENAC Di Palma, che di suo già non sa come uscire da questo casino, al sentire le enormità di Schifani si è contratto in un classico autoabbraccio conserto, tipico di chi prova a difendersi.

 

Ora da capire secondo Schifani cosa dovrebbe fare la SAC, che è una società di gestione di un aeroporto che, per garantire quel trasporto aereo di cui blatera, deve innanzitutto badare alle cose essenziali, tipo fare in modo che l'erostazione non prenda fuoco.

 

O per Schifani la SAC dovrebbe servire a dare centinaia di milioni con affidamenti diretti, milioni di consulenze ad amici che l'aeroporto lo frequentavano per andare in vacanza e magari raccattare qualche voto di voltagabbana seriali?

 

Qualcuno può spiegare al nostro anziano presidente a cosa serve una società di gestione di un aeroporto?

 

Comunque, ascoltate voi perché non ci credo neanche io che abbia potuto dire cose del genere:

Per il momento lasciamo stare la favola dei pullman messi a disposizione ed in particolare di quelli dell'AST: a noi risulta che di corse negli ultimi 20 giorni l'AST ne ha annullate, per “motivi tecnici”,,,1.229!

Chiaro? Milleduecenventinove corse AST annullate: quando arriveranno i nostri periti statistici ve ne diremo di più. Tra 15 giorni.

e2151a99-a3f4-4cb0-90a9-a9e81865c271.jpeg

Una sequela imbarazzante di sparate con cui fanno a gara a chi la spara più grossa, roba che ci si potrebbe anche ridere se non avessero distrutto la Sicilia ed arrecato danni che ci metteremo decenni a recuperare.

 

E il governo centrale continua a consentire una simile follia

 

PS: il video integrale lo trovate qui.


Leggi anche:  




























schermata-2022-06-15-alle-23.23.01.png

"SAC Aeroporto di Catania, negato accesso agli atti: Ma non era tutto trasparente?"

 

Nella denuncia hanno sostenuto che "gli atti erano stati secretati per tutelare il processo di privatizzazione in virtù del principio di libera concorrenza." 

 

E noi ridiamo!











































image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder