sudpresslogo
sudpresslogo

MENU

CONTATTI

CONTATTI

MENU

AUTORI

AUTORI


redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

redazione@sudpress.it
direttore@sudpress.it
editore@sudpress.it
tel: +39 339 7008876 (solo messaggi wapp)

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

Direttore editoriale

Pierluigi Di Rosa

Direttore responsabile

Lucia Agata Murabito

ISCRIVITI AI NOSTRI CANALI:

eventi mof 2021 (1)

telegram
whatsapp

Sito web realizzato da Flazio Experience

Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione Tribunale di Catania n. 18/2010 – PIVA 04818090872 - ROC 180/2021
Edito da: Sudpress S.r.l. zona industriale, c.da Giancata s.n. – 95121 Catania

IN EVIDENZA

Pietro Agen si è dimesso dalla "Camera di Commercio che non esiste più". Scontro sulla gestione della SAC-aeroporto di Catania: "Un errore confermare Torrisi""Caso assessore Baglieri", interviene anche l'associazione di consumatori Primoconsumo. Silenzio invece dai palazziIntervista al Segretario Generale CISL Maurizio Attanasio. Sui precari covid: "Non lasceremo che li prendano a calci!"La guerra e i suoi effetti nel tempo. Per tuttiIntervista a Mons. Antonino Raspanti,Vescovo di Acireale e Presidente della Conferenza Episcopale Siciliana"Caso Baglieri", il CODACONS: "Assessore non paga TARI? CHIARISCA O SI DIMETTA SUBITO"Celebrato il primo congresso della battagliera sezione catanese del sindacato nazionale CUB Trasporti: il dr. Salvatore Ventimiglia confermato Segretario30 giugno/1 luglio a Palazzo dei Normanni il MID.MED SHIPPING & ENERGY FORUML'assessore regionale ai rifiuti Daniela Baglieri da 5 anni non paga ...la tassa sui rifiuti?Un pensiero per Fratel Biagio Conte che sta lottando. Ancora

Giovanni De Santis, già direttore del Luglio Musicale Trapanese, scende in campo contro le nomine "artistiche

11-05-2022 06:54

redazione

Cronaca, Cultura&Spettacolo, Focus,

Giovanni De Santis, già direttore del Luglio Musicale Trapanese, scende in campo contro le nomine "artistiche" del governo regionale

Sotto la lente la nomina della Sovrintendente della Fondazione Taormina Arte Ester Bonafede, ex assessore regionale ed esponente UDC

desantis.jpeg

Giovanni De Santis è stato a lungo al vertice del Luglio Musicale trapanese, essendo riconosciuto come l'artefice del suo risanamento e rilancio.

Attualmente è direttore artistico della'associazione Amici della Musica di Trapani.

 

Personalità determinata, le cui qualità manageriali sono riconosciute anche dagli avversari, ha deciso di accendere un faro sui criteri di nomina dei vertici artistici degli enti pubblici regionali che troppo spesso paiono rispondere più a logiche di appartenenza quando non clientelari, con il risultato che entrano non di rado irrimediabilmente in crisi non riuscendo a garantire gestioni virtuose sotto il profilo amministrativo nè tantomeno valore artistico.

 

L'attenzione di De Santis si comincia a concentrare sulle recenti vicende che hanno interessato la Fondazione Taormina Arte, a capo della quale è stata nominata come sovrintendente, con decreto dell'assessore regionale Manlio Messina, l'esponente UDC Ester Bonafede ed anch'essa già assessore regionale (del governo Crocetta...) .

 

Una battaglia, quella di De Santis, condotta a viso aperto ed annunciata con un post pubblicato su Facebook:

"Dopo un mese di tentennamento, dovuto a problemi familiari e ad impegni lavorativi ma, soprattutto, determinato dalla voglia di starmene tranquillo senza aprire “fronti di guerra”, ho deciso che era giusto non rinunciare a vederci chiaro sulla procedura ad evidenza pubblica per la selezione del sovrintendente della Fondazione Taormina Arte Sicilia.


Come avevo accennato in un precedente post, ricordo, infatti, che la stessa Fondazione aveva pubblicato, in data 24/3/2021, un Avviso Pubblico per la manifestazione d’interesse a ricoprire la carica di sovrintendente.
Il termine per la presentazione delle domande era fissato per le ore 12 del trentesimo giorno successivo alla pubblicazione dell’Avviso.
Lo stesso Avviso prevedeva l’espletamento della procedura di selezione entro i 60 giorni successivi al termine fissato per la presentazione delle manifestazioni d’interesse.


La Fondazione Taormina Arte non ha rispettato detto termine, non provvedendo ad espletare le procedure di selezione per quasi un anno, fino al 25 febbraio 2022, data in cui ha curiosamente riaperto i termini per la presentazione delle manifestazioni d’interesse, giustificata dall’asserita esigenza di “attualizzare l’elenco dei partrecipanti”, per poi procedere, stavolta rapidissimamente, alla nomina del sovrintendente, appena 20 giorni dopo: il 15 marzo 2022.


Nel mio precedente post avevo velatamente pronosticato che sarebbe stata designata una persona espressione delle segreterie di partito, avendo appreso nei mesi precedenti che tale “postazione” era già stata riservata all’arch. Ester Bonafede, dirigente regionale dell’UDC, in barba all’Avviso Pubblico al quale i cretini come me avevano partecipato.

bonafede-1.jpeg

Secondo Voi, chi è stata nominata?
ESTER BONAFEDE, ovviamente!

280517221_10220938855637700_4617674774420397905_n.jpeg

Non tutti ricorderanno che la stessa Bonafede era stata protagonista di una non proprio brillante sovrintendenza della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, per la quale era stata anche condannata a risarcire un danno erariale riguardante l’acquisto di mobili non funzionali alle attività della stessa Fondazione, per un ammontare di 14.000 euro (vedasi stralcio di articolo del GdS in foto).
 

Ebbene, proprio un’ora fa, ho inviato a Fondazione Taormina Arte Sicilia e, per conoscenza, all’Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, una pec contenente la mia richiesta di accesso agli atti relativi alla procedura di nomina della sovrintendente di Taormina Arte.


Ho ritenuto corretto farlo perché mi sono rotto, così come credo ne abbiano i cabbasisi pieni tante persone capaci ma non sponsorizzate, di sentirmi dire: “Tu sei bravissimo e saresti la persona più adatta, lo sappiamo, però qualla postazione sarà assegnata al partito politico X o quello Y per questioni di spartizione politica”.
 

Da consigliere delegato del Luglio Musicale Trapanese non ebbi timore a sfidare in tribunale la Regione Siciliana quando ritenni che essa stava pepetranno delle illegittimità in danno del nostro ente lirico e della comunità trapanese.
 

Vinsi tutte le cause e grazie a quelle vittorie il Luglio ottenne milioni di euro.
 

Adesso, ho deciso di puntare la mia lente d’ingrandimento sui criteri di selezione dei dirigenti e dei direttori artistici dei teatri pubblici siciliani, che appaiono tutti non perfettamente in linea con il Codice degli Appalti e con le linee guida dell’ANAC sui conferimenti di incarichi da parte di istituzioni a partecipazione pubblica.


Cominciamo da Taormina Arte e vediamo se anche qui mi piglio qualche soddisfazione sfidando Golia con la mia fionda!
 

State sintonizzati, non finisce qui…

image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Sudpress

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder